Comitato Territoriale

Bologna

LA MINACCIA DELLA GUERRA

Dopo 29 anni di relativa tranquillità, il popolo saharawi è nuovamente minacciato da una guerra.

 

Il popolo saharawi è tradizionalmente residente nelle zone del Sahara Occidentale, territorio confinante con il Marocco, che già nel 1975 occupò i territori dell'autodeterminato popolo sahariano. Numerose famiglie furono costrette all'esodo e trovarono rifugio nei campi profughi realizzati in Algeria, ancora in essere dopo oltre 40 anni. Nel 1991 venne raggiunto un accordo per il cessate il fuoco e da allora, nonostante non si fosse riportata la stabilità, è stata mantenuta la tregua; per anni i saharawi hanno atteso il referendum che dovrebbe ufficializzarne l'autodeterminazione, sempre rimandato.

Oggi, dopo 29 anni, le proteste pacifiche del popolo saharawi contro lo sfruttamento delle risorse del Sahara Occidentale illegalmente occupato dal Regno del Marocco, hanno visto la risposta armata dell'esercito marocchino. Si aggiunge quindi, ad un periodo storico già scosso dalle difficoltà connesse all'emergenza causata dal Covid-19, il rischio di una nuova guerra nel Nordafrica.

Già dal 2005 la Uisp collabora con il popolo saharawi in quegli stessi campi profughi che furono realizzati in Algeria oltre 30 anni prima, con progetti finalizzati alla tutela dei minori, del lavoro e a sostegno dell'emancipazione delle donne, il cui obiettivo è garantire sviluppo alle oltre 200.000 persone che vivono in quella regione.

È per questo motivo che la nostra associazione si schiera a fianco della popolo saharawi, oggi minacciato dal rischio di un nuovo conflitto armato tra il Fronte Polisario, leggitimo rappresentante politico dei saharawi, e il Regno del Marocco.

"C'è ora bisogno di tutto il cuore e di tutta la ragione – afferma Ivan Lisanti, che per Uisp Emilia-Romagna segue i progetti di cooperazione nei campi saharawi – per contrastare il rischio di una nuova guerra e per affermare il diritto dei popoli e delle persone contro ogni forma di oppressione colonialista".

Per ulteriori approfondimenti si rimanda all'articolo pubblicato sul sito di Uisp Emilia-Romagna.

SPONSOR
ULTIMISSIME DAL COMITATO DI BOLOGNA

FOTO GALLERY

VIDEO GALLERY

CI TROVI ANCHE SU FACEBOOK