Nazionale

Proseguono le consulenze di Sport Point sul lavoro sportivo

Mercoledì 21 giugno nuova consulenza gratuita del progetto Sport Point, per orientare i dirigenti sportivi di base alla vigilia di una riforma importante

 

Il tema del momento per il mondo sportivo è senza dubbio quello del lavoro sportivo: il prossimo 1° luglio entreranno infatti in vigore le modifiche normative previste dal decreto legislativo 36/2021.
Quale inquadramento prevedere per i lavoratori sportivi? Quali contratti? Quali sono gli ulteriori correttivi normativi annunciati dal Governo? L’Uisp, settimana dopo settimana, intensifica le azioni informative a supporto del movimento dello sport di base e, nell’ambito del progetto Sport Point, sostenuto per la seconda annualità da Sport e Salute SpA, dedicherà a queste importanti tematiche il nuovo appuntamento che si terrà on line mercoledì 21 giugno, dalle ore 18:00 alle 20:00, dal titolo “Gli adempimenti legati alla riforma del lavoro sportivo”. Relatrice la dott.ssa Francesca Colecchia, consulente Arsea srl.

Per iscriversi clicca qui

La partecipazione agli incontri di Sport Point, lo ricordiamo, è completamente gratuita ed aperta a tutti, anche ai non soci Uisp. 

Il tema del lavoro sportivo è al centro dell’impegno Uisp di questi anni, nel richiedere le giuste tutele per lavoratori e lavoratrici e allo stesso tempo nel pretendere con decisione che il legislatore le accompagnasse sostenere concretamente le associazioni e le società sportive, nonché gli stessi organismi sportivi, in questo delicato passaggio. L’Uisp continua poi a non perdere di vista il fondamentale aspetto delle semplificazioni, che deve rimanere in cima alle priorità per assicurare stabilità e sostenibilità economico-amministrativa al sistema sportivo, insieme al principio della specificità dello sport.

Intanto, nella conferenza stampa congiunta dell’8 giugno, Andrea Abodi, ministro per lo Sport e i Giovani Marina Calderone, ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, hanno annunciato gli ulteriori correttivi alla riforma dello sport. È stato infatti approvato dal Consiglio dei ministri, in sede di esame preliminare, lo Schema di decreto legislativo «correttivo» alla riforma del sistema sportivo prevista dalla Legge Delega n. 86 del 2019 e introdotta con gli ormai noti D.lgs. 28 febbraio 2021, n. 36, 37, 38, 39 e 40. Sul testo saranno acquisiti i rispettivi pareri e intese dalle Commissioni competenti di Camera e Senato e dalle Conferenze, Unificata e Stato-Regioni. In seguito, l’articolato verrà approvato, con le eventuali modifiche, dal Consiglio dei ministri e pubblicato in Gazzetta Ufficiale.
Lo schema di decreto legislativo interviene correggendo ed aggiornando alcuni passaggi contenuti all’interno dei precedenti provvedimenti già adottati dal governo secondo quanto previsto dalla Legge Delega 8 agosto 2019 n. 86, la cui finalità era quella di delegare all’esecutivo il compito di intervenire per un rinnovamento strutturale del modello giuslavoristico sportivo italiano e, più in generale, del quadro complessivo dell’ordinamento sportivo italiano. (Leggi il comunicato stampa sul sito del Dipartimento per lo Sport). Tutele, semplificazione e trasparenza sono le parole chiave utilizzate nella conferenza.

Per questo, dopo la consulenza on line del 13 giugno, a cui hanno partecipato addirittura oltre mille dirigenti dell’intero territorio nazionale, l’appuntamento organizzato dall’Uisp nazionale per mercoledì prossimo 21 giugno (ore 18) assume un significato particolare: informare il più possibile i dirigenti sportivi di base sulle imminenti modifiche e fornire adeguati strumenti informativi. Il progetto Sport Point continua così ad offrire servizi gratuiti e facilmente accessibili sia per chi già opera nell’ambito sportivo e sociale di base sia per tutti coloro che sono interessati ad affacciarsi e collaborare con questo mondo.

“Tenendo conto dell’avvicinarsi del 1° luglio, data di entrata in vigore delle modifiche normative previste dal decreto legislativo 36/2021, riguardante in modo particolare il lavoro sportivo – spiega Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp – abbiamo in questi mesi rafforzato tutte le azioni della nostra rete associativa a supporto delle associazioni e società sportive affiliate, per accompagnarle letteralmente verso quelli che saranno i nuovi adempimenti, tra riforma del sistema sportivo e riforma legislativa del terzo settore, percorsi che, anche grazie alle nostre quotidiane interlocuzioni, stano ottenendo ssempre maggiori attenzioni da parte del legislatore. Il progetto Sport Point, settimana dopo settimana diventa sempre più baricentro del nostro sistema di consulenze e servizi, a partire dai periodici incontri on line sino ad arrivare ai tempestivi aggiornamenti delle sezioni dell’Area Riservata web Uisp 2.0. Attività che portiamo avanti, grazie ai nostri consulenti di assoluto valore e competenze. L’intero movimento della promozione sportiva e sociale di base ha bisogno di riferimenti normativi certi e chiari, in un momento in cui, di contro, fioriscono convegni, seminari, incontri, non sempre organizzati con la giusta attenzione e le necessarie competenze”.

“Nell’ambito del palinsesto della seconda annualità di Sport Point - dice Enrica Francini, responsabile Dipartimento Sostenibilità e Risorse, Bilancio e Servizi Uisp – che Sport e Salute ha deciso di risostenere, valutando quindi positivamente il primo anno di interventi, abbiamo previsto due appuntamenti al mese fino alla fine di giugno, pronti a mettere in cantiere ulteriori appuntamenti qualora la produzione normativa lo rendesse necessario.”

“Insieme alle consulenze sono attivi sul territorio gli Sportelli di Sport Point - ricorda Simone Ricciatti, responsabile Consulenze Uisp - dieci Comitati regionali, per un totale di 15 sportelli, si sono organizzati per fornire a tutti un servizio gratuito di consulenza personalizzato e sui temi rilevanti per il nostro mondo. Saranno a disposizione fino a luglio 2024: è sufficiente contattare lo sportello più vicino, tramite le apposite mail, e pianificare una consulenza chiara ed efficace sui temi di interesse, tra cui adempimenti formali, fiscali e amministrativi”.

Gli sportelli sono aperti a tutti, soci Uisp e privati cittadini che si vogliano confrontare con l’ampio mondo dello sport di base e del terzo settore. Nelle prossime settimane, inoltre, il progetto verrà implementato con ulteriori servizi, anche dal punto di vista informativo e formativo.

“Queste opportunità vanno ad aggiungersi a quelle già promosse da molti anni dall’Uisp, come la piattaforma Servizi per le associazioni e le società sportive, la guida pratica, le circolari, la newsletter mensile PagineUisp e tutti i materiali didattici disponibili sul sito e sull’AppUISP. Nelle scorse settimane abbiamo dato il via anche alle azioni di incontro e formazione rivolte alla nostra rete di consulenti e dirigenti, per informare e formare su tutte le novità di una materia che è tuttora un work in progress”, conclude Simone Ricciatti.

GUARDA LO SPOT DI LANCIO DEL PROGETTO

ECCO I MATERIALI DIDATTICI DEGLI INCONTRI DI CONSULENZA GIA' REALIZZATI


Per altri materiali didattici scarica la AppUISP:

UISPRESS

PAGINE UISP

AVVISO CONTRIBUTI ASD/SSD

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

Podcast

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP