Nazionale

La Lega nuoto ha confermato Massimo Tesei alla presidenza

A Rimini, durante l'Assemblea nazionale del 17-18 novembre, è stato rieletto Massimo Tesei. Il suo programma per il nuoto Uisp

Massimo Tesei è stato riconfermato alla presidenza della Lega nazionale nuoto Uisp, durante l’assemblea nazionale della Lega, che si è svolta a Rimini il 17 e 18 novembre. I delegati presenti erano circa ottanta, che hanno eletto i 21 consiglieri su proposta emersa dalla commissione elettorale nominata durante l’assemblea, non essendo stata presentata alcuna lista in precedenza. “Il 70% dei consiglieri – spiega Massimo Tesei - proviene dal mandato precedente ed è stato integrato da alcuni nuovi inserimenti. È aumentata la presenza femminile e l’età media è scesa: questo è sicuramente segno di un rinnovamento interno alla Lega. Non ci sono state esclusioni per limiti di età o raggiungimento di un massimo di permanenza nel consiglio, abbiamo voluto inserire nuovi elementi in sostituzione di quei consiglieri che sono stati poco protagonisti nel vecchio mandato. A prescindere da età anagrafica o militanza, abbiamo coinvolto dirigenti che possano dare un contributo ai nuovi obiettivi della Lega e che possano supportarli con partecipazione e presenza ai lavori dei prossimi quattro anni”.
 
Quali temi sono stati al centro della discussione assembleare?
“Nella mia relazione di fine mandato e nell’intervento di chiusura dell’Assemblea ho puntato l’attenzione su alcuni temi in particolare: unità, collaborazione e consonanza con le politiche della Uisp. Secondo me nella nostra Lega, che insieme al calcio è tra i movimenti più grandi dell’associazione, è di fondamentale importanza che ci sia unione tra i dirigenti e condivisione nel portare avanti tutte quelle politiche che si ricollegano alla mission dell’Uisp nazionale. La Lega non deve apparire staccata dall’associazione, ma esserne parte integrante occupandosi di nuoto. Io sono nato dentro questa associazione, mio padre mi ha trasmesso i suoi valori e non posso immaginare una Lega nuoto che si allontani dai valori Uisp. Tutti i dirigenti che hanno accettato di far parte del consiglio hanno condiviso questa sentire, da me esposto come premessa fondamentale in modo chiaro e preciso”.
 
Qual è il tuo programma per i prossimi quattro anni della Lega?
“Al primo posto dell’agenda della Lega ci sarà la formazione, un settore importante che darà sicuramente maggiore credibilità e professionalità ai nostri tecnici e associazioni. Abbiamo iniziato un percorso importante, che ritengo unico nel nostro territorio nazionale: insieme a professionisti individuati anche fuori dalla nostra equipe didattica e sparsi nei territori, stiamo lavorando e andremo avanti fino alla fine di questa stagione. È un lavoro unico che ancora non esiste in Italia e che assume grande importanza per il nuoto promozionale e di base: con la nostra professionalità diventeremo un punto di riferimento per il nuoto sul territorio. Il secondo elemento sarà la valorizzazione del lavoro delle società sportive. Svolgono, infatti, nel territorio un’operazione sociale importante, che le differenzia dalle altre società sportive per la loro attenzione non solo allo sport ma anche al ruolo sociale da sviluppare sui territori di competenza. Penso alle attività con i diversamente abili e le famiglie con difficoltà economiche, a cui si propone attività a costi accessibili, in casi particolari anche gratuita”.

Tesei ha rimarcato il valore di eventi sul territorio come NuotiAmo, che si augura diventi un grande evento Uisp e la creazione delle  “Case del nuoto Uisp”: “Abbiamo consegnato la certificazione nazionale a cinque società sportive che si occupano di nuoto con buoni risultati tecnici, ma si sono anche contraddistinte per l’operato sociale e solidaristico. I risultati in ambito agonistico sono già arrivati, a conferma che nelle nostre società la parte tecnica viene gestita da professionisti che fanno crescere talenti nel nuoto mondiale”.
 
Che contenuti vorreste portare al Congresso nazionale Uisp di aprile 2013?
“Ritengo che questa associazione abbia potenzialità enormi e quello che spero, sia all’interno della Lega che a livello nazionale, è che ci sia forte unità e collaborazione tra il gruppo dirigente. Lavorando su questi aspetti la Uisp riuscirà a diventare più incisiva con le proprie politiche in tutto il territorio nazionale. Dobbiamo dimostrare di essere un'associazione forte e unita, che crede nei valori che trasmette dalla sua nascita”. (E.F.)

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

UISPRESS

PAGINE UISP

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

Podcast

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

SPECIALE COVID-19