Nazionale

Prosegue l’impegno Uisp per l’inclusione con Vivicittà-Porte Aperte

In arrivo nuovi appuntamenti con la corsa Uisp nelle case circondariali del Paese: si corre il 16 maggio a Ferrara e il 18 a Voghera

 

Vivicittà-Porte aperte non si ferma: il messaggio di inclusione lanciato dalla manifestazione podistica Uisp continua il suo viaggio per l’Italia, con nuove tappe nelle Case circondariali del Paese.

I prossimi appuntamenti in programma sono giovedì 16 maggio a Ferrara e sabato 18 maggio a Voghera (Pv).

La tappa di Ferrara si correrà a partire dalle 10 di giovedì 16 maggio: nel cortile interno della casa circondariale della città i partecipanti percorreranno per quattro volte il percorso disegnato per un totale di 3 km. Sono una cinquantina gli atleti attesi, tra esterni e interni: parteciperà anche Caterina Mangolini, vincitrice di Vivicittà 2024 a Ferrara.

“Vivicittà si inserisce all’interno della convenzione sottoscritta con il Comune di Ferrara - racconta Andrea De Vivo, vicepresidente Uisp Ferrara - nell’ambito di questo accordo organizziamo varie attività continuative durante tutto l’anno come corsi di pallavolo e ginnastica total body, o corsi per arbitri. Periodicamente svolgiamo tornei di calcio balilla e partite di pallavolo con squadre esterne, oltre al tradizionale appuntamento con Vivicittà. I detenuti ci tengono, quando le attività tardano ad iniziare sono loro a sollecitare la direzione per la ripresa di corsi ed iniziative”.

A Voghera, invece, Vivicittà arriverà sabato 18 maggio a partire dalle 9: la corsa si terrà nel cortile interno dove verrà ripetuto più volte un percorso per arrivare ad un totale di 2 km. Quello di Voghera è un carcere di massima sicurezza e la partecipazione è riservata ai detenuti comuni, i partecipanti saranno una ventina che correranno fianco a fianco con i gli operatori Uisp; verranno premiati i primi tre classificati.

Anche in questo caso le attività si svolgono lungo tutto l’anno e a breve partirà un torneo di calcio: “Sabato 8 giugno iniziamo un torneo di calcio a 5 che coinvolgerà 90 detenuti di media sicurezza suddivisi in 9 squadre - spiega Gianni Tempesta, responsabile delle attività in carcere - Il torneo, che si chiama Calcio senza barriere, andrà avanti per tutta l’estate e la finale si giocherà l’ultima domenica di agosto. I vincitori incontreranno la squadra che vincerà i Mondiali antirazzisti che si svolgeranno a settembre a Voghera”.

 

Sabato 11 maggio Vivicittà-Porte aperte si è corsa ad Enna, nella Casa circondariale Luigi Bodenza (GUARDA LE FOTO); mercoledì 8 maggio, invece, la manifestazione Uisp è giunta nella Casa Circondariale di Caltanissetta. Ha partecipato una rappresentativa delle classi quinte del liceo scientifico "A. Volta", accompagnata dalla professoressa Patrizia Terrana. (A cura di E.F.)

UISPRESS

PAGINE UISP

AVVISO CONTRIBUTI ASD/SSD

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

Podcast

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP