Nazionale

Politiche educative e inclusione Uisp

 

Lo scenario in cui le politiche educative e di inclusione agiscono è molto complesso e non riguarda solo i bambini e le bambine, ma tutte le persone giovani e meno giovani che per svariate ragioni rischiano di non vedere riconosciuti i propri diritti di crescita, di educazione e inclusione sociale. E lo sport, inteso come bene sociale che interessa anche l’educazione e le relazioni tra le persone, rappresenta un diritto a cui nessun essere umano può e deve rinunciare.

L’Uisp traccia percorsi di dialogo e di apertura verso la comunità, le istituzioni e le amministrazioni con l’intento di creare una comunità educante che possa prendersi cura delle persone più fragili. Da questo dialogo e confronto, nascono nuove opportunità per garantire il diritto allo sport per tutti, come i patti educativi di comunità o anche i tantissimi progetti che promuovono movimento e sport come strumenti in grado di contrastare la povertà educativa e la dispersione scolastica.

La tutela dei minorenni vede l’Uisp impegnata come sempre a combattere gli abusi e le violenze nello sport e ha portato l’associazione ad unirsi Dipartimento dello sport insieme a 26 enti e associazioni a dar vita alle campagne nazionali “Battiamo il silenzio” un processo in grado di promuovere la “vera” prevenzione che prima di essere un fatto tecnico, è un percorso culturale che impegna tutto il mondo adulto. I protocolli di intesa con le varie istituzioni rendono l’Uisp associazione riconosciuta ad operare in contesti diversi: dalla scuola alla strada, dagli impianti sportivi alle periferie territoriali, dalle carceri ai centri di salute mentale.

Per gli approfondimenti clicca qui

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

Sex Live

Visit free sexy video chat website chat18.webcam.

UISPRESS

PAGINE UISP

SPECIALE COVID-19

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP