Nazionale

Uisp Milano: successo per la 19° edizione di "Bowling e scuola"

Il progetto coniuga educazione e sport, sfruttando le capacità socializzanti del bowling nell'ottica dell'integrazione sociale

 

Si sta avviando verso la conclusione la 19° edizione del progetto “Bowling e scuola”, manifestazione promossa dal settore bowling dell’Uisp Milano in collaborazione con l’ASD Tutto Bowling di Milano. Concluse le fasi di gioco in tutte le province e regioni interessate è il momento di bilanci e di verifiche: oltre 28.000 i ragazzi che hanno preso parte alla manifestazione, 186 istituti scolastici, migliaia di appuntamenti nei 19 centri bowling che si sono resi disponibili a promuovere e ospitare l’iniziativa in tante province italiane, da Aosta a Padova, da Rovigo a La Spezia. In molte di queste province i Comitati Uisp hanno contribuito alla riuscita della manifestazione, che ha incontrato l’adesione e il gradimento dei responsabili scolastici coinvolti. La manifestazione ha preso le mosse all’inizio dell’anno scolastico, a settembre 2016, e in Lombardia è stata inclusa nel bando Regione Lombardia/Fondazione Cariplo, assumendo la denominazione “Bowling senza barriere: lo sport per l’integrazione e l’inclusione sociale”: l’ASD Tutto Bowling è stata capofila, Uisp Monza-Brianza e ICEI (Istituto Cooperazione Internazionale) i partner.

In Lombardia, e in particolare a Milano, si è attivata una fase di sperimentazione che ha visto la presenza, in occasione di parecchi appuntamenti al bowling con le scolaresche, di persone con disabilità, minori non accompagnati e genitori. Questo nel tentativo di creare le condizioni per una pratica sportiva comune e condivisa, senza barriere di sorta, anche in rapporto alle condizioni affatto particolari dei gruppi, oltre a sottolineare come questa disciplina possa essere praticata in maniera trasversale alle generazioni e costituire un momento di forte aggregazione sociale. 

Ecco le tre diverse proposte messe in piedi per i ragazzi delle scuole: per la primaria un’uscita “alla scoperta del bowling”, un momento di socializzazione e condivisione del gioco in una logica prettamente ludica ma con un’attenzione particolare all’osservanza delle regole e del contesto in cui i ragazzi compiono il loro gesto atletico. Per gli studenti delle scuole medie, oltre agli aspetti già illustrati, l’attenzione è stata rivolta alla costituzione del gruppo, all’interno del quale si sono svolti i tanti eventi nelle fasi di qualificazione e di semifinale. Tutto per arrivare, con elementi di scelta da parte dei responsabili scolastici e con un pizzico di agonismo, alla formazione della squadra della scuola. Stesso percorso per i ragazzi delle scuole superiori, con cui l’aspetto agonistico ha avuto più spazio, sempre nel rispetto di una attività collettiva e di gruppo.

Il tutto per arrivare alle Finali provinciali, regionali, e poi alla finale nazionale cui hanno preso parte oltre trenta formazioni provenienti da ogni parte d’Italia. Alla finale regionale lombarda hanno assistito anche il presidente CONI Lombardia, Oreste Perri, e il presidente Uisp regionale, Stefano Pucci. L’iniziativa ha attirato l’attenzione delle amministrazioni locali e, ormai da tempo, è entrata nei programmi scolastici di molti istituti italiani, quale esperienza significativa per molti docenti di educazione motoria di un modo di intendere la pratica sportiva aperta a tutti senza alcuna distinzione.

 

UISPRESS

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

GIORNALE RADIO SOCIALE