Comitato Regionale

Piemonte

La Storia: come nasce una Hit Ball Arena

Lo storico bocciodromo Trombetta di Torino, torna a vestire il logo dell’associazione che l'ha fondato con lo storico dirigente Piero Trombetta, grazie alle ASD dell'SDA Regionale Pallapugno Leggera variante Hit Ball e al Comitato Uisp di Torino

Dopo la chiusura del Palahit nel 2015, l'impianto è sempre stato il sogno di molti. Ma chiunque si è presto reso conto di quanto fosse difficile mettere in piedi un progetto del genere senza aver prima sviluppato una base solida: competenze, curriculum, relazioni, bilanci in regola, esperienza, unione di intenti, partner e compagni di viaggio. Nel 2017 la nostra dirigenza ha iniziato a studiare il territorio: centri sportivi con spazi liberi, bocciodromi inutilizzati, campi da beach volley e calcetto sottoutilizzati, capannoni industriali: qualunque posto potesse ospitare una gabbia. Tra i tanti posti idonei quale scegliere? La risposta arriva nel 2018, quando lo studio SdiA Paolo Pettene realizza per l’ASD uno studio di fattibilità tecnico economica: l'unica strada percorribile risulta il recupero di strutture coperte, ma richiede investimenti molto distanti dalle reali disponibilità dell'associazione. Tra 2019 e 2020, durante la pandemia, la dirigenza avvia un percorso con il fundraiser Daniele Consoli: viene analizzata la situazione societaria e del panorama sportivo e definiti gli obiettivi a breve termine. Il sogno viene momentaneamente accantonato per realizzare attività ordinarie e straordinarie, eventi, corsi, collaborazioni, progetti, workshop e investimenti. Tanti mattoncini che hanno contribuito a creare i muri portanti su cui poggiare le attività del futuro: una solida base di tesserati appassionati, relazioni con la Pubblica Amministrazione, attività nelle scuole e contatti con i docenti, ma anche i primi contatti con soggetti privati, enti non profit e fondazioni bancarie: tutti elementi necessari per far riaccendere il sogno. Centinaia di persone che, come noi, hanno iniziato a credere nel progetto e sostenerlo ancor prima che iniziasse. In questo percorso potremo raccontare tante tappe fondamentali, ma due si sono rivelate veramente essenziali per riaccendere la speranza.

 

La prima è stata la vittoria del bando Muoviamoci! della Fondazione Compagnia di San Paolo, grazie al progetto Move Hit. Sotto l'albero di Natale, nel 2020, Sinombre trova l'opportunità di finanziamento che ha consentito tra 2021 e 2023 di fare conoscere l'hitball a migliaia di studenti, censire 100 palestre scolastiche, espandere la rete di contatti e partner, diventare protagonisti di eventi sportivi, grazie all'aiuto dei Sinombre Heroes e al gonfiabile, ma anche rinnovare sito e animare i social. Last but not least, in ottica Hit Ball Arena, Move Hit è stata la migliore palestra per imparare a scrivere progetti e partecipare a bandi, collaborando con professionisti e partner; tutto questo con il sostegno fondamentale e indispensabile dei Comitati Uisp del Piemonte, che è la sede organizzativa e amministrativa del nostro  campionato e delle attività con le Scuole, e del Comitato di Torino dove le ASD che praticano hit ball in città, sono affiliate. La seconda pietra miliare, tra novembre e dicembre 2022, è stato il progetto Youngstar Hitball Tournament, finanziato dall'Assessorato allo Sport. Corsi in orario curricolare e un torneo scolastico per gli studenti tra gli 11 e i 14 anni: una grande festa per i ragazzi e le famiglie coinvolte. Arriviamo così all’estate 2023. Il Comune pubblica un bando per l’affidamento e la gestione sociale dell’impianto sportivo “Piero e Mario Trombetta” in corso Lombardia 174. L'occasione è ghiotta e il centro sportivo già visitato 3 anni prima è l'ideale per l'associazione. Quelli che seguono sono mesi di un’intensità indescrivibile. Un gruppo costituito dai 9 consiglieri (che ricordiamo essere tutti volontari), supportati da alcuni tesserati e dai sempre presenti fundraiser, decidono di sacrificare ogni secondo libero e, dopo tre mesi di sopralluoghi, chiamate, riunioni e produzione e consegna di documenti, giungono finalmente al momento decisivo: l’aperture delle buste. L'esito è positivo: a dicembre 2023 la commissione del bando si pronuncia favorevolmente e affida l’impianto all’ASD Sinombre. Grazie al comitato Uisp di Torino che ha fatto da avvallatore mettendo a disposizione il suo curriculum di gestore di impianti. Tante sfide si delineano nel nostro futuro e tanto tantissimo lavoro ci aspetta, ma ancora maggiore è la passione che ci spinge a combattere e sudare affinché questo sogno possa diventare realtà. Sarebbe impossibile ringraziare tutti quelli che ci hanno aiutato a compiere questo primo passo senza dimenticare nessuno. Se chi sta leggendo ha dedicato anche solo un minuto del proprio tempo a questo progetto, non possiamo che esprimergli la nostra immensa gratitudine e la promessa che faremo di tutto perché non sia stato tempo speso invano.

Primo sopralluogo post concessione

ll 12 Gennaio 2024 si è tenuto il primo sopralluogo dopo l'ottenimento della concessione. Ancora un po' di attesa per formalizzare la procedura ma nel frattempo la circoscrizione 5 ha aperto le porte alla dirigenza e ai tecnici che ci affiancheranno in questa avventura. Il team dei progettisti è composto dallo studio Progetto RiAbita dei due nostri tesserati l'Arch. Tommaso Baudi dei Get To Hit e l'Ing. Mario Franchi dei Iron Lion Tyson, affiancati dallo SdiA Paolo Pettene, diretto dall'omonimo architetto, e dalla sua esperienza maturata in oltre 500 impianti sportivi in tutta Italia.

Durante la giornata, abbiamo avuto modo di presentarci ai nostri vicini, i tesserati del Circolo de Angeli, fondato dai dirigenti Uisp che per anni hanno animato il bocciodromo con tornei, eventi, feste e incontri di boxe. Abbiamo ricevuto un'accoglienza calorosa e tanti inviti a rianimare quanto prima il centro sportivo. Ma la cosa più incredibile e bella è che nessuno ci ha chiesto "ma è tipo palla avvelenata?" Sogno o son desto?