Comitato Territoriale

Pesaro Urbino

Progetto Carcere

 

Continua l’intervento del Comitato UISP all’interno del carcere di Pesaro.

Info generali

Il Progetto Carcere è inserito nelle iniziative concordate con l’Ambito Territoriale 1 allo scopo di dare organicità all’intervento che converge verso l’obiettivo di rendere “utile” il tempo trascorso dietro le sbarre.

Questo Progetto si propone lo scopo generale di recuperare la dimensione corporea in uno spazio che limita il “movimento del corpo”. In questa apparente contraddizione c’è la sfida: favorire lo scambio e il confronto reciproco fra la realtà interna al carcere e quella esterna; permettere ai detenuti di avere contatti con la comunità “libera”; stimolare nuove e positive modalità di relazione tra di loro e con gli altri; sostenere i detenuti nel tentativo di recuperare il senso di stare insieme ad altri secondo regole condivise; garantire un’attività sportiva e formativa continuativa.

Di cosa si tratta?

Nel dettaglio lo scopo è quello di inserire in maniera organica il gioco del calcio all'interno del carcere di Villa Fastiggi attraverso due fasi: la prima fase che ha previsto un Corso di formazione di un gruppo di arbitri (consegnato l’attestato di Arbitro UISP a 20 reclusi); la seconda in cui le squadre formatesi all'interno della casa circondariale hanno dato vita ad un torneo interno autogestito. A questo scopo la Lega Calcio UISP ha messo a disposizione i propri formatori Umberto Alessandrini e Antonio Dibenedetto che hanno completato il percorso formativo di 20 ore teoriche a cui si aggiungono altre 20 ore di tirocinio sotto la supervisione di un tutor, oltre al materiale didattico e tecnico di supporto agli arbitri neoformati.

A dare un particolare tocco di ufficialità è intervenuta lunedì 16 settembre 2013 l’onorevole Valentina Vezzali, invitata dalla direzione del carcere, che ha presenziato alla consegna degli attestati e dato il calcio d’inizio della prima partita del Torneo di Calcio interno.

Oltre a questo intervento specifico rivolto a migliorare le condizioni di svolgimento delle attività calcistiche, la UISP interviene nelle sezioni femminile e maschili con due insegnanti (Giada Raineri e Luigi Panunzio) che promuovono l’attività motoria nelle due palestre interne alle quali sono state fornite ulteriori attrezzature.

Rassegna Stampa

 

Galleria fotografica

 

 

 

 

 

 

 

 

Piattaforma Servizi Associazioni

Registro CONI 2.0