Nazionale

Mauro Valeri ci ha lasciati, una vita contro il razzismo

Il sociologo è morto nella notte, domani a Roma l'ultimo saluto. La collaborazione con l'Uisp su sport e razzismo. Il ricordo di Vincenzo Manco

 

Mauro Valeri, sociologo ed esperto sul tema del razzismo dell’Unar, si è spento alle 23.30 di ieri notte all'età di 59 anni. Ha diretto l'Osservatorio sulla xenofobia ed è stato responsabile dell'Osservatorio su Razzismo e Antirazzismo nel calcio. Ha insegnato Sociologia delle relazioni etniche all'Università La Sapienza di Roma.

L’estremo saluto a Mauro Valeri si terrà a Roma domani 14 novembre in piazza Jan Palach 40, nella zona del Villaggio Olimpico dove abitava. La salma verrà poi accompagnata nel cimitero di Prima Porta.

L’Uisp si stringe intorno alla sua famiglia, alla moglie Aster e al figlio Davide, in questo momento di inconsolabile dolore: “Mauro è stato un riferimento culturale per noi e per la lotta al razzismo nel nostro Paese – dice Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp - Un ricercatore attento, che ha saputo mettere al centro del proprio impegno i valori della convivenza, scardinando luoghi comuni e indicando strade da percorrere. Ci rimarrà non solo il suo ricordo ma soprattutto il suo pensiero, i suoi libri e le sue pubblicazioni, il suo modo di essere e di confrontarsi, che come Uisp prendiamo l'impegno di mantenere vivi”.

Mauro Valeri ha collaborato in molte occasioni con l'Uisp, a cominciare dall'inizio del 2000. Nel progetto "Il Calciastorie" (2015-16), come referente Unar per i progetti "SportAntenne" (2016-18) e Welcome Mondiali Antirazzisti in Tour (2017-18), oltre ad aver partecipato in molte occasioni all'organizzazione e allo svolgimento dei Mondiali Antirazzisti. 

L'Uisp lo ricorda in prima fila contro razzismo e discriminazioni. Sempre disponibile a partecipare ad iniziative sul territorio con Comitati Uisp e società sportive. Ecco Mauro Valeri intervistato da Rai Sport il 1 aprile 2014 (GUARDA IL VIDEO)  mentre racconta l'esperienza dei Liberi Nantes a Roma, squadra composta da rifugiati e richiedenti asilo.

Ecco l'intervento di Mauro Valeri nel convegno "Europa, calcio e rifugiati",  (GUARDA IL VIDEO) organizzato da Uisp, Rete Fare, Unar e Liberi Nantes il 13 febbraio 2017 a Roma.

Studioso, psicoterapeuta e ricercatore, ha concentrato gran parte del suo lavoro sui fenomeni del razzismo e xenofobia; noto soprattutto per il suo lavoro sulle discriminazioni vissute nel mondo dello sport. Il calcio, lo sport – amava ripetere – è lo strumento per poter misurare lo stato di salute della nostra società. Al calciatore Mario Balotelli, aveva dedicato il libro "Mario Balotelli, vincitore nel pallone". "Il caso Balotelli? – diceva -Tutto quello che avviene su di lui è qualcosa di troppo. Balotelli fa uscire fuori gli aspetti peggiori dell'Italia”.

Nel suo libro "Black Italians", Valeri utilizzava la sport come metafora d'integrazione, attraverso la vita quotidiana di 39 atleti italiani che tentano di cambiare una società in cui gli viene negato il diritto di pari dignità, ribellandosi alle continue discriminazioni. Ma non solo in ambito sportivo. Mauro Valeri aveva dedicato una riflessione particolare al caso italiano. Negli ultimi anni, infatti, oltre al razzismo tradizionale si stava imponendo una nuova forma di razzismo che si concentra molto più sul concetto di cultura che non di razza.

“Ciao Mauro, siamo andati indietro con la memoria e in questo viaggio a ritroso abbiamo ritrovato immagini, parole, discussioni appassionate, birre bevute con il sottofondo dei cori, idee, progetti - scrive lo staff dei Mondiali Antirazzisti Uisp -  Quanti caffè spesi intorno ad un tavolo per costruire una guida metodologica, per pensare a come organizzare il workshop in Piazza Antirazzista. E così siamo arrivati fino a 2005, anno di presentazione della Razza in Campo che abbiamo fatto insieme a Bologna e da allora ce ne sono stati altri di libri e saggi e raccolte come l'Almanacco Antirazzista. Ci scorrono come un film e spesso ci viene da sorridere, perché abbiamo passato davvero del bel tempo insieme. Ma soprattutto,quello che ci rimane stampato è il tuo monito pacato ma fermo: non abbassiamo la guardia il razzismo non è finito. E avevi ragione.
E mentre stamattina qualche fascista mette l'ennesimo striscione contro Balotelli, di cui hai scritto molto, tu ci lasci. E ci lasci orfani della tua intelligenza vivissima, delle tue battute, della tua capacità di leggere la società, ma soprattutto del tuo inarrestabile antirazzismo, militante, quotidiano. Ci hai regalato libri che esploravano storie sconosciute ai più come quelle del partigiano Vittorio "Negro, ebreo, comunista" o come quella del pugile Leone "Nero di Roma".
Storie di sport e non solo, in cui mettevi in evidenza stereotipi e pregiudizi, andavi a lavorare nel profondo per metterci a nudo, perché in fondo ognuno di noi si confronta quotidianamente con le proprie paure del diverso, dello strano, dello straniero. Ma ci invitavi sempre a riconoscerle ed affrontarle. Ci mancherà davvero tanto il tuo sorriso sornione e la tua amicizia. Continueremo a combattere per te, contro ogni forma di razzismo, senza arrenderci mai come ci hai insegnato attraverso i tuoi libri. L'abbraccio della crew e del popolo dei Mondiali Antirazzisti va a Aster e Davide”.

Mauro Valeri viene ricordato anche dall’Unar: “L’Ufficio si stringe affettuosamente attorno alla famiglia di Mauro Valeri che ci ha lasciato troppo presto. Un collega ma soprattutto un caro amico, che con il suo entusiasmo, sensibilità e cultura è sempre stato un esempio positivo per chiunque lo abbia conosciuto. E’ stato un privilegio poter collaborare con una persona di altissimo valore, che ha fatto della difesa dei diritti umani e della lotta al razzismo uno dei punti cardine della sua vita. Ha trasmesso a tutti un grande senso di responsabilità e di umanità, attraverso la sua appassionata attività di esperto e studioso a sostegno delle persone vittime di discriminazioni. Con ancora più determinazione e coraggio, continueremo a portare avanti il Tuo lavoro”. (a cura di I.M. - fonti: www.uisp.it, Redattore Sociale, www.mondialiantirazzisti.itwww.unar.it)

Nella foto: Mauro Valeri interviene al Congresso nazionale Uisp 2017 di Montesilvano

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

Testata_2019_4

PAGINE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP