Settore di Attività Nazionale

Ciclismo

La respirazione nell’attività sportiva ciclistica.

Il ciclismo è un attività di tipo aerobico, in cui l’ossigeno è fondamentale per creare energia, forza costante e prolungata. Come in ogni sport di resistenza.

 

Senza respirare non si va da nessuna parte, abbiamo dedicato una parentesi al diaframma assieme all'esperta di Fisioterapia e più di recente al respiro come parte integrante di anima e corpo grazie alla terapeuta Dott.ssa Monti.

La respirazione è una delle risorse più importanti, il ricambio di ossigeno nel sangue è la funzione primaria per riportare linfa vitale ed energie al corpo, infatti uno dei temi dibattuti in questi giorni è proprio legato alla respirazione ed all'adozione mascherina come presidio protettivo.

L'organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato delle linee guida, evidenziando che fare sport con la mascherina non è indicato.
Con la mascherina, infatti, si crea un circolo chiuso, la respirazione genera un prodotto di scarto, l'anidride carbonica e si finsce per respirare quello che il corpo ha scartato.
Respirare sotto sforzo in questa situazione induce l’organismo a trovarsi in carenza di ossigeno e questo può generare problemi di alcalosi ed ipo-ossigenzazione, quindi occorre fare attenzione in tutti quei casi in cui la mascheria sia obbligatoria date le norme, oppure necessaria se ci si trova in mancanza di distanziamento come previsto.

La respirazione è fondamentale e deve essere attiva e coerente,  sia durante la performances che dopo per il riequilibrio bio-fisiologico dell’organismo, quindi ci serviva un parere tecnico ed abbiamo chiesto aiuto all'esperta posturale di Bioginnastica Stefania Tronconi

Bentornata Stefania l'ultima volta ci hai aiutato con il collo, oggi ci fai respirare ?
"Quantomeno ci proviamo, grazie di avermi interpellata
La respirazione intesa come ossigenazione del corpo,  come dimostrato ampiamente in molte sperimentazioni scientifiche permette:

  • Produzione energetica all’interno della cellula;
  • Miglioramento del ritmo cardio-vascolare favorendo l'ossigenazione dei vari  distretti corporei;
  • Miglioramento della coordinazione neuro motoria;
  • Miglioramento della concentrazione mentale e della tenuta psicologica allo stress dell’attività;
  • Miglioramento della risposta immunitaria, diminuendo la produzione di citochine infiammatorie e aumentando la produzione di cellule della difesa verso le infezioni;
  • Aumento della resilienza quindi migliora la capacità di adattamento in qualunque situazione stressante sia fisica che psichica;
  • Riequilibrio del sistema acido-base  corporeo. Questo permette una migliore performances, un recupero più veloce del metabolismo basale ed eliminazione di tossine ed acido lattico.

L’atto respiratorio è un movimento involontario dei muscoli respiratori in particolare del diaframma e dei muscoli della gabbia toracica. Questo permette di eliminare la maggior parte delle tossine prodotte dalla “combustione” metabolica cellulare che ovviamente  aumenta in attività aerobiche prolungate come quando si pedala, ancora di più se si va in salita. 

Il corretto funzionamento del diaframma ci permette di attivare oltre che una buona ventilazione polmonare, anche il sistema linfatico deputato a “ripulire” i tessuti interstiziali e muscolari da scorie ed acido lattico, favorendo la fase di recupero in tempi brevi.
Quindi se si vuole avere una buona performance sulle due ruote è importante fare una buona manutenzione alla bici ma anche al corpo !
Per evitare che la catena cada di mantengono in buono stato i deragliatori, altrettanto per respirare bene bisogna avere un diaframma elastico. Una buona respirazione dipende dalla funzione e dalla struttura mio-osteo-fasciale dei muscoli che sono coinvolti in questa fondamentale attività corporea, la prima a cui dovremmo pensare in ogni nostro tipo di allenamento.
I muscoli della respirazione: diaframma, intercostali, pettorali, scaleni, trapezi sono spesso molto tesi e contratti pertanto invece di facilitare una respirazione profonda e naturale, diventano ostacoli, creando tensione che porta ad un irrigidimento di tutta la muscolatura, diminuendo la performance, creando un ambiente sfavorevole ad una buona ossigenazione.

Magari con la mascherina potremmo essere costretti ad attività non ottimale ed un buon esercizio di recupero con la Bioginnastica permette di riattivare la funzione respiratoria  e una migliore ossigenazione dei tessuti,  permettendo di sciogliere i muscoli , ampliando  la profondità del respiro, riequilibrando il ritmo respiratorio.

Inoltre attivando la respirazione sia cosiddetta toracica che addominale possiamo attivare appieno la “pompa linfatica” drenando in profondità i tessuti e donando elasticità alla gabbia toracica per una migliore respirazione sia durante l’attività sportiva  che nel recupero e riposo.
Non meno importante la respirazione come antistress, migliora la lucidità mentale fondamentale per la performances, la capacità di mantenere sempre un equilibrio psicofisico e vivere appieno il piacere di fare sport, di muoversi e di essere vitali."

Bene allora dobbiamo ritrovare il ritmo respiratorio, ci spieghi come ?
"Vi faccio vedere con un tutorial

Allora grazie Stefania, a te ad a tutto lo staff di Bioginnastica, segnaliamo che avete  altri video tutorial disponibili, che i centri Bioginnastica sono dislocati in varie zone d'Italia e siate a disposizione per chi fosse interessato ad imparare qualche cosa di più.

Dalla Redazione UISP Ciclismo
(RB)

 

 

 

 

Facebook Uisp ciclismo

BIKE CARD Tutorial

La Direzione Nazionale UISP ha comunicato a tutti i livelli che in data 20 gennaio 2020 è stato sottoscritto, nel rispetto delle prerogative di ciascun organismo, il rinnovo della Convenzione UISP - FCI per il 2020

Alla data del 21/01/2020 hanno sottoscritto la Convenzione 2020 con la Federazione Ciclistica Italiana i seguenti Enti di Promozione Sportiva:

AICS, ACSI, ASI, CSAIN, CSEN, CSI, ENDAS, LIBERTAS, OPES, US ACLI, UISP​.

Per agevolare le procedure, è possibile verificare la presenza del ciclista nel database della Bike Card, accedendo alla procedura on line direttamente da questo link oppure tramite l’immagine sottostante

Non ammessi UISP

Formazione UISP Ciclismo

Social UISP Ciclismo
Facebook Uisp ciclismo