Struttura di Attività Nazionale

Ciclismo

Bicincittà la pedalata UISP fa trentatre

Torna la voglia di pedalare per stare insieme, per un ambiente migliore

 

Dica 33, nell’immaginario è la frase del medico quando sottopone ad una visita di controllo.
Quando a dire 33 è l'edizione di Bicincittà Uisp, possiamo essere certi che c’è voglia di sport, movimento, convivialità e salute
I temi dell’ambiente sono più che mai una priorità e Bicincittà vuole coinvolgere tutta l’Italia per portarla due ruote e metterli in primo piano

Saranno 92 le città italiane sede della manifestazione, sparse in 16 regioni che da aprile a settembre desiderano portare in sella giovani fuori e giovani dentro, uniti sui vari temi

"Sono sempre più le persone che scelgono la bici per spostarsi, sia per sport e divertimento, sia per l’intermodalità casa -scuola e casa – lavoro": dice Davide Ceccaroni coordinatore della SDA UISP Ciclismo, "e Bicincittà serve ad amplificare l’attenzione su questa necessità"

Ma che cos’è Bicincittà - C’è davvero ancora chi no lo sa ?
Una festa a pedali aperta a tutti, non una gara ma un modo per stare assieme per mezzo della bici.
Percorsi urbani o parchi, distanze variabili su itinerari semplici ed adatti a tutti.
Ritrovi fissati solitamente nel centro storico delle città, dove si parte tutti insieme a velocità controllata, in molti casi si toccano luoghi simbolici, artistici, storici…
E poi ?
Poi si fa festa, ristori ed esibizioni di vario genere ad allietare la giornata dove i valori di Bicincittà si incrociano con urgenze e tematiche sociali individuate territorialmente.

Bicincittà perché ?
Perché è solidarietà, oltre alle iniziative territoriali, ogni anno la manifestazione Bicincittà è legata ad uno o più progetti di solidarietà in Italia o all’estero, destinando parte dei proventi derivanti dalle quote di iscrizione.

Nel 2019 i comitati aderenti potranno scegliere di destinare la raccolta fondi ad un’iniziativa locale oppure aderire alla raccolta fondi nazionale qui sotto descritta.

Bicincittà per la fondazione kanafani che aiuta i bambini rifugiati in Libano
La GKCF è una ONG Libanese fondata nel 1974, per il secondo anniversario della morte di Ghassan Kanafani, autore, giornalista, artista e portavoce del popolo palestinese. La GKCF ha istituito e gestisce sei asili nido, due centri di abilitazione, tre biblioteche per bambini ed un centro d’arte, all’interno dei campi profughi palestinesi in Libano, frequentati finora da piu di 8500 bambini. I programmi degli asili e dei centri di abilitazione di GKCF si basano sull’approccio olistico e tutte le attività quotidiane proposte – come il gioco, l’arte, la musica e la canzone, la danza e la ritmica, la storia e il dialogo, la scienza e l’osservazione – sostengono lo sviluppo sensoriale, motorio, emotivo, intellettuale, sociale e creativo dei bambini.

Uisp ha già collaborato con la fondazione, in particolare nel centro di Ayn Al Helwe sia direttamente che attraverso il partenariato in due progetti della ong CTM. Sono stati organizzati alcuni training e abbiamo contribuito all’acquisto di materiali utili per il funzionamento del centro e per l’insegnamento di quanto appreso nei training.

Ayn Al Helwe è il campo profughi più popolato e problematico del Libano. Oltre i rifugiati palestinesi, li da oltre 40 anni, ospita molte famiglie siriane in fuga dalla guerra. Il centro Kanafani è un’isola felice all’interno di una situazione di costante tensione.

Con Bicincittà vogliamo dare ancora il nostro sostegno a questa struttura che tanto fa per i bambini palestinesi e siriani ospiti del campo, con particolare attenzione ai bambini con disabilità.
Contribuirà all’acquisto di un mini bus per trasportare i bambini con disabilità ospiti della struttura e inoltre proseguiremo con nuovi corsi di dance terapy, nello specifico per giovani con disabilità e loro parenti e per gli insegnanti del centro.

Per il calendario di Bicincittà clicca qui

E allora si parte con la Bici e con lo sport per tutti

Dalla Redazione UISP Ciclismo
(R.B.)

 

 

 

 

BIKE CARD Tutorial

Come saprete, in virtù delle convenzioni stipulate ad inizio 2019 sono considerati reciproci per tesseramento:

FCI, ACSI, CSAIN, CSI ed UISP

Per i restanti enti di promozione sportiva è previsto il rilascio della Bike Card, vale a dire AICS, ASI, CSEN, ENDAS, LIBERTAS, OPES, US ACLI

Va specificato che la Bike Card viene distribuita ai propri tesserati direttamente dagli Enti in Convenzione e non a titolo individuale.

Pertanto tutte le società che organizzano raduni cicloturistici su strada devono, in atto d’iscrizione alla propria manifestazione, procedere a richiedere ai ciclisti tesserati per gli enti:
AICS, ASI, CSEN, ENDAS, LIBERTAS, OPES, US ACLI

Questa BIKE CARD (come nell’immagine fac simile sotto) per poter regolarizzare l’iscrizione

Per agevolare le procedure, è possibile verificare la presenza del ciclista nel database della Bike Card, accedendo alla procedura on line direttamente da questo link oppure tramite l’immagine sottostante

Lo ribadiamo, in virtù degli accordi di reciprocità
I TESSERATI FCI, ACSI , CSAIN, CSI, UISP–NON DOVRANNO PRESENTARE NESSUNA BIKE CARD

Non ammessi UISP

Formazione UISP Ciclismo

Social UISP Ciclismo

 

Facebook Uisp ciclismo