Struttura di Attività Nazionale

Ciclismo

Continuiamo a parlare di diritti... in difesa delle donne

Lo ricorderete, tempo fa UISP ha dato sostegno alle campagne contro la violenza sulle donne. E' ora di riparlarne

Quando se ne parla poco, si fa presto a scordare...
Quindi scusateci, non è certamente un tema ciclistico ma di sicuro è un tema su cui siamo sensibili.
Per tutte le nostre cicliste, per tutte le donne vogliamo tenere vivo l'interesse e vogliamo sicurezza.

Le statistiche riportano dati allarmanti, ogni tre giorni una donna viene uccisa. Migliaia vengono molestate, aggredite, picchiate, sfregiate o uccise. La violenza e i casi di femminicidio hanno raggiunto livelli mai visti prima, in Italia ed all’estero.
Nel 2016 le donne uccise dal proprio compagno, marito, fidanzato o ex partner sono state 120 e nel 2017 il numero non tende a diminuire. Nonostante le campagne, le manifestazioni, i proclami di impegno da parte delle istituzioni il numero delle vittime è salito e non sembra arrestarsi. Servono interventi forti e decisi per fermare questo fenomeno e far sentire più forte le voci delle donne.
Aiutare, proteggere le donne quindi diventa più che mai un impegno urgente che implica il rafforzamento di alcune misure per sconfiggere ogni forma di sopruso.

 Nel piccolo ecco alcuni modesti suggerimenti ...

Se avete fatto tardi la sera dopo l’uscita da un locale, una discoteca o un cinema è meglio chiamare un taxi e tornare a casa in tutta sicurezza. A Firenze, Roma, Milano e nelle principali città italiane è attivo il “taxi rosa”, strumento fondamentale che permette alle donne di avere la precedenza nella chiamata in arrivo ai centralini e di farsi accompagnare direttamente sotto il portone della propria casa. In più prevede anche una tariffa scontata del 10 per cento. Sarete così scortate dai tassisti, novelli cavalieri della notte.

Alcune App utili da scaricare sul telefonino contro le aggressioni

Tra le applicazioni, da scaricare facilmente sul telefonino, segnaliamo: "Where are U?” (gratis su App Store).
Basta un tasto e permette di effettuare una chiamata di emergenza mettendovi immediatamente in comunicazione con le forze di polizia, rivelando la posizione in cui vi trovate.

Oppure “Be Safe You” (gratis su Google Play), un’app personale che crea una rete con i propri contatti e permette di geolocalizzare i vostri spostamenti. Se non vi sentite sicure e tranquille mentre percorrete una strada, girate per un quartiere o siete dirette ad un appuntamento, il sistema permette ai vostri contatti di verificare dove siete in un preciso momento, di controllare se siete arrivate nel tempo previsto e intervenire in caso contrario e di fare una finta chiamata per far squillare il cellulare e in caso di pericolo col pulsante attiva chiamata è possibile avvisare i contatti chiedendo aiuto.

Ovviamente c'è ancora molto da fare, e non solo questo ma intanto grazie a tutti per l'attenzione.

 

 

 

 

 

Squalificati UISP

Formazione UISP Ciclismo

FB

Facebook Uisp ciclismo

TW