Comitato Regionale

Piemonte

Scuole chiuse - NIENTE SPORT!

Al Prefetto della Città dì Torino

Al Sindaco

Agli Organi di informazione

Al Miur

 Ai Capi d’Istituto in indirizzo

 

 

Torino, 30/09/2021
 
Tutte le componenti sociali, economiche, educative, produttive, stanno lavorando per la ripresa, per restituire ai cittadini tempi, ritmi di vita e “normalità”. Si ritorna a scuola e questo è importantissimo.
È importante anche, per molti bambini e bambine, oggi più che mai, poter riprendere a fare sport.
I mesi di chiusura hanno prodotto paure che permangono e assecondano stili di vita sedentari, tanta televisione e videogiochi.
Si tratta di abbattere le paure e di far riscoprire la gioia del movimento, del gioco di squadra, delle relazioni con gli altri e anche della competizione, ma anche e soprattutto di rispondere alle migliaia di richieste che stanno arrivando di riprendere le attività.
Argomenti che non possono essere ignorati da chi si occupa di educazione e ha a cuore il futuro dei nostri bambini e delle nostre bambine, dei ragazzi e dei giovani.
Esiste un protocollo che evidenzia quanto sia importante, da parte delle scuole, rispettare la legge che sancisce l’utilizzo pubblico delle palestre dopo l'orario scolastico. Ci risulta che in alcune situazioni il Prefetto stesso abbia sollecitato alcuni capi d’istituto per concessioni che erano state negate.
Esiste anche un protocollo della città di Torino (oltre a quelli degli enti e delle federazioni nazionali) redatto dopo il corso con la Facoltà di Medicina (infermieristica) per garantire la prevenzione del contagio. È stato inviato a tutte le scuole e alle associazioni che occupano le palestre e deve essere rispettato: pena la revoca della concessione.
I corsi devono iniziare la prossima settimana e ci sono ancora società che aspettano o si vedono negata, da alcune direzioni scolastiche, l’ utilizzo delle palestre, adducendo motivazioni varie e o legate al Covid.
Inutile parlare di quanto lo sport fa bene alla salute, all'educazione e alla formazione dei nostri figli se poi non gli si concedono le palestre che gli stessi bambini e ragazzi usano al mattino.
A nome di tutte le associazioni chiediamo un impegno a sbloccare immediatamente le palestre chiuse, rimettendole a disposizione dei cittadini e dello sport di base e un incontro urgente con i destinatari di questa lettera.
Inoltre chiediamo alle associazioni, che non l’hanno ancora fatto, di inviarci altre denunce di concessioni respinte per inviarle man mano sempre agli stessi destinatari di questa lettera.
Esiste un regolamento comunale 338 che sancisce la competenza del Comune, per il tramite delle circoscrizioni, nella gestione delle palestre in orario extra scolastico (17.00 - 23.00)

Per UISP - Massimo Aghilar

PER AICS - Ezio Dema

Ufficio stampa UISP - Alma Brunetto comunicazione.piemonte@uisp.it

Ufficio stampa Aics 

 

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
UISP PRESS

 

YOUTUBE

SDA | STRUTTURE DI ATTIVITA' REGIONALI
Torino Web Tv