Nazionale

L'Uisp sulla Rai con Vivicittà nel carcere di Augusta

Vivicittà Porte Aperte: la corsa per la pace arriva nel carcere di Augusta e a Giarre. Ecco il servizio della TgrRai Sicilia

 

Anche quest'anno Vivicittà è arrivata nelle carceri con “Porte Aperte”, il progetto che ha portato la corsa Uisp negli istituti penitenziari d'Italia. Dopo le prime date di aprile, sabato 7 maggio Vivicittà è arrivata all'interno del carcere di Augusta (Sr). I detenuti hanno preso parte alla corsa per la pace nel segno dell'inclusione, con una corsa di 3 km intorno al campo sportivo della casa di reclusione. Sono stati coinvolti 16 atleti detenuti, un gruppo di podisti esterni e la marciatrice italiana, vincitrice di 11 titoli italiani, Federica Curiazzi. 

"Fare attività fisica ci fa stare bene, si dovrebbe fare più spesso", dice Giuseppe Santonocito, detenuto e podista, in un servizio della Tgr Rai Sicilia. "E' un momento di aggregazione, di inclusione sociale. I podisti sono accomunati tutti da un'unica passione: lo sport che non ha barriere e ti rende libero", dice Angela Lantieri, direttrice della casa di reclusione di Augusta. Dalle celle il tifo degli altri detenuti. "Lo sport rappresenta un'occasione per socializzare nel rispetto delle regole e nel rispetto dell'altro", afferma Dario Maugeri, comandante della polizia penitenziaria di Augusta. "Non sono semplici attività di intrattenimento: mirano a rendere il detenuto più sereno", spiega Franca Nicolosi, capo area trattamentale.

Infatti, Vivicittà è una manifestazione che mira all'inclusione, alla tolleranza e all'accoglienza per superare le barriere della detenzione. A tagliare il traguardo è stato Salvatore Capone: "Lo sport è molto importante, mi ha aiutato a superare momenti duri e ancora mi farà compagnia". Maurizio Bafumi è arrivato terzo: "Sono mesi che mi alleno duramente, il terzo posto è ottimo". 

GUARDA IL SERVIZIO DELLA TGR RAI SICILIA 

 

Sabato 14 maggio Vivicittà Porte Aperte arriverà a Giarre: prevista una camminata ludico motoria, a partire dalle 11. 

Sabato 2 aprile i primi a scattare sono stati i detenuti della della Casa circondariale Luigi Bodenza di Enna, seguiti dai podisti dell'Istituto Penitenziario Minorile di Bicocca a Catania lunedì 4 aprile, e da quelli di Ragusa mercoledì 6. Sabato 9 aprile è stata la volta dell’istituto penale minorile di Quartucciu a Cagliari e del carcere di Voghera, mentre il 30 aprile è stata la volta del penitenziario di Civitavecchia. 

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

virtualbb.com chat18.webcam

UISPRESS

PAGINE UISP

SPECIALE COVID-19

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP