Comitato Territoriale

Varese

Ragazzi fuori

Questo progetto 383 per il 2008/2009 è rivolto ad una delle fasce di età più delicate, l'adolescenza, fase di trasformazione dell'identità personale, in cui il bisogno di autonomia si accompagna a necessità di sostegno affettivo e relazionale. Contestualmente i fattori di deprivazione culturale, sociale e relazionale sono sempre più diffusi, soprattutto nelle aree metropolitane, determinando così le condizioni di contesto favorevoli alla devianza. I giovani sono particolarmente esposti a questi fattori di rischio, se non vengono responsabilizzati e coinvolti nella costruzione del loro progetto di vita, e lo sportpertutti può essere un'occasione di socialità e creatività da una parte, e di condivisione di regole e impegni dall'altra.

La costruzione di laboratori in 6 città (Genova, Varese, Firenze, Roma, Napoli, Palermo) ha permesso di offrire ai ragazzi percorsi educativi, strutturati e mirati alla valorizzazione del tempo “non protetto” e alla costruzione di autonomie positive e relazioni significative.

Le esperienze sul campo prevedono la promozione e l'organizzazione di manifestazioni sportive volte all'integrazione, l'allestimento di spazi di aggregazione spontanea, l'accompagnamento individuale e il sostegno educativo, l'inserimento dei ragazzi in attività sportive informali e strutturate, in piena collaborazione con i diversi soggetti istituzionali e sociali impegnati nel campo dell'adolescenza.

Un convegno finale farà il punto sulla sperimentazione, sui risultati ottenuti e sugli sviluppi futuri.

Obiettivi: A) Proporre un percorso concreto e attuabile nel mondo dello sportpertutti, a misura di ciascuno, come intervento preventivo primario nei confronti del fenomeno della devianza e delle dipendenze giovanili, non finalizzato alla performance ma all'aggregazione e al divertimento. B) Condurre un'attività educativa con esperienze sul campo, in grado di influenzare lo sviluppo individuale e l'integrazione, sia nel gruppo dei pari, sia nel contesto di riferimento, rivolta ai ragazzi da 14 a 21 anni nelle aree urbane più difficili delle grandi città (centri storici, periferie, aree deindustrializzate, quartieri di edilizia popolare). C) Creare contesti socio-educativi specifici, finalizzati alla costruzione di autonomie positive e di relazioni significative attraverso lo sportpertutti. D) Promuovere spazi di collaborazione fattiva tra i diversi soggetti che sul territorio sono impegnati nel mondo dell'adolescenza.

Le fasi di attuazione:

Fase 1: Organizzazione (Gennaio - Febbraio 2009): individuazione target

Fase 2: Sperimentazione (Marzo - Maggio 2009): avvio della sperimentazione: Laboratori Fase 3: Capitalizzazione (Giugno 2009): capitalizzazione della metodologia di intervento; valutazione della sperimentazione a livello locale.

Fase 4: Convegno (Luglio 2008): organizzazione e realizzazione del Convegno Finale del progetto: presentazione della sperimentazione, dei risultati ottenuti e degli sviluppi futuri.

Fase 5: Chiusura (Agosto 2009): chiusura delle attività e redazione report.

Le metodologie: alcune città in Italia, prevalentemente aree metropolitane, sono interessate da fenomeni significativi di disagio conclamato fra i giovani infra-ventunenni. Si tratta di criticità connesse a condizioni di deprivazione culturale, sociale e ambientale sulle quali si incancreniscono malesseri esistenziali tipici dell'adolescenza e situazioni familiari difficili.

Il progetto si caratterizza come intervento di prevenzione primaria nei confronti di ragazzi di età compresa tra i 14 ed i 21 anni mediante l'attivazione di percorsi di contrasto alla devianza minorile e di prevenzione delle dipendenze.

Da un punto di vista metodologico, "Ragazzi Fuori" prevede una prima fase in cui si procederà alla definizione del target all'interno delle aree a rischio individuate. Si procederà quindi al coinvolgimento del target attraverso educatori di strada e/o figure riconosciute come significative dai ragazzi in quel territorio, nonché mediante l'attivazione di tutti gli attori interessati: scuola, associazionismo, enti locali, servizi sociali. Inoltre, per quanto riguarda Varese, oltre ai laboratori di strada, ci saranno anche degli incontri nelle classi degli Istituti Scolastici Superiori di Varese: Liceo Artistico "Frattini" e I.P.C.S.S.T. "Einaudi".

Descrizione delle attività a Varese:

Una volta costituiti i gruppi si procederà con:

¨       la promozione e il sostegno ad iniziative ludico-sportive e culturali anche auto-organizzate dai ragazzi;

¨       l'organizzazione di manifestazioni sportive volte all'integrazione tra gruppi informali e società sportive del territorio;

¨       la creazione di spazi, momenti e luoghi di aggregazione spontanea;

¨       l'accompagnamento individuale e il sostegno educativo in collaborazione con i servizi;

¨       organizzazione di momenti di svago, spazi di ritrovo culturali e attività sportive di gruppo da svolgersi nelle palestre comunali e nelle sale delle circoscrizioni di quartiere. Le attività saranno scelte e organizzate insieme da operatori e ragazzi.

¨       percorsi sportivi individuali, finalizzati al loro inserimento in società sportive del territorio previa indagine tra i ragazzi circa i loro interessi, così da permettere a loro da una parte di acquisire autonomia, consapevolezza e responsabilità, dall'altra di partecipare attivamente al contesto sociale locale, instaurando relazioni e impegnandosi nei confronti di sé e degli altri.

¨       attività di monitoraggio del percorso.

Alcuni esempi di attività nello specifico:

Laboratori teatrali

Laboratori manuali

Cineforum

Allestimento mostre

Organizzazione serate a tema, cene e aperitivi

Presentazione Libri

Organizzazione spettacoli e concerti musicali

Sport di squadra: calcio, basket, pallavolo, thouckball, rugby...

Sport individuali: atletica, tennis, badminton...

 

Tutte le attività saranno basate sulla co-progettazione con i ragazzi e gli altri attori presenti sul territorio.

Questo progetto è un progetto nazionale, infatti partecipano 6 città sul territorio: Varese - Genova - Roma - Napoli - Palermo - Firenze

A Varese gli interventi in classe coinvolgeranno le classi prime degli Istituti Scolastici Superiori: Liceo Artistico "Frattini" e I.P.C.S.S.T.  "Einaudi".

I laboratori di strada coinvolgeranno, in particolare, i ragazzi dei quartieri della Circoscrizione 6, i ragazzi delle scuole coinvolte, segnalazioni uffici locali preposti, con estrema flessibilità di inserimento.

DOVE SIAMO

P.za F. De Salvo 5/7 (Angolo Via Lombardi)-  Varese

Tel. 0332/813001

 

 

CORSI UISP 2017/2018

 

PIATTAFORMA - GESTIONE SOCIETA' (A.S.D. / S.S.D)

MODULISTICA