Comitato Territoriale

Treviso

“Per la salute ogni passo conta”

Uisp Veneto al fianco della Regione per il benessere dei cittadini

“Per la salute ogni passo conta”: parte da qui la campagna che vedrà impegnata l’Uisp del Veneto per tutta l’estate, per far tornare le persone a muoversi. “Ogni passo conta è un titolo importante - spiega Massimo Gasparetto, presidente Uisp Veneto e responsabile delle politiche per la promozione della salute Uisp - è il nome di una campagna dell’Oms, che evidenzia come non sia necessario rispettare le linee guida sui tempi dell’allenamento settimanale, perché anche piccole dosi di movimento quotidiano sono utili e portano benefici. L’Uisp si riconosce molto in questa filosofia, che va nella direzione di facilitare la pratica motoria e sportiva di tutti i cittadini”.

La campagna è realizzata insieme alla Regione Veneto e alle Unità sanitarie locali: i dipartimenti di prevenzione sono molto presi dalla campagna vaccinale, quindi l’Uisp scende in campo in un ruolo sussidiario per coinvolgere e sviluppare insieme ai Comuni veneti una strategia di ripresa del movimento finalizzata al benessere dei cittadini. Alla campagna hanno aderito tutti i comitati Uisp e le Ulss del Veneto: in programma ci sono tre mesi di sport per tutti, con circa 2500 opportunità di incontro. L’iniziativa verrà promossa anche attraverso una campagna social che mira a raggiungere più persone possibili. GUARDA IL VIDEO

“Questa campagna si pone come ponte tra il vecchio Piano della prevenzione, prorogato più volte a causa dell’emergenza pandemica, e il prossimo - prosegue Gasparetto - siamo in una fase di passaggio e l'Uisp è presente ai tavoli regionali per la definizione del prossimo piano, per essere protagonisti nel ruolo di portatori di proposte di movimento, all’interno di una logica di bene comune. L'obiettivo della campagna è essere d’aiuto alle aziende sanitarie per la ripresa dell’attività fisica, per questo stiamo costruendo proposte per i cittadini di varie fasce d’età, con attività gratuite per tornare a muoversi in sicurezza e in situazioni di socialità e fiducia. Infatti, ci sono gruppi della popolazione che si sono fermati durante la pandemia, bambini e anziani in particolare: un aspetto che va intercettato è la ripresa della fiducia verso l’altro, che per lungo tempo è stato visto invece come soggetto potenzialmente pericoloso. Molti nostri gruppi si sono sfaldati perchè le persone avevano paura di stare insieme agli altri, ora dobbiamo invertire questa tendenza. Vogliamo ricreare condizioni di fiducia, benessere, socialità: la Regione ha colto questa esigenza e insieme stiamo costruendo opportunità diverse, varie, semplici, da realizzare nei parchi e all’aria aperta, sempre nell'ottica della ricerca del benessere”.

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE