Nazionale

Corsisti Vela Uisp salvano un turista in difficoltà sul Lago Maggiore

E' successo in provincia di Varese: gli allievi del corso base “Aiuto marinaio” sono intervenuti risolvendo la situazione. Parla L. Causin

 

Nella mattinata di sabato 28 maggio l’equipaggio del Club Velico Velagranda Varese, affiliato Uisp Varese, stava veleggiando nello specchio d’acqua antistante il porto di Luino, svolgendo l’ultima lezione del corso base “Aiuto marinaio” in cui gli allievi imparano ad effettuare ormeggi e disormeggi, le andature, la sicurezza prima e durante la navigazione e la manovra di “recupero uomo a mare”.

Dopo qualche ora di navigazione, gli istruttori Flavio Ossati e Nicolò Ferri hanno scorto in mezzo al lago, a grande distanza dalla riva, tra Maccagno e Luino, quello che ad una prima occhiata poteva essere scambiato con un tronco o un altro oggetto galleggiante. L’esperienza maturata dagli istruttori negli anni sul lago Maggiore, e le condizioni meteorologiche, li ha portati in pochi secondi a rendersi conto che si trattava invece di un giovane in grave difficoltà. Immediatamente hanno ordinato all’equipaggio, composto da Giorgio e Stefano Saporiti, di eseguire la manovra di “recupero uomo a mare”. Gli allievi, con l’aiuto degli istruttori, hanno dato prova di aver imparato alla perfezione la manovra, provata più volte nelle lezioni precedenti, e sono riusciti a trarre in salvo il giovane.

"Questa avventura a lieto fine conferma l'importanza della sicurezza e della formazione, elementi fondamentali della nostra attività - commenta Loris Causin, responsabile nazioale Vela Uisp - la nostra passione per la sicurezza salva la vita. L'equipaggio di Velagranda era preparato non solo sulla navigazione ma anche a reagire in modo corretto ad una situazione imprevista di bisogno. Sicurezza è la nostra parola d’ordine, intesa a 360°: lo insegniamo in tutti i nostri corsi, partendo dalle attrezzature e gli strumenti necessari a garantire l'incolumità di tutti, fino ad arrivare alla gestione delle emergenze". 

Una volta issato a bordo, dopo i primi soccorsi e dopo essersi ripreso per l’incredibile sforzo, Can G., giovane turista tedesco, ha spiegato la dinamica dell’incidente: nella mattinata, sottovalutando il forte vento, stava facendo il bagno a Maccagno. La forte corrente del lago gli ha però impedito di rientrare a riva e, nonostante gli sforzi del nuotatore, continuava a spingerlo sempre più lontano verso il centro del lago. Ormai allo stremo delle forze, non riuscendo a farsi vedere dalla costa nè a combattere la corrente, aveva deciso di lasciarsi trasportare dalla stessa nel folle tentativo di raggiungere la riva opposta. Una volta tratto in salvo in giovane, e curati i primi sintomi di ipotermia, l’equipaggio del Club Velagranda con la sua barca a vela, lo ha riportato a riva.

Il Club Velico Velagranda Varese è stato il primo promotore di un corso Uisp Vela sul Lago Maggiore, nel 2017, e apripista di tutti i successivi corsi della sicurezza sui laghi lombardi. In quel primo corso si era simulato un naufragio sulle rive di Luino proprio per sviluppare le capacità dei velisti partecipanti, sia del Club che degli altri Circoli velici Uisp Varese, ad affrontare situazioni di emergenza in sicurezza. Per maggiori informazioni: www.velagranda.it.

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

Sex Live

Visit free sexy video chat website chat18.webcam.

UISPRESS

PAGINE UISP

SPECIALE COVID-19

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP