Nazionale

Lega danza Uisp: Furio Bologni confermato alla guida

L'assemblea nazionale di Rimini, 17-18 novembre, ha rinnovato la fiducia al presidente uscente Furio Bologni. L'intervista

E’ ancora Furio Bologni l’uomo della Lega danza Uisp. Toccherà a lui presiedere per altri quattro anni danzatori e ballerini Uisp di tutte le età verso ogni offerta disciplinare, culturale e sperimentale dello sportpertutti.
Per Bologni il nuovo mandato come presidente nazionale della Lega danza Uisp arriva dall’assemblea nazionale di Rimini, il 18 novembre. Un voto all’unanimità da parte del consiglio - 15 membri, di altrettante differenti regioni – che affida al suo presidente il compito di proseguire lungo la strada della crescita. Il bilancio della Lega danza si riassume, infatti, con un segno positivo e un saldo di +20mila tesserati rispetto a quattro anni fa. 
 
L’assemblea di 44 delegati, di cui 34 votanti, ha voluto il rinnovamento del 50% dei membri del consiglio, in un giusto equilibrio tra esperienza e innovazione. Un consiglio, quello della Lega danza, che è stato composto seguendo una linea politica ben precisa: un rappresentante per regione. Il progetto politico, infatti, mette al centro lo sviluppo delle strutture regionali come filtro tra le esigenze delle società sportive sul territorio e le indicazioni che arrivano dalla struttura nazionale, come spiega lo stesso neopresidente Furio Bologni.
 
Ad affiancarlo ci sarà Clelia Santulli (Lazio) eletta vice presidente. In Consiglio: Ivano Pollini (Emilia Romagna), Stefano Moscetti (Umbria), Tiziana Montani (Marche), Laura Cernigliaro (Lombardia), Alessandro Gambarotto (Piemonte), Francesco Puzzanghera (Sicilia), Salvatore Giuliano (Trentino), Angela Galli (Liguria), Manuela Tarantino (Puglia), Rosanna Giamberini (Campania), Maria Gresia (Calabria), Elisa Concetto (Abruzzo), Liana Polacco (Veneto). Grande, quindi, la presenza delle donne nell’apparato dirigente della Lega: sono 9 su 15.    
 
Un’agenda politica fitta, quella di Bologni. Due le priorità: rafforzare la comunicazione sia interna che esterna alla Lega danza Uisp e incrementare la partecipazione di tutte le regioni ad ogni tipo di proposta che il nazionale metterà in campo. Insomma, dovranno esserci tutti, sempre. Da Nord a Sud. La voce di questa unione sarà come di consueto Radio Danza, mentre il racconto audio/video delle grandi manifestazioni debutterà presto con la diretta streaming sul sito istituzionale.
 
Tra i temi più discussi dall’assemblea di Lega, quello della legge di supporto agli artisti. “La chiederemo perché molte scuole di danza, definite più artistiche, non hanno le stesse agevolazioni di quelle sportive – spiega il neopresidente della Lega danza Furio Bologni - Chiederemo anche una ripartizione delle agevolazioni e dei supporti agli artisti professionisti ma anche dilettanti”.
 
"L’anagrafe regionale delle scuole di danza sarà strumento indispensabile per il coinvolgimento di ogni porzione di territorio perché tutti siano ascoltati, perché tutti possano essere partecipi di piccole e grandi innovazioni. Al Congresso nazionale – anticipa Bologni - verrà avanzata la richiesta di risorse economiche e supporto nei servizi assolutamente proporzionali alla crescita di ogni Lega". (L.B.)

Leggi la relazione del presidente della Lega danza Uisp approvata all'Assemblea nazionale

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

UISPRESS

PAGINE UISP

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

Podcast

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

SPECIALE COVID-19