Nazionale

Terzo Tempo Uisp: nuova palestra nel minorile di Palermo

Giovedì 20 febbraio si inaugura lo spazio ristrutturato nell'Istituto minorile Malaspina. Intervista a F. Maratea
Giovedì 20 febbraio si festeggerà nell’Istituto penitenziario minorile di Palermo Malaspina: verrà inaugurata infatti la palestra ristrutturata grazie all’intervento del progetto Uisp Terzo Tempo.
Il progetto, grazie al sostegno della Fondazione con il Sud e l'onlus Enel cuore, mira alla riqualificazione di spazi per la pratica motoria all'interno delle strutture detentive, avviando contemporaneamente un programma di attività non solo sportive, di formazione e di inserimento lavorativo. In Sicilia sono state attivate azioni su due carceri, Palermo e Catania: “Nell’istituto Malaspina - spiega Fabio Maratea, presidente Uisp Sicilia - con il nostro intervento abbiamo ristrutturato la palestra e l’abbiamo ridotata di attrezzature sportive. Sono stati ristrutturati anche gli spogliatoi a servizio della piscina. Ora l’intervento è terminato: la palestra è totalmente rinnovata e a disposizione dell’attività dei ragazzi già da giovedì 20. L’inaugurazione ufficiale avverrà alle 10: sono stati invitati l’assessore allo Sport della regione Sicilia, Michela Stancheri, l’assessore allo sport del comune di Palermo, Cesare La Piana, e l’assessore alle attività sociali del comune di Palermo Agnese Ciulla. Ovviamente, nella zona detentiva entreranno solo le autorità che taglieranno il nastro, insieme a ragazzi e operatori. Subito dopo si terrà una breve conferenza stampa nei locali del teatro dove accoglieremo tutti coloro che vorranno intervenire. In questa occasione avremo anche la possibilità di presentare il progetto, che non si chiude con questa cerimonia”.

Quali sono i prossimi obiettivi del progetto Terzo tempo?
“Il progetto è partito a Palermo nel maggio 2013, dal luglio successivo si sono tenute le attività in piscina fino a settembre, quando sono iniziati i lavori della palestra, le attività sono poi proseguite all’esterno grazie al tempo mite, infatti l’Istituto ha un atrio disponibile per questi usi. Adesso finalmente abbiamo la possibilità di utilizzare l’impianto per svolgere attività al chiuso. Gli obiettivi dei prossimi due anni di attività sono il mantenimento del servizio di attività motoria, che ha un grande valore per i minori che si trovano rinchiusi in una struttura tutto il giorno, fa bene ed aiuta anche a livello psicologico. Il secondo obiettivo importante che perseguiamo è individuare figure che possano essere formate e a cui rilasciare brevetti sportivi da utilizzare una volta usciti dal carcere come percorso professionale e lavorativo”. (E.F.)

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

UISPRESS

PAGINE UISP

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

Podcast

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

SPECIALE COVID-19