Nazionale

”Comunicare lo sport sociale Uisp”: nuova puntata del podcast con Tiziano Pesce

Si avvicina Vivicittà: come e perchè è importante per l’Uisp la comunicazione sociale attraverso lo sport? Pesce nel podcast ”Comunicar facendo”

 

Siamo alla vigilia di “Vivicittà”, una grande manifestazione nazionale di sport sociale e per tutti. Innovativa nella formula ma anche banco di prova per la comunicazione aociale attraverso lo sport. È un evento che sensibilizza sul valore sociale dello sport e non solo. Vivicittà unisce le strade e le piazze di tutta Italia che, nello stesso momento, correranno per riaffermare il diritto allo sport e ad un ambiente salubre.

Quanto la comunicazione è importante per un evento come Vivicittà? E quanto è importante la comunicazione per un'associazione di promozione sociale e sportiva come l’Uisp? Ne parla Tiziano Pesce, presidente dell’Uisp nazionale nella nona puntata del podcast Uisp “Comunicar facendo, il terzo racconto”. Il podcast è stato ottenuto sintetizzando gli interventi di Tiziano Pesce in occasione dell'incontro nazionale della rete dei comunicatori Uisp che si è tenuto a Roma il 19 e 20 febbraio scorsi. 

Raccontare lo sport sociale per tutti e tutte Uisp nel rispetto dei territori ma in modo unitario. È ciò su cui si concentra il presidente Pesce. “La nostra comunicazione è un sistema vasto e aperto e che dialoga con tutti i nodi associativi insieme ai contenuti informativi, ai tesserati e ai sodalizi affiliati così come a chi associato non lo è ancora e potrebbe avvicinarsi al nostro movimento. Ma anche a chi è impegnato nel sociale, all'opinione pubblica, alle istituzioni e al mondo della politica, al sistema sportivo e al terzo settore e i media. I media con i vari pubblici che si addizionano che si mescolano. Comunicazione, informazione e servizi si integrano in un sistema che ha dimostrato e continua a dimostrare di essere aperto e disponibile ad ogni tipo di sperimentazione e di innovazione che parte dalla centralità dei territori. Un sistema ad albero che immaginiamo con radici e tronco forti nel livello nazionale, rami rigogliosi negli snodi centrali regionali con una folta ‘chioma’ nei comitati territoriali. Nel territorio c’è quella ‘chioma’ che cattura l'energia solare e la fa diventare un albero che rappresenta la metafora di una grande redazione. Siamo chiamati a un lavoro di squadra in cui tutti i comunicatori e le comunicatrici dell'Uisp sono chiamati e chiamate all’impegno in una squadra senza riserve con una visione sul futuro. Un'unica linea editoriale che ci unisce visto che ‘scriviamo tutti sullo stesso giornale’. I Comitati e i settori di attività devono orientarsi nel comunicare in maniera unitaria tutta l’Uisp. Un ente sportivo di terzo settore che incarna la transizione sportiva così come quella ecologica e quella economica passando per quella demografica digitale così come abbiamo evidenziato nel prodotto editoriale del ‘Discobolo’”.

Pesce evidenzia l’opportunità di creare una sinergia tra tutte le reti nodali che compongono l’Uisp per offrire tante attività sportive e non solo a tutte e tutti e raccontarle al meglio. “Siamo chiamati a fare la nostra parte per promuovere lo sport e il ruolo educativo che esso rappresenta e cercare di renderlo alla portata di tutti e tutte. Lo sport deve essere inserito nelle politiche pubbliche per costruire welfare e benessere di comunità. Serve un lavoro di sinergia con tutti i punti nodali della nostra rete associativa e di forte collaborazione con tutti i soggetti che condividono con noi le medesime idee di sviluppo e di società. La promozione della salute, la sostenibilità ambientale, i beni comuni, l’intercultura, la cooperazione e il riaffermare diritti per tutte e tutti significa mettere in atto scelte politiche chiare per superare le disuguaglianze e le povertà e sostenere l’inclusione sociale. Dobbiamo porci obiettivi ambiziosi e azioni mirate. Pertanto, non possiamo dimenticare la diversa cultura sportiva che esiste in Italia e che ci fa primeggiare nei tassi di sedentarietà. Dobbiamo rivolgerci anche a chi non svolge attività sportiva portando la nostra proposta di sport alle persone e lo dobbiamo comunicare”.  

Oltre a ciò, Pesce sottolinea l’importanza del sistema di comunicazione integrato nel raccontare i progetti che sono e saranno elemento centrale nel presente e nel futuro dell’Uisp che ha avviato “azioni concrete e replicabili tramite un percorso con laboratori comuni utilizzando i progetti che permettono di introdurre nuove sinergie. Lo abbiamo dimostrato sul campo nelle ultime due annualità con il progetto ‘Sport Per Tutti’ dove sono state colte quelle opportunità dove sono stati coinvolti gli ambiti regionali. Un progetto molto ambizioso per i territori con obiettivi chiari per salute e ambiente dove il recupero degli spazi urbani diventa fondamentale. Così come importante è il nuovo progetto ‘Uisp Transport’ che presenteremo a breve. Il lavoro a progetti sta modificando l’Uisp e il tutto il terzo settore con contenuti e competenze da possedere sempre più ampie così come più ampi sono i canali da utilizzare”.

La sfida per il futuro è sviluppare e rafforzare le competenze per comunicare lo sport sociale su tutti i media con passione e amore per l’Uisp. “Comunicazione e sport sociale entrano in un rapporto sempre più stretto. Media nuovi e tradizionali interagiscono in nuove forme e c’è bisogno di mettere in campo una comunicazione che sfrutti tutti i canali di comunicazione possibili in un sistema integrato. C’è necessità di strumenti del mestiere da condividere ogni giorno in una cornice di credibilità tenendo alla valorizzazione e alla reputazione dell’Uisp. Il baricentro rimane la piattaforma del sito internet Uisp ma ad esso si sommano i vari canali in cui siamo presenti come i vari social media, l’app Uisp, ai strumenti consulenziali e di marketing, Sport Point, area riservata e registri e molto altro. L’ecosistema Uisp deve rispecchiare i valori costitutivi e statutari che la caratterizzano. La transizione sportiva è alla prova del ‘terzo racconto’. Confrontiamoci, condividiamo e formiamoci continuamente per rafforzare l’Uisp ed essere sempre assetati di conoscenza ma senza sentirsi mai arrivati. La passione e l’impegno per la nostra cara Uisp saranno ingredienti fondamentali per il nostro agire associativo quotidiano”, conclude Pesce. (a cura di Edoardo Scali)

UISPRESS

PAGINE UISP

AVVISO CONTRIBUTI ASD/SSD

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

Podcast

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP