Nazionale

Manifestazioni nazionali Uisp: sport, gioco e fantasia nel segno di Rodari

Presentiamo i bolloni che caratterizzeranno le quattro grandi manifestazioni nazionali Uisp, ispirati a Rodari e realizzati dal grafico Andrea Dreini

 

Quest’anno le manifestazioni nazionali Uisp si ispireranno a Gianni Rodari e al suo messaggio pedagogico: educare divertendosi. Un po’ come l’Uisp ha sempre cercato di fare con lo sport, smontandone e rimontandone le regole, inventando una nuova visione che proprio con Vivicittà, all’inizio degli anni ’80 prendeva corpo: sportpertutti è diritti, ambiente, solidarietà.

Diritti, gioco, sport, con particolare riferimento ai bambini: è stata pensata una grafica ad hoc per ogni manifestazione, che prende ispirazione da quattro citazioni dello scrittore di Omegna, realizzata da Andrea Dreini. Saranno quattro animali a dare vita alle citazioni estratte dalle immortali filastrocche di Rodari, la foca, col suo fare giocoso, sarà la testimonial di Giocagin, l'elefante, capace di dosare lentezza e velocità a seconda della situazione, sarà l’anima di Vivicittà, e altri due simpatici animali, di cui per ora non sveliamo la natura, saranno protagonisti di Summerbasket e Bicincittà, che porta in piazza lo sport tanto amato dallo stesso Rodari.

Ma come si è arrivati dalle filastrocche di Rodari alla sintesi delle immagini che caratterizzano le manifestazioni 2020? Ce lo spiega l’autore, Andrea Dreini: “Non l'ho amato troppo nell’infanzia, dove preferivo la malinconia di Marcovaldo, lo confesso. L'ho iniziato ad apprezzare con i primi capelli grigi nella sua “complessa” semplicità, e d’improvviso, un giorno è arrivato Rodari e un messaggino semplice semplice: nella grafica delle Manifestazioni nazionali ispiriamoci alle parole dello scrittore… Bella sfida mi sono detto. Dopodiché i neuroni nella mia testa hanno intonato in coro: e “adesso”?”.

“L’opera di Rodari è molto eterogenea - continua Dreini - e la parte dedicata agli animali non è così preponderante. Ma questa associazione è stata tanto improvvisa quanto permanente, e infatti le prime proposte erano piene di animali strani (anche più di quelli scelti), disegnati immedesimandomi nella testa di un bambino (e questa è sempre la parte facile) e con l’assoluta volontà di non essere aderenti alla realtà (e anche questo è abbastanza facile)”. “Le altre parole che mi sono appuntato in uno dei miei foglietti d’appunti sono state archetipo – Giuliano (l’Apostata, l’imperatore) – mito – totem – colori - pennarelli… Leggete la storia dell’imperatore Giuliano e sarà facile incasellare la mia associazione mentale…“.

“E’ difficile descrivere il processo che ti porta ad immaginare un layout grafico. E’ una riflessione che è difficile fare nel momento della realizzazione del lavoro e, soprattutto, è una riflessione in cui è difficile essere lucidi e scevri da sovrastrutture emozionali. Nella realizzazione del progetto grafico volevo creare qualcosa di apparentemente slegato dalle parole, ma che fosse traducibile in un linguaggio non verbale (la grafica e i colori) come i miti e gli archetipi e che fosse rappresentato come qualcosa di non immediatamente riconducibile alla forma”.

“Rinnegando il “less is more” dei pigri come me, ho voluto sfidare me stesso e  ritornare, dopo tanti anni, a immaginare e disegnare le illustrazioni che mi servivano. Mi preme ricordare che il progetto grafico (tranne la piccola scintilla creativa iniziale) è sempre frutto di incontri, scontri, risate, maledizioni, riunioni, riflessioni, teatro dell’assurdo fatto con il team di lavoro che segue e che mi “segue” nella realizzazione: senza di loro sarei “diversamente” disperso in soliloqui in cui sarei sempre dalla parte della ragione. Tutto questo, va sottolineato è frutto di una riflessione fatta sul momento, niente vieta che tra un mese, tra un anno, tra dieci anni riguardando questi lavori non mi vengano in mente altre suggestioni, altri ricordi, altri riferimenti che mi renderanno “apostata” delle mie attuali dichiarazioni”.

Al fianco di queste potenti immagini sono stati realizzati, come lo scorso anno, dei “bolloni” che potranno essere utilizzati dai comitati che avessero la necessità di promuovere una delle manifestazioni su supporti  diversi dalla grafica dedicata. Il bollone, che come il resto dei materiali grafici sarà scaricabile dall’area download del sito internet delle diverse manifestazioni, richiama per colori e stile la grafica della manifestazione di riferimento e potrà essere apposto su volantini, locandine, biglietti ecc concordandone sempre l’utilizzo con l'ufficio Manifestazioni Nazionali, scrivendo a iniziative@uisp.it(di Massimo Tossini e Layla Mousa)

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

Testata_2019_4

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP