Nazionale

Torna "Matti per il calcio": si gioca dall'11 al 13 settembre

A Montalto di Castro (Vt) l'ottava edizione della rassegna nazionale di calcio dei Centri e Dipartimenti di salute mentale

Torna “Matti per il calcio” Uisp a Montalto di Castro (Vt), da giovedì 11 a sabato 13 settembre. Si tratta di una delle più significative Rassegne di calcio sociale e per tutti nel nostro paese: scenderanno in campo 16 squadre di calcio a 7 formate da persone con disagio mentale, operatori e medici dei Centri e dei Dipartimenti di salute mentale di tutta Italia. Fischio d’inizio alle 15.30 di giovedì 11 settembre presso lo stadio comunale A. Martelli di Montalto di Castro, la cittadina del viterbese che si trova sull’Aurelia ad un centinaio di chilometri da Roma. 


Le partite si susseguiranno e saranno complessivamente 40, con il coinvolgimento di circa 400 giocatori, più un centinaio di persone tra volontari dell’organizzazione e arbitri, operatori e accompagnatori. Sabato 13 settembre, in mattinata, sono previste le semifinali e le finali. Le partite dureranno 60 minuti, con due tempi di 30 minuti ciascuno. “Matti per il calcio è il punto di riferimento della nostra attività nel sociale - spiega Paolo Palma, presidente Lega calcio Uisp – Siamo felici di portare a Montalto, per questa ottava edizione della rassegna, rappresentative provenienti da quasi tutte le regioni italiane: alcune sono conferme altre partecipano per la prima volta all’evento nazionale. La grande partecipazione ci incoraggia a proseguire su questa squadra e conferma la nostra intuizione, poi confermata nei fatti, del valore dello sport sociale nel percorso di riabilitazione e reinserimento di persone con disagio mentale”. 

Una partita speciale verrà organizzato alle ore 12 di venerdì 12 settembre tra la squadra dei rifugiati politici e richiedenti asilo ospitati dal comune di Montalto di Castro e una selezione di Matti per il calcio. “Da circa un mese questi ragazzi sono stati accolti qui a Montalto – racconta Massimo Maietto, presidente Uisp Viterbo - abbiamo aperto un canale coinvolgendoli con la corsa, ora si allenano con noi e li abbiamo tesserati. Sono giovani dai venti ai trent’anni e sono arrivati qui da Lampedusa, tutti provenienti da paesi africani. Quando ho visto che amano anche giocare a pallone ho pensato di invitarli a partecipare attraverso questa partita: saranno una quindicina in tutto che prenderanno parte all’amichevole di calcio a 8 contro la rappresentativa di Matti per il calcio”.
Ad ognuno dei 400 partecipanti verrà donato un pallone Brazuca, lo stesso utilizzato durante i Mondiali FIFA in Brasile, nell’ambito del progetto di calcio sociale “Vinci un pallone, dona un pallone”, promosso da Uisp e Coca Cola.

Nella serata di giovedì 11 settembre si terrà a Montalto un incontro su sport e salute mentale, che coinvolgerà oltre alle squadre che partecipano alla manifestazione, anche i Comitati Uisp che negli ultimi anni hanno partecipato ai progetti nazionali sullo stesso tema e Leghe, Aree e Coordinamenti nazionali di attività interessati. “L’obiettivo di questo nostro primo incontro – spiega Fabrizio De Meo, responsabile settore politiche sociali, educative e giovanili Uisp, che organizza l’incontro - oltre alla realizzazione di una ricognizione di quanto si sta muovendo sul territorio nazionale in ambito Uisp, è quello di verificare la possibilità di sviluppare ulteriormente azioni e percorsi comuni o comunque coordinati, a partire da obiettivi condivisi e concordando strategie e metodologie di intervento. Intendiamo, inoltre, fare il punto rispetto alle varie esigenze rilevate in anni di attività ed esperienza, decidendo gli aspetti su cui investire maggiormente a livello nazionale e obiettivi di medio e lungo periodo. L’incontro è una tappa del percorso che ci porterà ad un Seminario nazionale sul tema sport e salute mentale, dovei porteremo anche gli esiti di questa discussione". 

L’Uisp avrà alcuni partner nell’organizzare Matti per il calcio, a cominciare dalla Polisportiva di Montalto di Castro, dal Comune di Montalto di Castro e dalla Provincia di Viterbo. Insieme a loro Banca Prossima e i fotografi volontari di Shoot4Change.

Che cos’è “Matti per il calcio”? Un calcio diverso, che agisce come strumento di relazione, per superare l'isolamento, per socializzare e riconquistare un equilibrio con il proprio corpo. Questo calcio è partecipazione e relazione: la manifestazione di Montalto di Castro è l’occasione per incontrarne i protagonisti e ciò che hanno da raccontare.

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

UISPRESS

PAGINE UISP

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP

SPECIALE COVID-19