Nazionale

Sentry Sport: incontro formativo per l'avvio della sperimentazione

Presentati ad operatori e dirigenti sportivi dei Paesi partner, il toolkit e le buone pratiche nel campo della lotta alle discriminazioni. Parla D. Conti

 

Mercoledì 22 giugno si è svolta una giornata di formazione on line organizzato da VIDC-fairplay initiative in collaborazione con l’Uisp nell’ambito del progetto europeo Sentry Sport, sostenuto dal programma Erasmus+ dell'Unione Europea, che si concluderà a giugno 2023. L'Uisp guida un consorzio di sei partner provenienti dai settori dello sport di base, dell'educazione e della sicurezza urbana, impegnati affinché la metodologia dell'antidiscriminazione nello sport sia riconosciuta a livello internazionale come metodologia Sentry Sport. L'obiettivo generale del progetto Sentry Sport è sviluppare una metodologia comune per l'emersione, la prevenzione e la mitigazione del fenomeno discriminatorio nei luoghi dello sport e non solo, basandosi sul ruolo che lo sport di base può svolgere nell'affrontare le discriminazioni e sostenere le vittime.

Una delle azioni principali è proprio il capacity building, un percorso di formazione e informazione rivolto a tutti coloro che dovranno testare la metodologia sul campo: a questo livello internazionale seguirà quello locale, organizzato dai diversi partner e rivolto alle città che parteciperanno alla sperimentazione. La fase di sperimentazione sul campo andrà avanti fino a dicembre, con la raccolta di denuncia e segnalazioni di discriminazioni nello sport.

“In occasione di questo incontro abbiamo presentato il toolkit – racconta Daniela Conti, responsabile Politiche per l'interculturalità e la cooperazione Uisp e coordinatrice del progetto - la guida con le informazioni sulla metodologia, i consigli utili per conoscere il fenomeno, creare una rete, capire il target e realizzare un'azione di monitoraggio e prevenzione. La guida è stata progettata per ispirare le organizzazioni sportive ed educatrici/educatori sportivi nella promozione di progetti contro la discriminazione. Al suo interno sono stati raccolti esempi di buone pratiche, tra cui figurano diverse esperienze Uisp, come il progetto Differenze, la piscina al femminile dell’Uisp Torino e ovviamente il progetto SportAntenne”. 

La formazione messa in campo ha l'obiettivo principale di fornire agli educatori sportivi gli strumenti per riconoscere la discriminazione, monitorare e denunciare, e fornire una prima assistenza in termini di consulenza alle vittime. Il 22 giugno hanno partecipato circa 30 educatori e dirigenti sportivi di vari Paesi europei, Francia Belgio, Spagna, Italia, Austria, Grecia, Polonia, Finlandia. “Abbiamo presentato presentare la metodologia di Sentry Sport e fornito informazioni utili alla creazione di reti, che serviranno per la fase sperimentale e per la creazione di attività strutturate nei vari territori coinvolti”.

Il progetto è realizzato da un gruppo di lavoro composto da sei organizzazioni: Uisp Aps (Italia), ISCA - International Sport and Culture Association (Danimarca), EFUS - European Forum for Urban Security (Francia), RDC - Fundacio Red Deporte y Cooperacion (Spagna), VIDC - Vienna Institute forInternational Dialogue and Cooperation (Austria), KONSEP en DRASEI - Koinoniki Synetairistiki Epicheirissyllogikis Kai Koinonikis Ofeleiasen-Drasei (Grecia). (A cura di Elena Fiorani)

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

UISPRESS

PAGINE UISP

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP

SPECIALE COVID-19