Comitato Regionale

Toscana

Allenamenti in zona rossa per i tesserati Uisp, arrivano nuovi chiarimenti

La vicenda riguardante la possibilità di allenamenti per atleti iscritti agli Eps in zone rosse, aveva spinto nei giorni scorsi l’Uisp, e successivamente tutti gli Eps, a chiedere con urgenza chiarimenti al Dipartimento per lo Sport.

Successivamente, mercoledì 17 marzo, il presidente nazionale Uisp Tiziano Pesce ha diffuso una nota a tutte le articolazioni associative territoriali, regionali e di attività per informare che, su sollecitazione dell'Uisp, il Coni si era attivato presso il Dipartimento per lo Sport con una comunicazione specifica avente ad oggetto: “sospensione degli allenamenti degli atleti degli EPS  nelle zone rosse”.
La comunicazione faceva seguito ad una nota inviata il 16 marzo da Tommaso Dorati, segretario generale Uisp, nella quale faceva il punto sulla situazione creatasi a seguito del DPCM 2 marzo 2021 ed anticipava era stato richiesto al Segretario Generale del Comitato Olimpico un parere in merito alla possibilità per gli atleti EPS di svolgere allenamenti.

Tiziano Pesce, sottolineando la grave situazione creatasi e la correttezza dell'allarme lanciato dall'Uisp, auspicava il superamento di questa “grave disparità di trattamento riservata agli Eps nel rapporto con gli altri Organismi sportivi". "Se perdurasse - concludeva Pesce - sarebbe da considerarsi un evidente diritto violato ed una pesante discriminazione".
Il giorno successivo, giovedi 18 marzo, un comunicato unitario degli Eps si appellava a Valentina Vezzali, sottosegretario allo sport: “il Governo continua a farci intendere che un atleta con doppia tessera rischia il contagio solo con noi, non con gli altri”.

Sulla vicenda, che sta creando notevoli difficoltà al movimento sportivo di promozione sportiva in tutta Italia, è intervenuto nuovamente il Segretario Generale Tommaso Dorati. Con una nota di ieri pomeriggio, giovedi 18 marzo, chiariva che sulla base della nuova FAQ n. 5 del Dipartimento per lo Sport, in zona rossa sono sospesi gli eventi e le competizioni organizzati dagli EPS, e "sono consentiti gli allenamenti degli atleti agonisti che devono partecipare a competizioni ed eventi di preminente interesse nazionale consentiti ai sensi dell’art. 18 del DPCM del 2 marzo 2021 e non sospesi dall’art. 41, comma 1 del medesimo decreto".

Detto ciò, come confermato anche dalla nota del Segretario Generale Coni Mornati inviata oggi a tutti gli Eps, della quale l'Uisp ha dato tempestiva comunicazione a tutta l'articolazione associativa, "gli allenamenti degli atleti tesserati Uisp che devono partecipare ad eventi e competizioni agonistiche Uisp di preminente interesse nazionale approvati dal Coni e non sospesi (ai sensi del comma 1 dell’art. 41 del DPCM 2 marzo 2021 in quanto previsti nelle c.d. zone rosse) sono consentiti".

Ulteriori chiarimenti e appofondimenti, su questo e su altre emergenze riguardanti la promozione sportiva, arriveranno nei prossimi giorni: "All'inizio della settimana - dice Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp - incontreremo la sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, insieme agli altri Enti di promozione sportiva".

FONTE: UISP NAZIONALE

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
FACEBOOK
 

APP ENTRA FACILE

AREA RISERVATA SOCIETÀ SPORTIVE

UISPPRESS NAZIONALE

 

GIORNALE RADIO SOCIALE

NUOVA CONVEZIONE PER I SOCI UISP

SCOPRI LA CONVENZIONE PER I SOCI UISP