Nazionale

Uisp Genova: puntare su qualità della vita

Parla Isa Di Grumo
Isa Di Grumo è stata confermata con voto unanime alla sua terza presidenza durante il Congresso dell’Uisp Genova, che si è svolto sabato 19 gennaio. 70 i delegati presenti, che hanno scelto di rinnovare la fiducia alla storica presidente del comitato ligure, che nei suoi otto anni di presidenza ha visto aumentare i tesserati di 14.000 unità. “Abbiamo ristretto il numero dei consiglieri portandolo a diciassette. Abbiamo scelto di inserire nuovi elementi legati alle loro specificità e discipline. C’è stato l’ingresso di elementi giovani, che hanno anche partecipato attivamente alla discussione congressuale. Le donne sono sei, un po’ in calo rispetto gli anni passati, è stata una scelta legata alle esigenze personali di queste dirigenti, che però restano saldamente inserite nelle attività del comitato”.

Di cosa si è parlato in sede di congresso?
“Siamo partiti dalla crisi attuale, chiedendoci che ruolo possa avere lo sport in questi momenti. Emerge il fatto che vogliamo lavorare affinchè non sia pensato come superfluo, ma diventi una parte importante della vita di tutti i giorni di ognuno, perchè si tratta di qualità della vita e prevenzione, coinvolgimento e invecchiamento attivo. La nostra riflessione ci ha condotto a ribadire che lo sport deve essere veramente per tutti, tenendo in considerazione tutto il disagio sociale presente in Italia, quindi cercando di andare incontro alle esigenze delle famiglie. Un altro punto fermo è la necessità di non perdere di vista la nostra mission: il vecchio slogan “Diritti, ambiente e solidarietà”, che è diventato il nostro tratto distintivo, deve essere il nostro baricentro”.

Su cosa si concentrerà il lavoro dei prossimi quattro anni?
“Quello che ci impegniamo a fare è garantire e mantenere lo svolgimento delle attività del territorio, valorizzando le risorse umane in base alle competenze. Vogliamo poi spingere sull’innovazione, la formazione, lo sviluppo della rete associativa. In questo senso intendiamo collaborare con altre realtà che si occupano come noi del vivere quotidiano delle persone, come cooperative o associazioni di volontariato”.
“Tra le iniziative - conclude Di Grumo - puntiamo sulla Genoa Port Run, giunta alla seconda edizione, e Vivicittà che per la 30esima edizione cambia collocazione: non si svolgerà più nella zona centro-levante ma a ponente. Lo facciamo per dare visibilità ad un’altra zona e mettere sotto i riflettori anche i problemi di una comunità, con particolare riferimento alle questioni del lavoro. Continueremo poi con tutte le attività intraprese e amplieremo l’offerta, oltre a rafforzare e migliorare tutti i progetti sociali”. (E.F.)

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

UISPRESS

PAGINE UISP

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

Podcast

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

SPECIALE COVID-19