Struttura di Attività Nazionale

Ciclismo

A Rieti si apre il Campionato Italiano Bike Trial Uisp 2015.

L'inventore del regolamento e creatore della prima bicicletta da Trial fu lo spagnolo Pere Pi i Parera, che all'epoca era sviluppatore delle motociclette da Trial Montesa. La prima bici prodotta ufficialmente per il "Trial in bicicletta" fu la Montesa T15 progettata e realizzata nel 1977. Originariamente Pere decise di chiamare questo Sport "Trial - Sin" a significare "Trial senza" in quanto fatto in assenza di motore.


Ed il 29 marzo gli "stambecchi" UISP iniziano le sfide a colpi di equilibrio

Infatti il prossimo 29 marzo in zona Vazia Via F M. Malfatti presso il centro sportivo D. Rossi si terrà la prima delle sette prove in programma quest'anno valevoli per il Campionato Italiano di Bike Trial.
Tale competizione sarà organizzata dall'a.s.d. Crescenzi Trial Bike di Rieti affiliata e supportata dall'Ente di Promozione UISP capitanata a Rieti dall'omnipresente Claudio Fovi.
Si potranno quindi vedere dal vivo tanti atleti provenienti da tutta Italia che, in sella alle proprie biciclette, daranno spettacolo su un percorso di tipo misto tra natura e ostacoli artificiali. Tante le
categorie che abbraccieranno dai giovanissimi fino ai più esperti e che entrambi saranno in grado di superare roccie, tronchi e addirittura arrampicarsi su "alberi" per poi saltare giù! Uno dei cinque percorsi di gara controllati dagli ormai esperti giudici di gara anch'essi reatini, sarà dislocato all'interno della neonata attività Caseificio Formaggeria Reatina, e sarà particolarmente spettacolare. La supervisione da parte dei responsabili nazionali di "bike trial Italia", la società
affiancatrice dell'intero Campionato, garantirà uno spettacolo allo stato puro sotto tanti punti di vista. Pertanto dalle ore 10,30 fino alle ore 15,00 circa si potrà assistere alla gara e magari trascorrere qualche ora in maniera del tutto nuova. Non mancherà ovviamente all'appello il beniamino di casa undicenne Diego Crescenzi che con la sua Monty M5 in fibra di carbonio, saprà di sicuro ben figurare nella categoria benjamin.

 

 

 

 

BIKE CARD Tutorial

Come saprete, in virtù delle convenzioni stipulate ad inizio 2018 sono considerati reciproci per tesseramento:

FCI, ACSI, CSI, CSAIN e UISP

Per i restanti enti di promozione sportiva è previsto il rilascio della Bike Card.Questa permette ai tesserati degli enti AICS, ASI, CSEN, ENDAS, US ACLI, CNS LIBERTAS e OPES di partecipare alle manifestazioni organizzate da FCI, ACSI, CSI, CSAIN, e UISP.
Va specificato che la Bike Card viene distribuita ai propri tesserati direttamente dagli Enti in Convenzione e non a titolo individuale.

Pertanto tutte le società che organizzano raduni cicloturistici su strada devono, in atto d’iscrizione alla propria manifestazione, procedere a richiedere ai ciclisti tesserati per gli enti:
AICS, ASI, CSEN, ENDAS, US ACLI, CNS LIBERTAS, OPES

Questa BIKE CARD (come nell’immagine fac simile sotto) per poter regolarizzare l’iscrizione

Per agevolare le procedure, è possibile verificare la presenza del ciclista nel database della Bike Card, accedendo alla procedura on line direttamente da questo link oppure tramite l’immagine sottostante

Lo ribadiamo, in virtù degli accordi di reciprocità
I TESSERATI FCI, ACSI, CSI, CSAIN e UISP–NON DOVRANNO PRESENTARE NESSUNA BIKE CARD

Non ammessi UISP

Formazione UISP Ciclismo

Social UISP Ciclismo

 

Facebook Uisp ciclismo