Nazionale

Bicincittà e la solidarietà

Ogni anno la manifestazione Bicincittà è legata ad uno o più progetti di solidarietà in Italia o all’estero, destinando parte dei proventi derivanti dalle quote di iscrizione.

Nel 2018 i comitati aderenti potranno scegliere di destinare la raccolta fondi ad un’iniziativa locale oppure alla raccolta fondi nazionale qui sotto descritta.

Bicincittà per i bambini rifugiati siriani in Libano

La presenza UISP è sempre più radicata in Libano nella risposta alla crisi umanitaria e a sostegno delle popolazioni più vulnerabili. Siamo presenti ormai da 11 anni è molti sono stati gli interventi a favore delle tante emergenze di questo paese. La guerra civile ha costretto oltre 5 milioni di rifugiati siriani ad abbandonare la normalità della loro vita per cercare rifugio nei paesi confinanti. Il Libano ne ha accolti oltre un milione e la regione della Bekaa circa 357.000 secondo gli ultimi dati forniti dall’UNHCR.

Nei campi informali, costituiti da tende e strutture improvvisate, i rifugiati siriani vivono in condizioni precarie dovute alla mancanza di vestiti, medicinali, acqua potabile.

Dopo l’intervento del 2017 a Macharia al Qaa che ha permesso l’acquisto di un primo Ludobus attualmente operativo con operatori da noi formati e a Qasr dove è stato costruito un campo da calcio a 5 e sono stati tenuti dei training formativi a favore di operatori locali e di Terre des Hommes, l’UISP con Bicincittà 2018 continuerà ad operare in questa parte del Libano che costituisce un emergenza nell’emergenza.

Il nostro coinvolgimento all’interno di un importante progetto di protezione dell’infanzia gestito da Terres des Hommes Italia, finanziato da UNICEF, sarà ancora più decisivo. Il progetto ha l’obiettivo di fornire supporto psicosociale ai bambini e bambine più vulnerabili sopravvissuti a violenza, sfruttamento e abuso.

UISP, forte della propria esperienza, è partner ufficiale di Terre des Hommes nella conduzioni di diverse componenti, quali:

  • Formazione degli operatori di Terre des Hommes e di altre organizzazioni locali in attività ludiche/sportive indirizzate ai bambini favorendo momenti di confronto e dialogo attraverso una serie di training durante il corso dell’anno.
  • Missioni di follow-up volte a seguire gli operatori formati e a monitorare che le nozioni acquisite vengano metabolizzate e applicate sul campo
  • Stesura di un manuale sulle attività di formazione che possa diventare un documento di riferimento non solo per Terre des Hommes ma anche per altre organizzazioni

Contribuiremo inoltre all’acquisto di un ludobus che in queste zone rappresenta l’unica soluzione per raggiungere anche le aree più disagiate.