Nazionale

L'Uisp al convegno sul doping organizzato dal ministero della Salute

Si terrà lunedì 20 novembre a Roma l'appuntamento dal titolo “La tutela della salute nelle attività sportive e la lotta al doping”

 

Il Centro nazionale dipendenze e doping in collaborazione con il ministero della Salute, Direzione generale della prevenzione sanitaria ufficio 6, organizza per lunedì 20 novembre il convegno nazionale “La tutela della salute nelle attività sportive e la lotta al doping”.  L’incontro si terrà a Roma presso l’auditorium del ministero della Salute in Lungotevere Ripa 1 ed avrà inizio alle 9 con il saluto della ministra della salute Beatrice Lorenzin. Tra i relatori è stata invitata anche Daniela Rossi, responsabile ufficio politiche per la salute e l'inclusione Uisp, che interverrà con la relazione “Formazione e Informazione: il progetto “Positivo alla salute” della Uisp”, alle ore 12.

Il progetto Uisp ha coinvolto studenti delle scuole superiori in una campagna di comunicazione e informazione contro il doping e per la tutela e promozione della salute. I ragazzi alla fine del percorso hanno prodotto dei materiali multimediali, fumetti, video, canzoni e addirittura in una sfilata di abiti, che rappresentassero il loro impegno a non cercare scorciatoie per prevalere nella vita, la volontà di rispettare se stessi e gli avversari, riconoscendo i propri mezzi e i propri limiti, per diventare uomini e donne coraggiosi e leali. Tutti i materiali prodotti dai ragazzi delle otto città coinvolte sono scaricabili dal sito positivoallasalute.uisp.it

GUARDA IL VIDEO del servizio realizzato dalla Tgr Rai delle Marche in occasione dell'evento finale del progetto a Pesaro

“Il doping, definito come “uso di sostanze o adozione di pratiche mediche non giustificati da condizioni patologiche, finalizzati al miglioramento della prestazione agonistica” rappresenta un problema riguardante non solo l'etica sportiva, ma anche la salute pubblica – scrive il ministero nella presentazione del convegno -  L’attività sportiva, infatti, deve essere diretta alla promozione della salute individuale e collettiva e formata/informata al rispetto di principi etici ed educativi (Convenzione di Strasburgo, novembre 1989). Nonostante gli sforzi compiuti dalle autorità competenti in materia di doping (NADO Italia, SVD del Ministero della Salute), il fenomeno sembra essere quanto mai diffuso, soprattutto tra gli atleti amatoriali e non professionisti. La legge 376/00 affida alla Sezione per la Vigilanza sul Doping e per la tutela della salute nelle attività sportive (SVD) sia compiti di natura formativa/informativa che compiti di natura più strettamente “repressiva” del fenomeno (controlli antidoping sui praticanti attività sportiva). Per massimizzare l’efficacia degli interventi, tuttavia, si rende quanto mai necessaria la massima collaborazione e concertazione tra i vari attori in campo (rappresentanti delle società sportive, forze dell’ordine, medici dello sport etc.), che attraverso la condivisione delle rispettive competenze, possono rendere più incisiva la lotta contro il doping".

Per il programma del convegno clicca qui

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

Sex Live

Visit free sexy video chat website chat18.webcam.

UISPRESS

PAGINE UISP

SPECIALE COVID-19

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP