Nazionale

Vivicittà: ecco le città dove farà tappa la corsa per la pace

Decine di comitati Uisp a lavoro per organizzare l'edizione 2022 di Vivicittà. Ecco dove si corre domenica 3 aprile

 

Vivicittà, la corsa per la pace che partirà il 3 aprile 2022, farà tappa in molte città d'Italia. La competitiva di 10 km arriverà ad Arezzo, Cagliari, Civitavecchia, Enna, Erice, Ferrara, La Spezia, Latina, Livorno, Matera, Palermo, Parma, Pescara, Ragusa, Reggio Emilia, Riccione, Saracena, Salice Terme, Sassari, Siena, Terni, Torino. La camminata ludico - motoria arriverà ad Arezzo, Avellino, Bra, Cagliari, Catanzaro, Enna, Erice, Ferrara, Gorizia - Nova Gorica, Giarre, La Spezia, Latina, Livorno, Matera, Parma, Pescara, Picerno, Pordenone, Ragusa, Reggio Emilia, Riccione, Salice Terme, Saracena, Sassari, Siena, Terni, Todi, Torino. Negli istituti di pena e minorili, Vivicittà sarà presente ad Alessandria, Augusta, Biella, Cagliari, Catania, Civitavecchia, Enna, Erice, Ferrara, Firenze, Giarre, Milano, Ragusa, Reggio Emilia, Sassari, Torino, Voghera. Altri appuntamenti sono a Bari, il 10 aprile, con la competitiva di 10 km; a Catania e Mestre con la camminata ludico motoria. Nel mondo si correrà a Ginevra (Svizzera); Parigi, Saint Denis, Bordeaux, Ivry /Vitry (Francia); Sarajevo, Tuzla (Bosnia Erzegovina).

Intanto, cresce l'entusiasmo dei comitati Uisp organizzatori. "Si scrive Vivicittà ma si legge pluralismo partecipativo. Non è solo il grande evento podistico di Bari, ma è cultura e aggregazione. La corsa più amata dai cittadini è un grande contenitore di inclusione sociale, solidarietà, prossimità, sensibilizzazione, beneficienza", dice Veronica D'Auria, presidente Uisp Bari, sulle pagine di Gazzetta del Mezzogiorno. "Il 10 aprile avrà un significato particolare, sarà il primo grande evento che accoglierà con un abbraccio migliaia di persone. La corsa sarà l'alba di un nuovo inizio", spiega D'Auria. Due gli eventi a cui sarà possibile iscriversi fino a giovedì 7 aprile: una corsa podistica non competitiva sulla distanza di 10,3 km e una passeggiata ludico - motoria di 4 km. "E' un importante evento di aggregazione e un importante strumento di prevenzione e benessere, con un unico grande protagonista: lo sport per tutti. Una manifestazione sportiva capace di abbracciare in un'unica formula atleti professionisti, runner appassionati e dilettanti di ogni età", prosegue la presidente. Al centro della manifestazione c'è l'atleta: "E' il cuore pulsante di Vivicittà e viene premiato per la sua fiducia e per la partecipazione. Non è solo una corsa sportiva, ma una maratona di solidarietà, della non discriminazione, per sani stili di vita, per l'ambiente e per la salute. Sul podio ci sono anche i valori", conclude. La partenza, a Bari, è da largo Due Giugno. La corsa attraverserà molti punti importanti: viale della Resistenza, viale della Repubblica, viale Unità d'Italia, ponte XX Settembre, corso Cavour, corso Vittorio Emanuelen e molti altri.

Entusiasmo anche dall'Uisp Gorizia. "A causa del Covid, per due anni, tutte le attività hanno avuto un rallentamento. La pandemia non ha permesso lo svolgimento della manifestazione podistica nel 2020 e nel 2021. Ora, ripartiamo con energia: per noi si tratta della venticinquesima edizione, che ha trovato subito l'entusiasmo da parte dei partner sloveni", ha detto Enzo Dall'Osto, presidente Uisp Gorizia. La corsa, che si snoderà tra Gorizia e Nova Gorica domenica 3 aprile, è anche "un incontro tra gente di sport di ogni età e abilità, che dà vita ad un’occasione concreta di valorizzazione del territorio comune, ricco di risorse naturali, storiche e sociali - prosegue - I due Stati sono percepiti come un terreno unico. C'è continuità non solo commerciale, ma anche sociale. Non ci si accorge neanche che c'è un confine". Un senso di unione che, mai come in questo momento, è importante ribadire: "Vivicittà garantisce una risonanza comunicativa che va oltre i confini locali, esportando una specificità europea di dialogo e di convivenza attraverso lo sport", spiega il presidente. Sulle magliette, che saranno distribuite fino all’esaurimento delle scorte, oltre al logo della manifestazione nazionale è stata inserita la parola PACE-MIR, come auspicio di un celere “cessate il fuoco”. La manifestazione si ispira anche ai valori della cultura ecologica: "Nessuno spreco e zero plastica. Sosteniamo un turismo sostenibile, rispettoso della natura, che riallaccia il rapporto dei cittadini con il territorio. Vivicittà può essere un'opportunità per far scoprire, camminando e correndo, alle famiglie, ai giovani e agli appassionati della natura i pregevoli dintorni delle due città transfrontaliere", conclude.

Le manifestazioni nazionali Uisp ripartono nella primavera 2022 dopo due lunghi anni di stop. Purtroppo la gioia della ripartenza, e la voglia di mettersi alle spalle gli anni della pandemia, è segnata dalle preoccupanti notizie che arrivano dal fronte ucraino. "L’invasione dell’Ucraina ha fatto precipitare il continente europeo in quella che è la più grave crisi militare dalla fine del secondo conflitto mondiale. Già centinaia, se non migliaia, sono le vittime - ha dichiarato Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp, in apertura dei lavori dell'ultimo Consiglio Nazionale - Non si può che essere fortemente preoccupati per il destino della popolazione inerme, delle donne, dei bambini, degli anziani, che come sempre pagheranno il prezzo più alto della guerra".

Per questo la 37esima edizione di Vivicittà, la "corsa più grande del mondo" come la definì il Corriere dello sport nel 1984, anno della prima edizione, si rimette in moto con la bandiera arcobaleno nel cuore di tutti, gli organizzatori dell'Uisp e le centinaia di volontari che sono già al lavoro. L'edizione 2022, che riparte dopo due anni di stop dovuto alla crisi pandemica, ha un sottotitolo chiaro: la corsa per la pace. Ma se guardate bene, c'è un altro sottotitolo, non dichiarato: la corsa per ricominciare. 

Con questi valori incisi nei pettorali, la lepre e la tartaruga tornano a darsi la mano, partono insieme e tagliano il traguardo in tandem. Si tratta di una citazione del valore principale dello sport per tutti, nessuno si senta sconfitto, i grandi campioni corrono spalla a spalla con gli sportivi meno preparati, quelli di tutte le età. Ma si tratta anche di una dedica a Gianmario Missaglia, del quale quest'anno ricorre il ventennale della scomparsa, segretario nazionale Uisp ai tempi della prima edizione di lancio della manifestazione e presidente dello "sport per tutti" Uisp a partire dal 1986.

Il bozzetto che vedete nell'immagine è opera di Andrea Dreini, grafico e creativo per professione e dirigente Uisp per vocazione. L'immagine di Vivicittà 2022 entra di nuovo nel mondo delle "creature fantastiche", come già fu per la linea grafica realizzata nel 2020, ispirata a Gianni Rodari. Un'edizione interrotta bruscamente dal Covid-19 a pochi giorni dal via.

Quest'anno l'Uisp ci riprova, con tanto entusiasmo e con un lotto di decine di coraggiosi Comitati Uisp che si mettono alla prova proprio puntando su Vivicittà. Un coraggio condiviso con i partners che sostengono Vivicittà, a cominciare da Marsh, broker assicurativo, che è rimasto accanto all'Uisp anche nei mesi più difficili della pandemia, cercando di mettere al servizio dei praticanti polizze assicurative su misura. Ci sono poi i media partner, storici amici di Vivicittà sin dalla prima edizione: si tratta del Corriere delloSport e di Radio 1 Rai che anche quest'anno darà la partenza in diretta alle 9.30 di domenica 3 aprile. Ricordiamo poi la vicinanza della Fidal, altro partner storico della corsa Uisp, insieme ai partner green, come Lifegate e Agenda 21, oltre alla Fsgt, associazione di sport per tutti francesce.

Le manifestazioni Uisp sono da sempre un veicolo di solidarietà e di pace, ed in particolare Vivicittà è stata per anni dedicata alla pace, si è svolta a Baghdad, a Sarajevo, a Beirut, a Gerusalemme Est. Nel 2022, poco dopo l'inizio dei bombardamenti, si è scelto di reinserire questo messaggio, esplicitandolo su tutti i materiali i grafici di Vivicittà e di Giocagin. E così, la colorata e allegra grafica prevista quest'anno, sarà accompagnata dai 7 colori dell'arcobaleno, con meno allegria, ma con la speranza di portare per l'Italia questo messaggio universale. I Comitati organizzatori di Vivicittà possono scaricare i materiali di Vivicittà cliccando qui. Anche la FSGT-Fédération sportive et gymnique du travail, omologa francese dell'Uisp, ha fatto la stessa scelta, dedicando gran parte delle sue attività, tra cui Vivicittà, al tema della pace.

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

Sex Live

Visit free sexy video chat website chat18.webcam.

UISPRESS

PAGINE UISP

SPECIALE COVID-19

BILANCIO SOCIALE UISP

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

LE DIRETTE

BIBLIOTECA UISP