Settore di Attività Nazionale

Montagna

Test di verifica per OSV Istruttore di Alpinismo
(Ghiaccio e misto)

 Abilitazione e valutazione

 

REQUISITI DI ACCESSO

  1. Essere in possesso della tessera UISP valida per l'anno in corso.
  2. Certificazione medica di sana e robusta costituzione fisica.
  3. Essere in possesso del titolo di O.S.V. L.M. UISP Istruttore di ALPINISMO.

 

DIREZIONE

Formatore Lega Montagna UISP

  

DURATA

20 ore

 

ISTRUTTORI / DOCENTI

Formatori L.M. UISP, Aspiranti Formatori L.M. UISP, Tecnici ed Esperti esterni alla lega e/o all'UISP

  

OBIETTIVO

Verificare nell'aspirante O.S.V.:

  1. Le competenze tecniche e la correttezza dell'approccio generale all'attività alpinistica su ghiaccio o misto.
  2. La capacità di individuare potenziali pericoli legati alle condizioni dell'itinerario da percorrere, alle condizioni e previsioni metereologiche, ecc.
  3. La capacità di individuare accesso, itinerario, vie di fuga, percorso di discesa
  4. La capacità di rispettare i tempi e di prevedere margini per eventuali imprevisti.
  5. La capacità di adottare soluzioni tecniche totalmente efficaci (cioè che raggiungano pienamente lo scopo) e ragionevolmente efficienti (cioè che non implichino un dispendio eccessivo di materiali e/o di energie)
  6. La capacità di mantenersi sempre, nel percorrere l'itinerario, in condizioni di rischio controllato e ragionevolmente basso in considerazione delle varie abilità tecniche e fisiche di ognuno dei compagni di cordata.

 

FINALITA'

Conseguire il titolo di O.S.V. L.M. UISP ISTRUTTORE di ALPINISMO con abilitazione su GHIACCIO E MISTO

 

ATTREZZATURA NECESSARIA

I partecipanti dovranno essere dotati di:
-  Attrezzatura personale necessaria per la pratica dell'alpinismo su ghiaccio e misto.
-  Attrezzatura di emergenza per affrontare eventuali imprevisti.
Il materiale tecnico dovrà essere riconoscibile, certificato ed efficiente.

 

ARGOMENTI

Parte Pratica

In ambiente:

  1. Progettazione e percorrenza in totale autonomia e con soluzioni tecniche liberamente scelte dall'aspirante istruttore di una via alpinistica su ghiaccio o misto di difficoltà D/Dsup e di dislivello non inferiore a 600 metri da capocordata (almeno in parte).
  2. Capacità di lettura della carta topografica e di orientamento sul terreno.
  3. Controllo rigoroso dei tempi di percorrenza.
  4. Predisposizione dei principali ancoraggi su neve e/o ghiaccio.
  5. Allestimento di una sosta su neve e/o ghiaccio.
  6. Progressione in cordata su ghiacciaio.
  7. Organizzazione di recupero di compagno di cordata caduto in crepaccio.
  8. Organizzazione di ricerca con ARVA di un travolto da valanga.

 Colloquio:

  1. Uso e manutenzione delle attrezzature di progressione.
  2. Conoscenza e corretto utilizzo delle attrezzature in funzione della sicurezza.
  3. Conoscenza e adeguato uso di abbigliamento calzature e sistemi di protezione e soccorso.

 

Uispress agenzia stampa settimanale

Rassegna stampa

Biblioteca Uisp