Nazionale

Uisp Perlagrandetà: cultura del corpo e invecchiamento

Andrea Imeroni è stato confermato Coordinatore nazionale Perlagrandetà Uisp, nel corso dell’Assemblea nazionale di Rimini

Andrea Imeroni è stato confermato alla guida del Coordinamento Perlagrandetà Uisp, nel corso dell’Assemblea che si è tenuta a Rimini dal 16 al 18 novembre. Quali indicazioni sono venute dalla discussione? “Abbiamo riflettuto sul ruolo del corpo nella cultura e nelle dinamiche associative – risponde Imeroni - su quale funzione e vantaggi traggono i comitati da un'azione mirata alla vecchiaia e su quali problemi legati al mondo del lavoro suscita l'impegno per promuovere sempre nuovi corsi. Abbiamo discusso anche sulle possibilità ulteriori di sviluppo nel rapporto con altre progettualità. I lavori hanno prodotto riflessioni importanti che crediamo, se ascoltate, porteranno a potenziare l'approfondimento culturale dell'azione verso la vecchiaia...in movimento”.

“La mia comunicazione (clicca qui per leggere la relazione integrale) aveva la funzione di far riflettere ognuno di noi sull'effettiva incidenza del nostro lavoro sulla popolazione italiana e sui problemi che il nostro movimento affronta fuori e dentro l'associazione. Le comunicazioni ed il dibattito che ne è seguito porteranno in una decina di giorni, con il nuovo Consiglio nazionale, ad individuare le nostre future azioni ed anche i problemi che si frappongono fra i desideri e i risultati effettivi”. Tra i problemi, emersi anche nel corso del dibattito, Imeroni sottolinea la necessità di maggiore democrazia e di ascolto ad ogni livello dell’associazione e auspica un maggior approfondimento teorico sulla tipologia delle attività.

“Abbiamo approfondito il concetto di ‘abolizione della certificazione medica’, che non ha nulla a che spartire con ‘la gratuità del certificato medico’ e il concetto di sport che va ben oltre la specializzazione su questa o quella tecnica, per dare risposte effettive ai bisogni del cittadino che invecchia, ma non soltanto a lui”. Ai dirigenti dell'Unione ed anche ad alcuni dirigenti di Leghe ed Aree, Imeroni chiede di scegliere chiaramente per la pratica costante e continuativa, senza alcuna concessione al profilo ‘agonistico’, che peraltro non è di alcun interesse per le persone che stanno invecchiando. (I.M.)

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

UISPRESS

PAGINE UISP

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

Podcast

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

SPECIALE COVID-19