Nazionale

Radio 1 Rai presenta Pillole di movimento con Tiziano Pesce

Le trasmissioni "Che giorno è" e "Zona Cesarini" hanno lanciato la nuova iniziativa Uisp contro la sedentarietà

 

Promuovere la salute e corretti stili di vita, contrastando la sedentarietà: ecco in sintesi gli obiettivi del progetto nazionale Uisp “Pillole di movimento”, che Tiziano Pesce ha descritto in diretta dalle frequenze di Radio 1 Rai, venerdì 14 gennaio all’interno della trasmissione "Che giorno è".

ASCOLTA L’AUDIO DELLA TRASMISSIONE 

“Il progetto è partito 10 anni fa da Bologna, per questo abbiamo scelto di tenere lì la conferenza stampa nazionale di presentazione - ha detto Pesce - si tratta di un’idea innovativa che negli anni ha riscosso grande  partecipazione ed ora diventa una campagna nazionale. La sedentarietà è un fenomeno molto diffuso nel nostro Paese ed anche un fattore di rischio per la salute, per questo abbiamo lanciato questa campagna di promozione della cultura del movimento, che condurremo attraverso la rete associativa Uisp. Fondamentale, ovviamente, sarà la collaborazione della rete delle farmacie, punti di riferimento delle comunità, che forniranno gratuitamente la scatolina ai cittadini con il suo bugiardino speciale. L’obiettivo, e la nostra speranza, è che poi le persone continuino a praticare attività nelle associazioni, dove verranno seguite da operatori qualificati. Un altro auspicio è che l’iniziativa trovi terreno fertile anche in altri territori e nuovi finanziamenti da parte della amministrazioni locali per poter allargare il suo raggio di azione. Viviamo una fase storica molto complessa, il mondo dello sport di base è uno dei più colpiti dal punto di vista dell’impatto economico, questo è uno strumento nuovo per sostenere le società del territorio”.

"Questo è solo l'inizio di un percorso - dice Giorgio Moi, operatore Uisp, intervenuto in diretta - perchè lo sport è salute e benessere. L'appello ai sedentari, che crescono ogni anno, iniziate a muovervi, è di mettersi in moto, pratocando qualsiasi tipo di attività, le proposte sono tantissime e adatte a tutte le fasce di età e preferenze".


Martedì 11 gennaio Tiziano Pesce è stato ospitato dalla trasmissione Zona Cesarini, di Radio 1 Rai, e in quell’occasione aveva lanciato la conferenza stampa di giovedì 13 gennaio.

ASCOLTA L’AUDIO DELLA TRASMISSIONE

“Pillole di movimento è una campagna di comunicazione, di sensibilizzazione e di promozione dell'attività fisica e sportiva, come contrasto alla sedentarietà che sappiamo essere un gravissimo fattore di rischio per la salute - ha detto Pesce - Il nostro obiettivo è promuovere una nuova cultura del movimento, grazie al progetto sostenuto e finanziato dal Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che sarà protagonista a partire dalle prossime settimane in oltre 30 città e aree urbane del nostro Paese, con il coinvolgimento di altrettanti comitati territoriali Uisp, quindi della nostra grande rete associativa nazionale, che andranno poi a coinvolgere oltre 220 comuni e quasi 400 tra associazioni e società sportive del territorio. Alla base dell’iniziativa c’è l’importante alleanza con le farmacie: infatti, queste pillole di movimento si troveranno in farmacia, non si acquisteranno ma saranno totalmente gratuite. Abbiamo voluto imitare proprio la scatoletta del classico farmaco da banco: ne verranno distribuite ben 480.000 scatole, le persone si potranno recare in farmacia per prenderle e al loro interno troveranno un bugiardino molto particolare che darà indicazioni e messaggi sui benefici dell'attività fisica. Sul bugiardino, inoltre, sarà possibile trovare i recapiti da contattare per usufruire di un mese di attività fisica e sportiva gratuita per tutti”.

L’iniziativa vuole intervenire, in particolare, sulla fascia di popolazione sedentaria, che preferisce guardare lo sport alla televisione, piuttosto che praticarlo in prima persona, o che non ha la possibilità di seguire attività strutturate. “L’Italia è un Paese molto sedentario che quindi ha un alto indice di persone sovrappeso e con malattie che sarebbero abbastanza facilmente prevenibili con l'attività fisica: pensiamo alle malattie non trasmissibili come quelle cardiache o il diabete, ma anche alcuni tipi di tumori potrebbero essere prevenuti con una regolare attività motoria. Quindi lavoriamo per mettere in moto gli italiani, anche quelli che magari seguono lo sport solo dal divano, e li invitiamo a seguire con attenzione le importanti raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità: 150 minuti di attività di moderata intensità la settimana per gli adulti e almeno 60 minuti al giorno per gli adolescenti. I dati dell'Oms ci dicono che, seguendo queste raccomandazioni, ogni anno nel mondo si eviterebbero più di 5 milioni di morti”.

“La sfida che ci proponiamo di vincere è quella di aumentare il numero di persone che praticano attività fisica attività e sportiva, attraverso delle opportunità di movimento per tutti e a misura di ciascuno, per tutte le età, con proposte più tradizionali come quelle in palestra, alle attività all'aperto, fino alla piscina”.

Uisp a Rai Radio 1 -Zona Cesarini con l'intervento di T. Pesce su Pillole di Movimento

Tiziano Pesce presenta il progetto "Pillole di Movimento" alla trasmissione “Zona Cesarini”, in onda su Rai Radio 1

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

Sex Live

Visit free sexy video chat website chat18.webcam.

UISPRESS

PAGINE UISP

SPECIALE COVID-19

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP