Nazionale

Bicincittà e l'ambiente

Bicincittà è mobilità alternativa, cultura urbana ed educazione ambientale, vuole offrire ai cittadini l’opportunità di vivere una giornata diversa, all’insegna dello sport, del vivere sano e della mobilità sostenibile; è una manifestazione rivolta alle famiglie con l’obiettivo di coinvolgere l’intero nucleo familiare, dai bambini agli anziani, offrendo la possibilità di riappropriarsi di spazi urbani quotidianamente invasi dalle automobili, di vivere una giornata diversa.

Attraverso Bicincittà vogliamo rimettere in gioco l’uomo con le sue capacità di relazione, anche attraverso il corpo, con la  sua fisiologia, con la sua energia perché torni ad essere l’indicatore  di riferimento della qualità della vita delle  nostre città.

Vogliamo rimettere l’uomo in equilibrio con l’ambiente urbano in cui spesso vive, per avviare un processo di cambiamento dei nostri centri urbani e realizzare una  Città a misura d’uomo.

La  pratica diffusa dello sport in città, in particolar modo quello destrutturato: camminare, correre, andare in bicicletta  e/o quello postmoderno: parkour, skate,hip-hop sono  carichi  di significati e contenuti ideologici;  hanno in sé la richiesta di cambiamento  quindi  possono concorre a generare nel cittadino una visione nuova delle potenzialità corporee e nel contempo offrire  a progettisti ed amministratori una dimensione innovativa per ridisegnare gli spazi urbani, pensando alle strade, ai marciapiedi, alle piste ciclabili come grandi impianti sportivi per tutti.

Pedalare, camminare, correre… sono  tutte capacità  che generano   una “mobilità dolce”. 

Una visione dello sport che affronta  il problema dell’inquinamento nel suo complesso, dall’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, alla trasformazione del complesso della mobilità.   

L’invito sarà come sempre per tutti quello di lasciare l’auto a casa e di prendere la bici per respirare un’aria più pulita e godersi davvero la città, incentivando la realizzazione di piste ciclabili e percorsi “sicuri” e sensibilizzando l’opinione pubblica sulla possibilità di usare mezzi alternativi all’automobile perché ogni giorno può diventare più “pulito”.