Nazionale

A Rimini sono cominciate le finali nazionali del basket Uisp

58 squadre da tutta Italia si sono date appuntamento a Rimini dal 16 al 19 giugno, numeri da record e tanto entusiasmo per quest'edizione.

 

E' cominciato uno dei momenti più attesi della stagione della pallacanestro Uisp, quello delle finali e delle rassegne nazionali che si terranno, come di consueto negli ultimi anni, a Rimini, dal 16 al 19 giugno. Si tratta di un'edizione da record, che vede il più alto numero di squadre partecipanti durante un solo weekend da quando è nato quest'istituto: 58 formazioni, contro una media di circa 40 delle scorse edizioni. "Questo è già un risultato importante per cui vorrei ringraziare i comitati territoriali che hanno fatto davvero un grande lavoro quest'anno per rilanciare la pallacanestro, concentrandosi in maniera sistematica sul giovanile under 20 e andando a consolidare anche il senior maschile e femminile" ha detto Andrea Dreini, responsabile nazionale Pallacanestro Uisp

 

Moltissime le competizioni che si svolgeranno presso i 13 impianti convenzionati su tutto il territorio riminese, a partire dalle finali del Campionato nazionale Amatori e Uisp National Cup, del Femminile e della Coppa Italia Amatori Femminile. Si giocheranno poi la Coppa Italia Amatori e Uisp Master Cup, il Trofeo Arcobaleno e i Campionati Nazionali, sia Giovanili che Over 40-45-50. A questa rassegna parteciperanno formazioni da tutta Italia, isole comprese, coinvolgendo, oltre ad atlete e atleti, 60 arbitri, 20 collaboratori e, ovviamente, accompagnatori e accompagnatrici. "Gli albergatori ci hanno riferito di circa 1100 presenze. Durante le partite speriamo un una grande affluenza: Rimini è un territorio di basket, qui il movimento della pallacanestro Uisp è molto esteso e le finali nazionali hanno sempre un buon livello", ha aggiunto Dreini.


Segnali incoraggianti per la ripresa dello sport di base a partire dai numeri, ma non solo: quest'anno si è tornato a giocare le finali a giugno, mentre l'anno scorso a causa del covid erano slittate a luglio. Due settimane fa a Cesenatico, il 4 e 5 giugno, si sono giocate, infatti, anche le finali del basket in carrozzina, che hanno visto i Delfini 2001 del Montecchio Maggiore laurearsi campioni d'italia Uisp. 

"La nostra pallacanestro è la rappresentazione dello sportpertutti, perchè viene giocata a tutti i livelli. Ci sono persone che hanno lavorato nel basket di alto livello accanto ad amatori, e sul campo ciascuno ci mette davvero il cuore", afferma soddisfatto Dreini. E a proposito di cuore, a questi campionati Uisp partecipa la A.S.D. Cuorematto di Torino, formata da utenti/atleti, operatori del Centro di Salute Mentale e numerosi atleti o ex atleti provenienti da diverse società sportive. Sottolineando, infatti, come nei circuiti Uisp il livello del gioco vada di pari passo con il livello di integrazione fra le diverse competenze, Dreini ricorda: "Stiamo anche lavorando per aggiornare il regolamento in modo da poter inserire dalle prossime edizioni anche il basket integrato". Intanto, si sono già giocate alcune partite, tra cui Attimis Udine vs La Balzana Siena, che ha visto la vittoria di quest'ultima, squadra campionessa in carica per la categoria Amatori. Al termine del match, il coach Covili si è congratulato coi suoi giocatori per la grinta e la compattezza difensiva, ma lo ha fatto anche, ripetutamente, con gli avversari, per la bella partita che hanno disputato (GUARDA L'INTERVISTA). (A cura di Lorenzo Boffa)

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
UISPRESS

PAGINE UISP

SPECIALE COVID-19

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP