Comitato Regionale

Piemonte

I VOLTI UISP. decimo appuntamento | Chi sono i nostri dirigenti?

[SILVIA GANDOLFI - SOGNANDO I PATTINI]

Dirigenti Uisp Piemonte: in questo numero Silvia Gandolfi, responsabile regionale UISP della Struttura Ghiaccio - Pattinaggio.


Si dice chi pattina ha il cuore in volo, ma la mente ben salda alla realtà.
Silvia Gandolfi, responsabile del settore ghiaccio Uisp Piemonte, è pragmatica e ama la disciplina che segue.
Ho iniziato a pattinare, negli anni ’70 - racconta Silvia – in quel periodo c’erano solo il Tazzoli e Torino Esposizioni come piste a disposizione ed io, dovevo andare periodicamente a pattinare a Milano. Sono stata atleta di livello nazionale, fino a quando le strutture lo hanno permesso poi, il Tazzoli ha chiuso a causa di un guasto. Per proseguire nella mia carriera di pattinatrice avrei dovuto trasferirmi a Milano, e vivere fuori casa, ma avevo solo 14 anni. Spesso mi chiedo come sarebbe stata la mia carriera di atleta, se ci fossero stati in quegli anni a Torino i palazzetti che ci sono oggi, oltretutto in quel periodo, il pattinaggio su ghiaccio, era uno sport che costava molto e di nicchia. Adesso non è che sia economico ma, averlo reso più popolare, ha aumentato i praticanti. Rimane comunque il problema degli agonisti degli alti livelli, che senza il supporto della federazione alla famiglia, devono affrontare costi non accessibili a molti degli aspiranti atleti
A metà degli anni 70, Silvia è diventata istruttrice UISP nei corsi di Sportinsieme, la campagna cittadina, che ha avvicinato alla pratica sportiva migliaia di torinesi, da li è iniziata la partecipazione dei suoi allievi, anche ai campionati e alle gare UISP, con la sua polisportiva la Sportincontro.
Nel 2017 la presidente regionale Patrizia Alfano e il responsabile Nazionale pattinaggio UISP, mi hanno chiesto di lavorare ad un progetto, per migliorare il settore nazionale pattinaggio su ghiaccio, il cui programma era ancora quello del 1989 - spiega Silvia - Occorreva adattarlo alle nuove esigenze numeriche e, ai nuovi palazzetti del ghiaccio. In 30 anni sono cambiate tante cose, ci sono state le Olimpiadi con l’apertura di nuovi impianti, è aumentata la domanda che UISP ha saputo accogliere con quote accessibili a tutti. Stiamo procedendo a piccoli passi, ci sono già state delle migliorie e 2 anni fa ho iniziato a collaborare per la parte tecnica, riferita ai regolamenti, con il Settore Pattinaggio Nazionale Uisp. In Piemonte sono diventata la Responsabile del settore, che con le OLIMPIADI DEL 2006 è passato da 500 praticanti a 3500. Il 2006 ha visto la nascita di nuovi palazzetti a Torino, Pinerolo, Valle Pellice e Asti. Molti post pubblicitari hanno scelto come protagonisti campioni come Fusar, Poli, Margaglio, Cappellini, Lanotte o Carolina Kostner. Sono cresciuti gli spettacoli a livello mondiale, e anche le piste mobili nei centri commerciali. A fronte di un aumento dei praticanti c’è ancora molto da lavorare, nel pattinaggio su ghiaccio,per far capire alle famiglie la bellezza di questo sport al di là del risultato. Non tutti diventano atleti di interesse nazionale. Con Uisp, il pattinaggio su ghiaccio è a tutti gli effetti Sportpertutti ,senza selezione alcuna, aperto a tutte le età dai 4 agli 80anni, spesso insieme a volare sulla stessa pista .Io credo molto nello sport, come valore fondamentale, per la formazione dei bambini e degli adolescenti. Un’attività fisica importante ma, anche una motivazione e una passione sana per uscire, e trovare nuovi amici al ritmo della musica, che abbraccia ogni palazzetto del ghiaccio . Questo è in sintesi il cammino che ho intrapreso in Uisp. Continuerò a lavorare per sviluppare un programma innovativo e per offrire la possibilità di gareggiare a tutti divertendosi.”

Tesseramento Anno Sportivo 2019 - 2020

UISP PRESS

 

SDA | STRUTTURE DI ATTIVITA' REGIONALI