Struttura di Attività Nazionale

Ciclismo

Convenzione FCI - UISP - ACSI parliamone un po

La notizia della nuova convenzione tra FCI, UISP ed ACSI è arrivata per le feste di natale ed ha creato qualche scompiglio.

Proviamo a sottolineare qualche punto per dipanare dei dubbi e lo facciamo con il responsabile della Struttura di Attività del Ciclismo UISP Nazionale Davide Ceccaroni.

Com’è nato questo accordo a tre ?

L’accordo nasce da considerazioni che hanno svolto al proprio interno i tre enti attori della convenzione (FCI-UISP-ACSI).

Per quanto riguarda UISP Ciclismo, vi è stato un passaggio formale in data 17/12/2018 in sede di direttivo, con la partecipazione del presidente nazionale Vincenzo Manco, alla presenza dei comitati regionali UISP ciclismo.

In quel contesto è emersa la richiesta e la volontà dei dirigenti di andare verso la realizzazione di una convenzione che valorizzasse la nostra associazione sul piano dell’impegno per la qualità delle manifestazioni realizzate e delle proprie associazioni affiliate.

In considerazione di questo si è poi realizzato l’accordo e tutti desideriamo ringraziare il presidente Manco per aver saputo cogliere i segnali emersi dall’incontro, per la sua sensibilità nel valorizzarli e per il lavoro svolto.

Perché questi enti e non altri ?

Perché insieme si è ritenuto di valorizzare gli enti più qualitativi e rappresentativi nell’ambito del ciclismo amatoriale.

Si parla, in convenzione, di Bike Card.
Ma cos’è ? Chi la può/deve fare e perché ?

Chiariamo innanzitutto che, in virtù di questo accordo, i tesserati della convenzione attuale (FCI/UISP/ACSI) sono reciproci tra di loro e potranno partecipare a tutte le manifestazioni di questi enti, come di qualsiasi altro ente che dichiari “aperta” la propria manifestazione ciclistica SENZA ALCUN COSTO AGGIUNTIVO rispetto al loro normale tesseramento.
Lo ripetiamo che male non fa… SENZA ALCUN COSTO AGGIUNTIVO.

Viceversa, i tesserati di altri enti attualmente non in convenzione dovranno (se vorranno partecipare alle manifestazioni degli attuali enti convenzionati) sollecitare il proprio ente di appartenenza alla stipula di una convenzione che si aggiunga a quella attualmente esistente.

In virtù di questo accordo il loro ente potrà ottenere accesso al rilascio di queste BIKE CARD.
E’ già specificato nell’attuale comunicato della FCI ma lo ripetiamo qui

Significa che per gli atleti tesserati con gli altri EPS, FCI-UISP ED  ACSI offrono la medesima opportunità di sottoscrivere una convenzione e di offrire la reciprocità ai rispettivi associati alle seguenti condizioni:

 Acquisto da parte di ogni singolo atleta, tramite il proprio Ente, di una Bike Card del costo di euro 25,00, LA QUALE garantirà agli atleti la possibilità di partecipare a tutti gli eventi “APERTI” che vengono organizzati.

 E parallelamente l’apertura delle loro manifestazioni ai tesserati FCI, ACSI, UISP.

La Bike Card non fornirà alcun servizio assicurativo e dovrà essere obbligatoriamente presentata alle manifestazioni assieme alla tessera del PROPRIO EPS; le garanzie assicurative per gli infortuni e la responsabilità civile resteranno a carico dell’Ente che ha tesserato l’atleta soggetto o responsabile del sinistro.

Va precisato che gli attuali enti (UISP-ACSI) in convenzione non rilasciano BIKE CARD e non è possibile ottenerne una per consentire la partecipazione ad un singolo evento che… magari, interessa all’atleta di un altro ente.

Comunque come indicato anche dal comunicato originario, le modalità di attivazione e di acquisto della Bike Card verranno rese note a breve.

Parliamo un momento di attività UCI e di atleti “qualificati”
Che significa ?

Significa che la FCI ha ottenuto da UCI la disponibilità a far si che atleti “amatoriali” possano partecipare alla selezione ed alla qualificazione ai campionati mondiali amatoriali.

Questa convenzione consente perciò a questi atleti tesserati con gli enti FCI/UISP/ACSI di poter partecipare a queste selezioni, facendolo direttamente con la tessera del proprio ente.

Come dire, ulteriore valorizzazione della tessera e valore aggiunto al riconoscimento anche di UISP  Ciclismo
--

Grazie Davide a te per i chiarimenti e ci aggiungiamo ai ringraziamenti al presidente Manco per il lavoro.

Dalla redazione UISP Ciclismo

 

 

 

 

BIKE CARD Tutorial

Come saprete, in virtù delle convenzioni stipulate ad inizio 2018 sono considerati reciproci per tesseramento:

FCI, ACSI, CSI, CSAIN e UISP

Per i restanti enti di promozione sportiva è previsto il rilascio della Bike Card.Questa permette ai tesserati degli enti AICS, ASI, CSEN, ENDAS, US ACLI, CNS LIBERTAS e OPES di partecipare alle manifestazioni organizzate da FCI, ACSI, CSI, CSAIN, e UISP.
Va specificato che la Bike Card viene distribuita ai propri tesserati direttamente dagli Enti in Convenzione e non a titolo individuale.

Pertanto tutte le società che organizzano raduni cicloturistici su strada devono, in atto d’iscrizione alla propria manifestazione, procedere a richiedere ai ciclisti tesserati per gli enti:
AICS, ASI, CSEN, ENDAS, US ACLI, CNS LIBERTAS, OPES

Questa BIKE CARD (come nell’immagine fac simile sotto) per poter regolarizzare l’iscrizione

Per agevolare le procedure, è possibile verificare la presenza del ciclista nel database della Bike Card, accedendo alla procedura on line direttamente da questo link oppure tramite l’immagine sottostante

Lo ribadiamo, in virtù degli accordi di reciprocità
I TESSERATI FCI, ACSI, CSI, CSAIN e UISP–NON DOVRANNO PRESENTARE NESSUNA BIKE CARD

Non ammessi UISP

Formazione UISP Ciclismo

Social UISP Ciclismo

 

Facebook Uisp ciclismo