Nazionale

XVI Congresso nazionale: i temi dell'assemblea plenaria

 

Il XVI Congresso Nazionale Uisp, apertosi nella serata di venerdì 8 maggio, è entrato nel vivo dei lavori con il ricco e articolato dibattito in plenaria svoltosi nell'arco della giornata di sabato e che ha fatto registrare 43 interventi. Da segnalare i ringraziamenti da parte di Paola Federici, presidente Uisp L'Aquila, per il sostegno economico e morale ricevuto dall'associazione a seguito del terremoto in Abruzzo nonché la considerazione che leghe , comitati e società Uisp possano contribuire con le loro competenze e professionalità alla nascita di una "moderna" concezione di protezione civile il cui operato esuli dalla sola fase emergenziale per confrontarsi invece con  i  temi della sicurezza nella vita quotidiana e della formazione ed educazione comportamentale preventiva. Diversi gli spunti e le tematiche di cui si sono fatti portavoce i delegati intervenuti all'assise. Molto sentita l'esigenza di rafforzare l'identità dell'Uisp attraverso una rinnovata condivisione di valori fondanti e obiettivi, così come tutelare l'immagine associativa con la registrazione dei marchi e aumentarne la visibilità con mezzi di comunicazione tra cui il sito web nazionale cui sarebbe auspicabile uniformarsi. Tra le priorità emerge in sede congressuale quella di rimettere al centro del proprio operato i soci e  i bisogni di cittadinanza di cui sono portatori: presidiare il territorio, interloquire con le istituzioni e partecipare ai tavoli dove si decidono le politiche pubbliche in tema di sport, ambiente, pianificazione urbanistica e mobilità,  sono le parole chiave  da perseguire a tal scopo. Ripensare le città in favore di spazi di aggregazione destrutturata,  lavorare sull'assetto dell'impiantistica sportiva,  promuovere "spazi di sport" intesi come autentici presidi per la salute, capaci cioè di aprirsi a diverse discipline che contribuiscano a migliorare la qualità della vita,  sono alcune delle proposte discusse. Ribadita  inoltre l'importanza di investire e lavorare sulla formazione dei dirigenti cui fornire strumenti, metodologie e conoscenze idonee ad occuparsi di tutti gli aspetti della vita associativa: gestionali, progettuali, comunicativi nonché di marketing. Ad una maggiore attenzione relativa all'articolazione e allo sviluppo territoriale di comitati e leghe si accompagna l'esigenza di ripensare e rilanciare  le grandi iniziative Uisp. 

 

Questi i delegati intervenuti al dibattito svoltosi nella giornata di sabato 9 maggio:

Sabato mattina - Antonio Borgogni (Emilia Romagna), Paola Federici (Abruzzo), Fabio Casadio (Emilia Romagna), Luciano Rizzi (Emilia Romagna), Enrico Maestrelli (Lega attività subacquee), Alessandro Ariemma (Marche), Alberto Formigli (Toscana), Mauro Sugheri (Toscana), Elio Costantini (Marche), Michele Barzagli (Toscana), Manuela Claysset (Emilia Romagna), Antonio Gasparro (Lega Atletica), Paola Chiarantini (Toscana), Orlando Giovanetti (Lazio).

Sabato pomeriggio - Salvatore Farina (Sardegna), Lorenzo Bani (Toscana), Vincenzo Manco (Emilia Romagna),  Eva Fedi (Toscana), Santino Cannavò (Lega Montagna), Daniela Rossi (Lazio), Carlo Balestri (Emilia Romagna), Chiara Stinghi (Firenze), Bruno Chiavacci (Lega sci), Giuliano Bellezza (Liguria), Sergio Barbadoro (Lazio), Antonio Mastroianni (Campania), Daria Manente (Toscana), Valter Vicini (Marche), Alessandro Ribolini (Liguria), Gian Piero Russo (Area acquaviva), Tatiana Olivieri (Marche), Ivan Lisanti (Emilia Romagna), Luciano Vita (Marche), Ugo Bercigli (Toscana), Giulio Bizzaglia (politiche educative Uisp), Andrea Imeroni (Uisperlagrandetà), Giorgio Daga (Toscana), Rita Scalambra (Emilia Romagna), Patrizia Alfano (Piemonte), Andrea Ciogli (Lazio), Andrea Giansanti (Lazio), Angelo Maffione (Veneto), Bruno Bianchina (Sardegna)

 

 

gfx-hub.net chat18.webcam

UISPRESS

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

GIORNALE RADIO SOCIALE