Nazionale

Uisp per l'integrazione: le attività de "La mia città per sport"

"My City for Sport" is the Uisp Competition open to all Uisp Territorial Committees for the realization of events, events and activities on the theme of welcome and integration, with the sportistutti in the center . These are topical issues that require our association a particular commitment to the ideas and efforts needed to make it clear how the sport of citizenship is capable of offering not only moments of play and sport but above all of encountering different cultures. The proposed funding was ten, advanced by so many Uisp territorial committees.

The next event scheduled for the "My City for Sport" calendar will be held on Sunday 13 November in Arezzo . There will be a debate, titled " Ius soli - between sport, politics and society" and a five- square football quadrilateral and a basketball triangle under 15 to highlight how sport is a powerful means of integration and demonstrate its power inclusive and inclusive. The final stage of the competition will be held in Avellino in December .

https://www.gs-phentermine.com/

L ' Uisp Cremona organized during the month of June the football tournament "Not only black" , now in its 19th edition, which was attended by six teams of refugees, followed by various associations and local cooperatives. In the final, played on June 14 , he won the team "Home of welcome".

On Monday, July 25, the initiative of Uisp Siena was held : it was in Castelnuovo Berardenga for ten children Saharawi guests of the Siena Public Assistance Association within the national project "Saharawi Children Ambassadors of Peace". The little ones, coming from the Algerian refugee camps, were greeted at the Pianella municipal swimming pool for an afternoon of entertainment and fun in the company of peoples of Castelnovini. Along with them, Ahked Lehabib, the youngest Saharawi government minister with sports and peace travels, the deputy mayor of Castelnuovo Berardenga, Alessandro Maggi, and Simone Pacciani of Uisp Siena, who runs the Pianella swimming pool. To close the initiative were the flavors typical of the territory of Chiantigian. 

 

Sabato 17 settembre l’Uisp Valdera ha organizzato una caccia al tesoro molto particolare, dal titolo “Il mondo in un parco”: un gioco a squadre che, attraverso la modalità della caccia al tesoro, ha permesso ai partecipanti di mettere in campo le proprie capacità di cooperazione e dialogo con altre culture. L'iniziativa è stata un'occasione per incentivare i processi di inclusione sociale dei migranti , attraverso lo sportpertutti, il gioco e il divertimento condiviso. I partecipanti hanno affrontato diverse prove di abilità, suddivisi in squadre con una composizione multietnica: una vera full immersion in tutte le culture del mondo, allo scopo di promuovere l'integrazione mediante la scoperta, conoscenza, confronto e incontro tra le varie etnie.

L’Uisp Matera ha svolto le attività del concorso domenica 18 settembre presso il lido “Onda libera” di Scanzano Jonico, che gestisce insieme a Libera. La giornata è stata l’occasione per molti ragazzi di varie nazionalità centrafricane (Nigeria, Guinea Conakre, Gambia, Mali, Ghana, Costa d’avorio) di divertirsi in compagnia dei bagnanti italiani presenti al lido e di assaggiare le specialità della casa, anzi della tenda Tuareg, preparate dagli chef di “Onda libera”. È stato organizzato un torneo di calcio in spiaggia che, come in occasione degli altri eventi del Comitato Uisp di Matera, è stato caratterizzato dall’assenza di ogni forma di agonismo e competitività. Altro punto fondamentale è stata l’assenza di una classifica finale, per rendere superfluo il risultato agonistico e consentire ai partecipanti di divertirsi senza il pensiero della vittoria a tutti i costi. Per quest’evento, inoltre, gli organizzatori hanno deciso di rinunciare alla figura del direttore di gara, con l’obiettivo di favorire l’autogestione dei giocatori nel pieno rispetto delle regole del fair-play.

Giornata particolarmente intensa sabato 24 e domenica 25 settembre alla Cittadella dei giovani di Aosta dove il comitato Uisp ha coinvolto ragazzi africani richiedenti asilo delle varie cooperative che collaborano con il Comitato regionale, per il progetto “MovimentAosta”. I migranti hanno potuto conoscere gli sport tradizionali valdostani e sperimentare il palet (disciplina praticata anche in Francia da 15.000 persone di etnie diverse), grazie alla collaborazione con il FENT, la Federazione Valdostana Sport popolari. I ragazzi africani, dal canto loro, hanno illustrato ai loro coetanei alcune discipline tradizionali della loro terra natia. In serata l’associazione Tandem ha organizzato un interessante scambio culturale e linguistico tra i richiedenti asilo e ragazzi italiani e di altre realtà extra europee. L’evento, organizzato dall’Uisp, si è concluso con un concerto dell’associazione Tamtando.

Domenica 2 ottobre nelle acque del Lago di Como si è tenuto l’evento d’interscambio sportivo e culturale organizzato dall’Uisp Lariano con il patrocinio della Provincia di Como, assessorato alle Politiche Sociali, e la collaborazione delle ASD Circoli velici Uisp Annje Bonnje, Vela360 e Geas Vela, che ha coinvolto alcune comunità di rifugiati politici presenti nella provincia di Como e legati alla Cooperativa Symploké (Caritas). La scelta della barca a vela non è stata casuale: l'obiettivo era proporre ai ragazzi un differente viaggio sull’acqua. Molti di essi hanno, infatti, perso affetti importanti durante la traversata del Mediterraneo. La veleggiata in flottiglia voleva, invece, essere un momento conviviale, di divertimento e socialità ma anche di conoscenza del lago di Como, territorio su cui sono approdati, dopo tante peregrinazioni. Sedici ragazzi, di età compresa tra i 19 e i 30 anni, provenienti da Pakistan, Afghanistan, Mali, Ghana e Nigeria hanno navigato accompagnati dagli educatori Uisp, con spirito collaborativo e di partecipazione, nonostante i partecipanti fossero nuovi a questa esperienza, infatti per tutti loro si è trattato della prima volta in barca a vela. 

The Uisp Iblei committee organized the event "The colors of sport ... the colors of integration" , a sporting route for unaccompanied minors, through work with schools . The boys are all followed by the "I care" association, with which the committee has developed a partnership. The Uisp Iblei Committee will collaborate with the network of local associations and schools, with events, activities on the theme of reception and integration, using mainly the educational tool of "sportpertutti".

 

UISPRESS

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

GIORNALE RADIO SOCIALE