Comitato Regionale

Toscana

"Uguaglianza in gioco ": a Scandicci incontro su identità di genere e discriminazioni nello sport

Quarto appuntamento degli ultimi due anni, organizzato dal Comitato di Firenze, sulle tematiche legate all’orientamento sessuale ed affettivo e all’identità di genere per gli sportivi

“Uguaglianza in gioco” è il titolo del dibattito in programma domenica 13 settembre alle ore 10.00 al Castello dell’Acciaiolo (sala conferenze) a Scandicci. L’appuntamento, inserito nella due giorni della Festa Metropolitana dello Sport, affronterà le tematiche legate all’orientamento sessuale e affettivo e all’identità di genere per operatori e operatrici dello sport. Esponenti del mondo istituzionale, accademico e sportivo, insieme ad attiviste e attivisti si confronteranno sulle buone pratiche da seguire per contrastare il bullismo e l’omo-lesbo-bi-trans-fobia nel mondo sportivo. L’incontro è promosso daUISP Unione Italiana Sport per Tutti Comitato di Firenze, Città Metropolitana di Firenze e Comune di Scandicci. 
“Lo sport è un elemento importante nella crescita e nello sviluppo psico-fisico delle persone - spiegano gli organizzatori- ma l’omosessualità nel mondo dello sport è ancora un tabù, e la percezione delle persone gay, lesbiche, bisessuali e transgender è imprigionata dentro confini colmi di stereotipi e pregiudizi. La sensibilizzazione e la creazione di società sportive e spogliatoi più accoglienti allontana il rischio dell’abbandono dello sport da parte di atlete ed atleti che si sentono non ascoltati o non voluti o addirittura bullizzati per il loro essere se stessi”.


"Proprio per questo continua senza sosta la nostra opera di sensibilizzazione sul rispetto della parità di genere anche nello sport - dichiara il presidente di Uisp Toscana Lorenzo Bani - La nostra azione si sviluppa anche concretamente nella formazione degli organismi dirigenti, nel favorire l'attivita' sportiva femminile o nell'organizzare il torneo nazionale di calcio gay. Siamo inoltre in prima fila nelle campagne contro l'omofobia, la violenza alle donne e a favore della proposta di legge Zan. Lo sport non può essere neutrale quando qualsiasi diritto viene negato. Il convegno è utile e importante e Leonardo Magi rappresenterà la Uisp Toscana al meglio"

“Questo è il quarto appuntamento degli ultimi due anni, organizzato dal Comitato di Firenze, sulle tematiche legate all’orientamento sessuale ed affettivo e all’identità di genere per gli sportivi - aggiunge Marco Ceccantini, presidente dell'Uisp Firenze - Tali argomentazioni sono importanti e devono essere affrontate ed esternate nella quotidianità e, soprattutto, nello sport in quanto momento di socializzazione ed aggregazione.
I media sempre più frequentemente affrontano questi temi nel mondo sportivo visti i crescenti outing di atleti più o meno famosi. Ma si verificano anche episodi discriminatori allo stesso tempo. Anche gli interessi economici sono sensibili a questo argomento e spesso sponsor declinano gli impegni con atleti che hanno dichiarato la loro omosessualità. Basti ricordare la storia di Martina Navratilova. Attraverso lo sport dobbiamo incidere sull’educazione alla tolleranza e al rispetto di ognuno".


Dopo i saluti dell’assessore allo Sport del Comune di Scandicci Ivana Palomba e del presidente Uisp Firenze Marco Ceccantini, sono previsti gli interventi di Natascia Maesi (responsabile Politiche di genere e Formazione di Arcigay), Manuela Claysset (responsabile nazionale Uisp politiche di genere e diritti), Leonardo Magi (responsabile Toscana Uisp politiche di genere e diritti e Assessore allo sport, politiche sociali e pari opportunità Comune di Marciano della Chiana), Niccolò Giannini (Revolution Soccer Team Firenze), Veronica Vasarri (Presidente Chimera
Arcobaleno Arcigay Arezzo). Non mancheranno le testimonianze di alcuni giocatori del Pink Flamingos e Unicorn Team Volley. L’evento è gratuito ed aperto a tutte e tutti.

 

FACEBOOK
 

APP ENTRA FACILE

UISPPRESS NAZIONALE

 

GIORNALE RADIO SOCIALE

NUOVA CONVEZIONE PER I SOCI UISP

SCOPRI LA CONVENZIONE PER I SOCI UISP