Comitato Regionale

Piemonte

IL PROGETTO SPORT PER TUTTI LIVING LAB

PROTAGONISTI IL LICEO ROTTERDAM DI NICHELINO  E L’ITGC GALILEO GALILEI DI AVIGLIANA

Sono due appuntamenti per il progetto Sport per Tutti Living Lab, che avrà come protagonisti gli studenti e le studentesse del liceo Rotterdam di Nichelino e l’ITGC Galileo Galilei di Avigliana.

Martedì 30 maggio dalle 8,30 alle 13,30 ci sarà l’incontro con gli studenti del  liceo Erasmo da Rotterdam di Nichelino, 100 tra ragazzi e ragazze delle classi prime e seconde  suddivisi in dieci tavoli, lavoreranno ”giocando“ a progetti, idee, azioni finalizzate a contrastare il bullismo e le baby gang, coordinati dai  nuovi 10 moderatori appositamente formati.

Alle 12,30 ogni tavolo racconterà il risultato del lavoro svolto agli stakeholder presenti. All’incontro sarà presente l’assessore alle politiche giovanili del comune di Nichelino Fiodor Luciano Alessandro Verzola

Lunedì 5 giugno toccherà al centinaio tra ragazzi e ragazze dell’ITGC Galileo Galilei di Avigliana. L’assessora allo sport, Rossella Morra sarà presente all’iniziativa.

COS’E’ ESATTAMENTE QUESTO PROGETTO?

Il progetto Sport per Tutti Living Lab, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, si svolge in 15  regioni Italiane, oltre al Piemonte.

Sport per Tutti Living Lab è una rete di collaborazioni e di iniziative per sostenere l’accessibilità all’attività sportiva, per valorizzare il ruolo dello sport nel processo di riattivazione socioeconomica post COVID- 19 e per supportare ilraggiungimento degli obiettivi dell'Agenda 2030. Per raggiungere questi obiettivi, il progetto prevede a livello regionale azioni su più fronti, tramite l’attivazione di una piattaforma di co-sviluppo che opera a livello nazionale e regionale,secondo il modello del LIVING LAB* per valorizzare competenze, conoscenze, esperienze, finalizzate a individuaresoluzioni che saranno raccolte nella piattaforma.

Il Living è una “metodologia di ricerca per individuare, proto-tipizzare, verificare e affinare soluzioni complesse incontesti di vita reale, multipli e in fase di evoluzione.”

Uisp (Unione italiana sport per tutti) Piemonte con il coinvolgimento dei comitati di Torino e della Val Susa, ha scelto di finalizzare il proprio Living Lab ad azioni che impegneranno, come attori protagonisti, giovani Uisp e studenti dellescuole secondarie di secondo grado.

E’ stato organizzato un corso di formazione con la metodologia LEGO® SERIOUS PLAY®: GAMESTORMING sultema “Come Facilitare un Workshop”. I partecipanti, 10 giovani impegnati nella UISP, in diversi ruoli diorganizzazione, direzione e insegnamento delle attività motorie e sportive, hanno potuto sperimentare gli step strumentali e operativi per progettare un incontro coinvolgente finalizzato all’emersione d’idee e proposte sul tema del bullismo e le baby gang, descrivendo il tema e proponendo soluzioni concrete. Il Gamestorming, alla base del percorso, è un’attività di facilitazione progettata e condotta con tecniche, strumenti e logiche appartenenti al mondodel gioco.

Utilizzando giochi, giocattoli o meccaniche di gioco è possibile strutturare un Workshop in cui i partecipanti sono coinvolti a utilizzare strumenti ludici per parlare di tematiche più o meno complesse appartenenti alla vita di tutti i giorni. Con quest’attività viene innescato un processo di apprendimento con approccio “Learning-by-doing” in cui si è ingaggiati e coinvolti per tutta la durata dell’attività di facilitazione. 

Living Lab con le scuole superiori dei comuni di Nichelino e Avigliana

Lo sport può creare benessere psicofisico, comunità, riscoperta di spazi e luoghi di ritrovo.

E’ fondamentale però saper attirare i giovani nella frequentazione dei luoghi dello sport, appassionarli, promuovere laconoscenza e l’interesse per le attività che si svolgono nei loro territori.

E’ importante superare atteggiamenti di “spavalderia”, rifiuto, paura, saper accogliere le fragilità. Occorre farlo con un linguaggio diverso e nuovo, facendosi dire dai giovani stessi, cosa pensano, cosa vorrebbero e cosa non vorrebbero.

I 10 giovani che hanno partecipato alla formazione hanno lavorato per costruire giochi da riportare nei tavoli del Workshop, che saranno composti da gruppi di 10 ragazze e ragazzi delle scuole superiori dei comuni coinvolti. Gli incontri avranno una durata di 4 ore e al termine del lavoro dei tavoli, dopo una pausa di 15 minuti, le analisi e le proposte emerse saranno presentate agli studenti, ai docenti e alle istituzioni presenti. I contenuti saranno ancheinseriti nella piattaforma nazionale del progetto e inviati alle istituzioni come contributo per generare nuove azioni enuovi progetti o accrescere con nuove analisi e proposte quelli  già esistenti.

 

PIATTAFORMA SERVIZI ASSOCIAZIONI SPORTIVE

Corso UDB - Unità Didattiche di Base

UISP PRESS

 

La NEWSLETTER Uisp Piemonte

LA NEWSLETTER della FORMAZIONE

CORSI BLSD - UISP e NRC

UISP PIEMONTE la SELEZIONE STAMPA

PAGINE UISP

SPORT'S SCREAM - IL NOSTRO PODCAST

UISP PIEMONTE E' ANCHE SU YOUTUBE

CONVENZIONE - Consulenza psicologica sportiva

DECATHLON SCENDE IN CAMPO CON UISP PIEMONTE