Nazionale

Uisp Bologna: corso di formazione su sport e disabilità

Il 2 marzo parte la specializzazione sulle disabilità fisiche, mentali e sensoriali. Per favorire l'integrazione nello sport
"Favorire l'integrazione e stimolare le abilità delle persone con disabilità consentendo la formazione di autonomie individuali" è uno degli obiettivi principali di "Sport e disabilità", il corso di specializzazione Uisp che prenderà il via sabato 2 marzo a Bologna. Il percorso di formazione sulle disabilità fisiche, mentali e sensoriali è rivolto a tecnici che hanno già maturato conoscenze ed esperienze relative allo sport, laureati in scienze motorie e a volontari che desiderano prestare il proprio contributo rispetto a queste tematiche. Lo scopo è comune a tutti, ma i percorsi sono differenziati a seconda della preparazione pregressa dei partecipanti. Come dichiara Diletta Rusolo, responsabile disabilità e disagio sociale Uisp Bologna: "Ai volontari che lavorano in ambito sportivo legato alla disabilità spetta una riduzione di ore di frequenza, un esame semplificato e un tirocinio differenziato rispetto ai tecnici in possesso di brevetto poiché solo quest'ultimi potranno condurre un corso da istruttori, mentre i volontari potranno solamente affiancarli".

L'intenzione di valorizzare il "saper fare" che deve contraddistinguere un tecnico educatore si riscontra nel programma del corso che, concentrato in tre weekend, prevede un totale di 48 ore suddivise tra nozioni teoriche relative alla conoscenza delle disabilità di tipo fisico, sensoriale e psichico e didattica applicata riguardante tre aree di impiego a scelta: acqua, palestra e spazi aperti. "Sport e disabilità", primo corso dedicato a vari ambiti sportivi, "ha selezionato queste tre grandi aree - spiega Diletta Rusolo - per poter spaziare tra attività molto diverse tra loro come il nuoto, il fitness, i giochi di squadra in palestra, la danza, il fresbee, il trekking urbano e molto altro". Un tirocinio formativo di almeno venti ore per ogni settore scelto darà la possibilità immediata ai partecipanti di sperimentare sul campo gli insegnamenti teorici appresi mentre la valutazione del tutor si sommerà a un esame finale in giugno che concluderà il percorso di specializzazione.

"Ciò che ci ha spinti a organizzare il corso - sottolinea la responsabile - è la grande richiesta di figure qualificate in questo ambito". Non è infatti casuale la stretta collaborazione con la Fondazione per lo sport Silvia Rinaldi onlus che si occupa principalmente di nordic walking e promuove la socializzazione e la stimolazione di abilità e autonomie nel contesto motorio sportivo a seconda dei bisogni della persona con disabilità. L'autonomia a cui punta "Sport e disabilità" non è solo fisica e funzionale ma sociale e psicologica ed è fondamentale poiché può essere trasferita successivamente ad altri contesti di vita. Ulteriori informazioni nel volantino di presentazione del corso. (di Francesco Zilio, redazione Uisp Bologna)

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

UISPRESS

PAGINE UISP

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP

SPECIALE COVID-19