Nazionale

Edizione speciale di Vivicittà in Libano con 120 bambini

Si è svolta questa mattina nel campo profughi di Ein El Helwe a Saida (Sidone) in Libano. Festa, sorrisi e gioco con bambini palestinesi, siriani e libanesi

 

 

Una giornata di festa e sport che è servita ad alleviare il peso di una situazione difficile per i bambini del campo profughi di Ein El Helwe a Saida (Sidone) in Libano. L’Uisp ha organizzato venerdì 6 dicembre una manifestazione sportiva con 120 bambini libanesi, palestinesi e siriani che hanno trascorso una mattinata di gioco nel campo palestinese più grande e problematico del Libano, che ospita circa 70.000 persone.

Questo è stato il significato più importante di questa manifestazione multisport, una sorta di edizione speciale di Vivicittà, iniziativa Uisp da sempre messaggera di pace e convivenza nel mondo.

Si è trattato di un'edizione particolare della manifestazione, svolta interamente all'interno del campo profughi palestinese di Ein El Hilweh (Sidone): Vivicittà ha coinvolto bambini e bambine con e senza disabilità, grazie al lavoro della Ghassan Kanafani Cultural Foundation (GKCF), con cui l'Uisp lavora da anni. I bambini si sono cimentati contemporaneamente anche nell'attività di plogging, il cosiddetto "jogging ecologista": ovvero hanno ripulito il campo, abbinando la corsa (o la camminata) a dei piegamenti che permettono di raccogliere i rifiuti e separarli in appositi sacchetti che i partecipanti portano con sè.

Questa edizione di Vivicittà in Libano si svolge anche grazie al contributo del progetto Erasmus+ Grassroots sport diplomacy, che ha visto l'Uisp per tre a anni al fianco di ISCA e di altri otto partner.

Archivio video

ATTESTATO VIVICITTA' 2019

Facebook

Partner istituzionale

Fornitore ufficiale