Comitato Regionale

Piemonte

Uisp Pallavolo: si torna sotto rete con il Palio di Sant’Orso

Quattro giorni di sport e inclusione tra le vette valdostane in memoria di Andrea Tagliante. Parlano F. Giorgetti e D. Cinquino

Da giovedì 25 a domenica 28 gennaio torna il “Palio di Sant’Orso - 2° Memorial Andrea Tagliante”. Il trofeo di pallavolo è giunto alla 19esima edizione. La manifestazionesarà organizzata da Uisp Pallavolo con la collaborazione di Uisp Pallavolo Piemonte.

Il torneo si svolgerà a Saint Vincent e nelle palestre di Chatillon, in Valle d’Aosta, e vedrà la partecipazione di 13 squadre di pallavolo mista e 6 squadre dei Centri di Salute Mentale.

Fabrizio Giorgetti, responsabile nazionale Pallavolo Uisp, spiega come si svolgerà il torneo. “Come tutti i nostri tornei anche il Palio è un’occasione per condividere momenti di sport e aggregazionee la presenza di ragazzi e ragazze dei CSM danno quel valore aggiunto che distingue la Uisp. Per favorire la loro partecipazione il Settore di Attività nazionale, in accordo con l’Uisp Nazionale, ha previsto un contributo economico. Un aiuto per loro e per le loro famiglie per permettere di praticare quell’attività fisica così importante”.

Giorgetti ricorda il ruolo dello sport alla luce delle recenti modifiche costituzionali. “Giocare insieme e fare sport è importante per tutti, come ora riconosce anche la Costituzione, ma c'è bisogno anche di momenti aggregativi che valorizzano l’aspetto socializzante e di condivisione, che aiuta la convivenza anche fuori della palestra”.

È necessario aggiungere un ricordo doveroso per la memoria di Andrea Tagliante, arbitro Uisp: “Il Palio è intitolato per il 2° anno alla memoria di Andrea Tagliante, un nostro arbitro che ci ha lasciati troppo presto - prosegue Giorgetti - Quando ricordiamo chi purtroppo non è più con noi fisicamente, non lo facciamo solo per commemorarlo, ma per valorizzare ciò che ci ha lasciato in dono. Non sarà una veglia funebre, ma occasione di riflessione e condivisione, con chi non l’ha conosciuto, dei suoi ideali e del suo agire nel quotidiano. Il sorriso di Andrea vale quanto dieci seminari, la sua dedizione all'Uisp e ai suoi soci sono d’esempio per tutti noi”.

Donatella Cinquino, responsabile Uisp Pallavolo Piemonte, ricorda con affetto Tagliante e racconta l’organizzazione dell’evento: “Inizieremo giovedì 25 con una festa per i ragazzi dei Centri di Salute Mentale. Si tratterà di un momento di forte aggregazione”.

“Abbiamo 270 atlete ed atleti provenienti da diverse regioni d’Italia a cui si aggiungono altre 75 persone tra operatori e pazienti dei Centri di Salute Mentale. Nelle squadre afferenti ai Csm, infatti, ci sono almeno due operatori che giocheranno le partite insieme ai pazienti. La fascia d’età varia dai 25 a 60 anni ma partecipano anche giovanissimi dai 16 anni in su come da regolamento”.

“Abbiamo la presenza di diverse città come TorinoVeneziaLatina; ModenaPadovaChatillon (Ao) mentre i Centri di salute mentale che partecipano sono: Csm Soleado Moncalieri; Batticuore Chivasso; Fuoriposto Chieri; Senza Doit Saluzzo, Csm Parma e Modena, Csm Aosta - aggiunge Cinquino - Dopo la giornata dedicata ai Centri di salute mentale venerdì e sabato saranno dedicate alle partite del torneo con le finalissime che si svolgeranno domenica: in palio ci saranno terzo e quarto posto e, ovviamente, primo/secondo posto nonché le premiazioni”.

La responsabile Pallavolo Piemonte cocnclude ringraziando Pietro Cinquino, responsabile arbitri e disciplinare Uisp Pallavolo Piemonte, mente e braccio nell’organizzazione del torneo.

(a cura di Edoardo A. Scali)