Nazionale

Aggiornamento Istat sulle istituzioni non profit nel nostro Paese

Il settore non profit continua a crescere sia per numero di realtà che di dipendenti. Quasi due terzi rientrano nel settore sport, cultura e ricreazione

 

A partire dai dati del registro statistico l’Istat ha aggiornato al 2017 le informazioni sulla struttura e sulle principali caratteristiche delle istituzioni non profit. Nella strategia dei censimenti permanenti, avviati dall’Istat dal 2016, il registro è aggiornato annualmente attraverso l’integrazione di diverse fonti amministrative. La rilevazione campionaria di tipo multiscopo, già realizzata con riferimento ai dati del 2015, è prevista con frequenza triennale.

Nel 2017, le istituzioni non profit attive in Italia sono 350.492, il 2,1% in più rispetto al 2016, e impiegano 844.775 dipendenti (+3,9%). Il settore non profit continua a espandersi con tassi di crescita medi annui superiori a quelli che si rilevano per le imprese orientate al mercato, in termini sia di numero di imprese sia di numero di dipendenti. Di conseguenza, aumenta la rilevanza delle istituzioni non profit rispetto al complesso del sistema produttivo italiano, passando dal 5,8% del 2001 all’8,0% del 2017 per numero di unità e dal 4,8% del 2001 al 7,0% del 2017 per numero di dipendenti.

La struttura delle istituzioni non profit per attività economica risulta sostanzialmente stabile, con il settore della cultura, sport e ricreazione che raccoglie quasi due terzi delle unità (64,5%), seguito da quelli dell’assistenza sociale e protezione civile (9,2%), delle relazioni sindacali e rappresentanza interessi (6,5%), della religione (4,8%), dell’istruzione e ricerca (4,0%) e della sanità (3,5%).

Rispetto al 2016, la crescita del numero di istituzioni risulta più sostenuta al Sud (+3,1%), nel Nord-Ovest (+2,4%) e al Centro (+2,3%). Le regioni più dinamiche sono Campania (+7,2%), Molise (+6,6%), Provincia autonoma di Bolzano (+4,2%), Calabria (+3,3%) e Lazio (+3,1%). Una flessione si rileva per la Sardegna (-5,6%) e, in misura più contenuta, per la Puglia (-1,2%). Nonostante la dinamica più sostenuta del Sud, la localizzazione delle istituzioni non profit si conferma molto concentrata sul territorio, con oltre il 50% delle istituzioni attive nelle regioni del Nord, contro il 26,7% dell’Italia meridionale e insulare.

Il numero di istituzioni non profit ogni 10 mila abitanti è un indicatore che misura la rilevanza del settore non profit a livello territoriale: se al Centro-nord tale rapporto assume valori superiori a 60 (in particolare al Nord-est, dove raggiunge il livello di 69,2), nelle Isole e al Sud è pari rispettivamente a 48,3 e 43,7. (Fonte: Ufficio stampa Istat)

Per leggere la sintesi dell’aggiornamento redatta dall’Istat clicca qui

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

Sex Live

Visit free sexy video chat website chat18.webcam.

UISPRESS

PAGINE UISP

SPECIALE COVID-19

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP