Nazionale

Partire col piede giusto e "Marcare la meta"

Il nuovo anno si è aperto con un positivo incontro tra i vertici di Sport e Salute e i presidenti degli Eps. Le valutazioni di Tiziano Pesce

 

Il 2023 rappresenta per il movimento dello sport di base italiano uno spartiacque importante, sono molte le aspettative e su tutte quella di lasciarsi definitivamente alle spalle la lunga stagione dell’emergenza sanitaria da Covid-19, insieme all’auspicio di superare caro bollette e crisi energetica.

Trai primi appuntamenti istituzionali d’inizio anno si registra l’importante incontro di approfondimento e confronto tra i vertici di Sport e Salute SpA, con il presidente Vito Cozzoli e il direttore generale Diego Nepi Molineris, e i presidenti degli Enti di Promozione Sportiva, che si è tenuto giovedì 12 gennaio, a Roma, presso il Centro Giulio Onesti. Particolarmente significativa la presenza di Mario Pozzi, capo della Segreteria tecnica del ministero per lo Sport e i Giovani; ha partecipato all’incontro anche lo staff della neo Direzione Impact, diretta da Rossana Ciuffetti.

Durante i lavori è emersa la soddisfazione condivisa per la proficua collaborazione visibilmente cresciuta negli ultimi tre anni tra il braccio operativo del Governo in materia di sport e stili di vita e gli Eps. Al centro della riunione le strategie per valorizzare ancora maggiormente gli Enti di promozione sportiva all’interno del nuovo modello di governance del sistema sportivo, con l’obiettivo primario dall’allargamento della base dei praticanti, tenendo anche presente la specificità degli Eps quali Associazioni di Promozione sociale e Reti associative.

“Non possiamo che essere molto soddisfatti dell’incontro con la società Sport e Salute – afferma Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp – appuntamento in cui abbiamo gettato ulteriori basi di un percorso che dovrà essere, nel rispetto del ruolo di ciascuno, sempre maggiormente sinergico e virtuoso, rafforzando il baricentro delle collaborazioni e delle azioni sul territorio e i sostegni agli organismi sportivi, alle associazioni e alle società sportive. L’Uisp è stato uno degli enti che da subito ha colto con grande favore le opportunità della riforma del sistema sportivo, con l’obiettivo che lo sport diventasse una vera politica pubblica per il Paese. In tal senso sono più che significativi i primi indirizzi politici del ministro Andrea Abodi, che tra l’altro incontreremo a breve, sulla valorizzazione dello sport sociale e per tutti, che hanno già portato a maggiori investimenti sia in termini di risorse ordinarie che straordinarie. Sport e Salute, inoltre, ci consentirà nei prossimi mesi di mettere in circolo sostegni importanti alle attività sportive, e quindi ai sodalizi e alle famiglie, per ridurre l’impatto del caro bollette e del caro energia”.

“Nel mio intervento – aggiunge Pesce – ho voluto sottolineare anche l’importanza del percorso avviato dalla società presieduta da Vito Cozzoli sulla certificazione dei bilanci, sulla maggiore oggettività raggiunta nel “pesare” le attività degli organismi, sull’aver alzato l’asticella della trasparenza, della valutazione d’impatto sociale, con l’auspicio che, grazie soprattutto al lavoro del nuovo Dicastero per lo Sport, si possa anche arrivare all’indispensabile armonizzazione tra le riforme legislative dello sport e del terzo settore, continuando a lavorare su correttivi, implementazione delle funzionalità del Registro delle attività sportive dilettantistiche e, nel rapporto con il Coni, sostenere l’obiettivo di raggiungere quanto prima una giusta e indispensabile definizione degli ambiti di attività dei diversi Organismi sportivi nazionali”.

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

UISPRESS

PAGINE UISP

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

Podcast

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

SPECIALE COVID-19