Settore di Attività Nazionale

Pattinaggio

Le origini della Lega Pattinaggio UISP

    I pionieri del nostro sport sono stati personaggi storici come Castellari, Cecchini, Grimaldi, Barresi, Cantini. Iniziarono tutti come pattinatori autodidatti costretti dalla scarsità di luoghi idonei ad allenarsi si su pista che su strada cin pattini artigianali e con ruote rigorosamente di legno.

    La scuola di pattinaggio UISP si chiama soprattutto Odoardo Castellari. Una vita spesa tra impegno civile e politico, successi agonistici e passione allo sport.

    Castellari ha fatto nascere scuole di pattinaggio in molti nostri comitati, promuovendo iniziative emanifestazioni, ha introdotti la specialità "danza" nel pattinaggio artistico e ha promosso la corsa e l'hockey a rotelle.

    Grande allenatore e formatore di campioni (fra questi i bolognesi Giancarlo Andreoli campione italiano e Alberto Civolani recordman e pluricampione mondiale), dal 1948 al 1953 è stato responsabile nazionale (la lega pattinaggio all'epoca non era ancora stata costituita).

    Nel 1969 il Congresso Nazionale dell'UISP, a Firenze, decide di costituire la Lega Pattinaggio in modo da dare dignità a questo sport in ascesa, nominando come primo Presidente Franco Boninsegna che la guiderà per dieci anni.

    Il promo convegno era composto da pochi rappresentanti di società: due per Bologna, due per Reggio Emilia, uno per Modena, uno per Ferrara, uno per Prato, uno per Firenze, ma nel giro di un anno le societòà affiliate salirono ad una quarantina e si inziò ad organizzare campionati di corsa ed artistico.

    Con il passare del tempo la tecnica si è evoluta e nel 1971 comparvero le prime ruote di materiale polimericoche introdussero un netto miglioramento nella prestazione tecnica degli atleti.

    Nel '72 si organizzò la prima Rassegna dei Gruppi Folk, una delle iniziative più belle che esprimono appieno i valori cari alla UISP.

    Negli anni settanta fioriscono i centri di avviamento al pattinaggio.

    Negli anni '80 e '90 sotto la guida dei Presidenti Di Nucci di Livorno (a capo della Lega Pattinaggio dal 1979 al 1987) e dell'indimenticabile Graziano Beragmini (Presidente dal 1987 al 1996), si verificherà un grande sviluppo ella pattinaggio nel nostro paese sia dal punto di vists quantitativo che qualitativo.

    A seguito ella scomparsa dell'indimenticabile Bergamini, il tione della Lega Pattinaggio passa all'esperto Fabio Gandini artefice di importanti innovazioni soprattutto nel settore artistico. Dal giugno 2006 prende la guida della Lega Nazionale Raffele Nacarlo, già Presidente della Lega Emilia Romagna.

    Il neo presidente inizia a ristrutturare la Lega partendo dalla formazione di un Consiglio molto forte con l'innovativo principio della nomina a Consiglieri Nazionali di tutti i Presidenti Regionali premiando i giovani meritevoli nelle posizioni di dirigenti nazionali e facendo della formazione tecnica e comunicazione tra i vari settori uno dei cavalli di battaglia.

    Oggi la Lega Nazionale Pattinaggio conta circa 600 società affiliate con oltre 26.000 tesserati ed è presente con le sue sedi in tredici regioni.

    

Una finestra sulla UISP

Il progetto Uisp “Open space” al Festival dello sport di Trento

Clicca sull'immagine per leggere l'articolo 

La UISP, intesa non solo come un ente di promozione che offre opportunità sportive e sociali alla comunità, ma anche come un’organizzazione che tratta temi di interesse generale e che, quindi, suscita riflessioni che vanno aldilà del mero interesse sportivo della singola disciplina di riferimento. Sulla base di queste motivazioni, la SDA Pattinaggio UISP proporrà sul proprio spazio web uno o più articoli tratti dal sito UISP Nazionale, nella certezza che tale sinergia di notizie possa costituire un valore aggiunto al servizio di informazione che viene già svolto nel mondo del pattinaggio.

Area gestione ATTIVITA’ ROTELLE

Area gestione ATTIVITA’ GHIACCIO

Pagina Facebook
 
Roll Line

Edea