Struttura di Attività Nazionale

Ciclismo

Kick the Coast il primo challenge interamente in Footbike

Edizione test di questa iniziativa in Toscana in previsione del 2019

 

Torniamo, dopo qualche tempo, a parlare di monopattino sportivo… se preferite Footbike

Questo 2018 è stato l’anno di rodaggio di un iniziativa dedicata ai footbikers, lungo la costa Toscana
Esperienza concepita per vivere il territorio, come “Challenge” ovvero come sfida con sé stessi allo scopo di misurarsi con l’avventura e la prestazione sportiva, ma anche come gita se lo desiderate.

Il nome, il titolo per rilegare questa copertina è Kick The Coast

Il contenuto del libro ?
Parliamo di oltre 200 km di monopattino sportivo lungo la costa, partendo da Capalbio per arrivare fino a Cecina ed un dislivello di circa 1.040 metri sul percorso da affrontare.
Niente male vero ?


Lungo la bellissima costa tirrenica, su strade secondarie, strade bianche e panorami mozzafiato.
Unendo, in questo itinerario, vie ciclabili, sentieri, pinete  ed altro per vivere l’esperienza in sicurezza lontano dal clamore del motore e godere del mezzo nonché del panorama.

Una pattuglia di Footbikers ha studiato e testato il tutto, mettendo a regime questa idea da lanciare sul tavolo, come proposta per il 2019, modulabile che può essere affrontata in vari modi.

L’idea nasce come sfida, appunto “challenge” e quindi come sfida con sé stessi e con il tempo.
Sappiate che abbiamo già un record di riferimento da battere: 17 ore e 40 minuti sono bastati al più tenace Footbiker per compiere l’impresa.

Per chi invece desiderasse porsi in modo più morbido ecco alcune informazioni utili.
Il percorso è stato studiato in modo tale da consentire ai partecipanti di arrivare alla località di partenza con mezzi propri oppure con il treno.
E’ possibile raggiungere la linea ferroviaria in diversi punti lungo tutto il tragitto, quindi l’idea del “challenge” consente di raggiungere il luogo di arrivo ed utilizzare il treno per pianificare un comodo rientro.

C’è un REGOLAMENTO, essendo una sfida senza supporto, è vietato farsi aiutare da persone o da mezzi terzi per procedere nella sfida.
Quindi i partecipanti non possono fare un pezzo del tragitto in treno

Tuttavia se per un qualsiasi motivo, fosse necessario interrompere la sfida e pensare ad un rientro anticipato, si può utilizzare la linea ferroviaria che ferma in alcune delle città lungo il percorso
(Capalbio, Grosseto, Follonica, San Vincenzo e Cecina).

Si può pianificare l’esperienza a tappe, spezzando il percorso in due, tre o più tappe non importa, la Challenge diventa una gita…  la vacanza sportiva in monopattino che avete sempre desiderato.

Oppure percorrere tutto il percorso in un’unica tirata da veri spavaldi

La Challenge prevede che la traccia del percorso (leggasi Gps) venga consegnata a ridosso della data di partenza, in modo da consentire ai partecipanti di organizzarsi, in autonomia, e chi desidera farla a tappe ci si può organizzare come meglio si desidera.
In tenda, nei numerosi agriturismi, b&b ed alberghi, distribuiti lungo tutto il percorso, ognuno effettua la scelta che gli sembra più adeguata in piena libertà secondo quando gli consente di trarre divertimento in questa sfida.

Una modalità per vivere l’avventura, perché no per avvicinarsi al monopattino sportivo.
Ciclisti e Bikers  organizzano sfide fantastiche in tutto il mondo...
Perchè noi, gente del footbike, non dovremmo?

Ecco appunto, adesso si può.

 Per info : info@riderinthestorm.com

 Dalla Redazione UISP Ciclismo
(R.B.)
 

 

 

 

 

 

BIKE CARD Tutorial

Come saprete, in virtù delle convenzioni stipulate ad inizio 2018 sono considerati reciproci per tesseramento:

FCI, ACSI, CSI, CSAIN e UISP

Per i restanti enti di promozione sportiva è previsto il rilascio della Bike Card.Questa permette ai tesserati degli enti AICS, ASI, CSEN, ENDAS, US ACLI, CNS LIBERTAS e OPES di partecipare alle manifestazioni organizzate da FCI, ACSI, CSI, CSAIN, e UISP.
Va specificato che la Bike Card viene distribuita ai propri tesserati direttamente dagli Enti in Convenzione e non a titolo individuale.

Pertanto tutte le società che organizzano raduni cicloturistici su strada devono, in atto d’iscrizione alla propria manifestazione, procedere a richiedere ai ciclisti tesserati per gli enti:
AICS, ASI, CSEN, ENDAS, US ACLI, CNS LIBERTAS, OPES

Questa BIKE CARD (come nell’immagine fac simile sotto) per poter regolarizzare l’iscrizione

Per agevolare le procedure, è possibile verificare la presenza del ciclista nel database della Bike Card, accedendo alla procedura on line direttamente da questo link oppure tramite l’immagine sottostante

Lo ribadiamo, in virtù degli accordi di reciprocità
I TESSERATI FCI, ACSI, CSI, CSAIN e UISP–NON DOVRANNO PRESENTARE NESSUNA BIKE CARD

Non ammessi UISP

Formazione UISP Ciclismo

Social UISP Ciclismo

 

Facebook Uisp ciclismo