Comitato Territoriale

Sassari

Compagni di cordata. Partiti gli incontri e le attività in ambiente

E' partito ufficialmente anche a Sassari, Compagni di cordata, progetto nazionale che prevede attività in montagna con persone con e senza disabilità, finanziato della legge 383/2000 – F/2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.  Il progetto oltre a Sassari si svolgerà anche in altre dieci località tra cui Ivrea, Savona, Napoli, Pistoia, Parma, Belluno, Trento, Nebrodi e Lazio.

Alla base dell'idea progettuale c'è la convinzione che anche per i disabili (fisici, intellettivi, sensoriali o con disagio mentale) vada affermato il principio secondo il quale impegno, tenacia, costanza, capacità individuali, siano elementi indispensabili in un percorso di formazione della propria soggettività e autonomia. Il progetto, dunque, avvalendosi di alcune validissime esperienze già sperimentate dall'UISP sul campo, intende coinvolgere dei disabili in attività che nulla hanno da invidiare, in termini di performance individuale, a quelle in cui si cimentano i normodotati. Le attività in ambiente naturale svolgendosi su un terreno d’azione vario, imprevedibile, fortemente caratterizzato dalle stagioni e dalle condizioni climatiche, con una varietà di situazioni imponderabili e in un contesto a volte psicologicamente difficile, rappresentano un terreno valido dove la diversità tra abile e disabile in taluni casi si azzera: non si crea a prescindere una condizione favorevole per il primo e di svantaggio per il secondo, ma al contrario la diversa abilità di un disabile può essere determinante positivamente nella dinamica del gruppo.

Nello specifico del progetto che si svolgerà a cavallo tra il 2014 e il 2015, le attività proposte saranno arrampicata, escursionismo e infine la realizzazione di una storytelling dove ogni ragazzo potrà fare il racconto emozionale delle esperienze vissute.

Tanto entusiasmo e interesse  già dopo il primo incontro in aula lo scorso 31 ottobre tra i ragazzi della II superiore dell'Istituto Artistico Filippo Figari di Sassari  a cui è stato presentato il progetto, sono state esposte le attività che si faranno e sono state fornite alcune indicazioni e istruzioni sul comportamento da tenere in montagna come alimentazione e abbigliamento consigliati per le uscite sulla neve.

Venerdì 21 novembre la classe ha svolto la prima uscita in ambiente a Vallicciola, località nel comune di Tempio Pausania dove hanno poi raggiunto Punta Bandiera a quota 1.345 metri.

Vai alla galleria fotografica.

!-- LightWidget WIDGET -->

Punto Luce Sassari

UISPRESS