Nazionale

Anche lo sport sociale Uisp al fianco delle donne iraniane

La mobilitazione internazionale coinvolge anche il mondo dello sport, per chiedere di fermare l'ennesima violenza che colpisce le donne

 

 L'Uisp aderisce alle manifestazioni a sostegno della protesta delle donne iraniane e segue con preoccupazione la violenta repressione in atto. La cruenta uccisione della ventiduenne Masha Amini ad opera dei “custodi della morale”, un corpo speciale incaricato di perseguitare le donne che non rispettano il codice di comportamento impostao dal regime islamico di Teheran, ha reso particolarmente visibile, a livello internazionale, l’oppressione delle donne nel sistema patriarcale iraniano.

In questi giorni si susseguono proteste in Italia e nel mondo al fianco delle donne e delle ragazze iraniane, che sono scese per le strade a proprio rischio e pericolo (si contano già decine di morti e centinaia di arresti). Le ragazze mandano al rogo il velo e si tagliano i capelli in segno di lutto e di protesta, rifiutando, nell’esplosione di una lotta che dura da decenni, l’imposizione e quindi il controllo da parte dello Stato sulle loro persone. Molti sono gli uomini e i ragazzi che stanno condividendo questa lotta, una lotta che il regime sta nascondendo, oscurando tutti i contatti social e internet, arrestando giornalisti per impedire ogni libera informazione, perché il mondo non sappia.

La mobilitazione internazionale coinvolge migliaia di persone, per dare voce a quello che sta avvenendo alle donne iraniane: si moltiplica in rete la diffusione di immagini degli scontri, delle manifestazioni, appelli per fermare il regime in questa drammatica situazione. Anche il mondo dello sport si è mobilitato, attraverso gesti simbolici come la protesta di alcuni calciatori della nazionale iraniana che sono scesi in campo coprendo la maglia durante l’inno.
Come Uisp siamo chiamati ad aderire alla mobilitazione e chiediamo ai nostri Comitati di dare spazio a queste voci, di aderire alle diverse attività nel territorio, per chiedere che venga fermata questa ennesima violenza che colpisce le donne.

"La storia lo insegna - dice Manuela Claysset, responsbaile Politiche di genere e diritti Uisp - Sono ancora una volta le donne a portare avanti le battaglie, per i diritti e la libertà. Le immagini che arrivano a fatica dalle piazze delle città iraniane sono drammatiche. Donne di tutte le età che protestano in modo pacifico e vengono picchiate, arrestate, anche uccise. A questa lotta viene espressa solidarietà e vicinanza oramai da tante donne e uomini nelle piazze nel nostro Paese e non solo. Donne impegnate in vari ambiti, dal giornalismo alla politica al cinema hanno deciso di tagliarsi simbolicamente una ciocca di capelli per dare visibilità a questa battaglia. Il 5 ottobre a Piazza del Campidoglio a Roma Amnesty International ha organizzato un presidio a cui anche l'Uisp ha preso parte: il nostro impegno è quello di continuare a tenere alta l'attenzione anche nelle prossime settimane, attraverso il nostro linguaggio, con iniziative sportive specifiche da promuovere insieme ad altre realtà impegnate per la pace, per essere al fianco delle donne iraniane, a tutte le donne che lottano per affermare i diritti di libertà".

In questi giorni, fino al 9 ottobre, Amnesty International sta scendendo in piazza in solidarietà con le persone che stanno manifestando pacificamente in Iran chiedendo rispetto dei diritti umani, verità e giustizia e fine delle norme discriminatorie. Mercoledì 5 ottobre si è svolta la manifestazione a Roma, in piazza del Campidoglio, “Proteggo la protesta delle donne iraniane”, cui ha preso parte anche l'Uisp.
GUARDA IL VIDEO con l'intervento di Tina Marinari, responsabile campagne Amnesty International Italia

L'Uisp sta partecipando alle mobilitazioni organizzate su tutto il territorio, come accaduto nei giorni scorsi a Caltanissetta. La manifestazione, promossa da molte realtà associative del territorio, è stata ripresa anche dalla Tgr Rai della Sicilia GUARDA IL SERVIZIO

Anche il Giornale Radio Sociale ha realizzato un approfondimento legando la conquista delle pari opportunità nello sport all'emancipazione delle donne nel mondo ASCOLTA L'AUDIO

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

UISPRESS

PAGINE UISP

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP

SPECIALE COVID-19