Comitato Territoriale

Cirie Settimo Chivasso

Giocomotricità

GIOCOMOTRICITA’

 

 

PREMESSA

I bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni hanno potenzialità espressive e comunicative che ognuno di loro realizza con modi personali e spontanei, in attesa di sviluppare competenze più specifiche e strutturate attraverso percorsi di apprendimento formativi. Il Comitato Territoriale UISP Cirié Settimo Chivasso condivide, cooperando, con l’A.S.L. TO4 di Ciriè, Chivasso e Ivrea, obiettivi di prevenzione e buone pratiche, grazie alle quali i cittadini acquisiscono le competenze, la motivazione e le risorse per intraprendere attività volte al miglioramento della vita.

La giocomotricità rivolta ai giovanissimi individua come prioritari gli obiettivi di promozione del movimento, poiché tutte le attività informali di vita quotidiana e i giochi all’aperto sono tanto significativi e importanti quanto le attività espressive e di movimento libero o guidato. È indispensabile, inoltre, per la lotta alla sedentarietà -dal momento che l'inattività è causa di obesità e di altre gravi malattie- e per il potenziamento delle competenze individuali anche in materia di salute. Il movimento diventa quindi veicolo di educazione al rispetto dell’altro e delle regole; veicolo di socialità, di non discriminazione, di convivenza civile e di impegno sociale. L’integrazione delle attività del progetto con gli obiettivi e le competenze disciplinari definite dal Curricolo e

dalla Programmazione d’Istituto, si pone l’obiettivo di arricchire l’offerta formativa della scuola.

DESTINATARI

Gruppi omogenei per età, composti da bambini frequentanti le scuole dell’infanzia (3, 4 o 5 anni).

 

DURATA INCONTRI

45 minuti per i bambini di 3 anni

60 minuti per i bambini di 4 e 5 anni

PERIODO SI SVOLGIMENTO

Da Ottobre a Maggio, in concomitanza con il periodo scolastico.

OBIETTIVI E RISULTATI ATTESI

  • Favorire nel bambino l’acquisizione e lo sviluppo di capacità relative allo schema corporeo, alle sensazioni corporee, al rapporto con la realtà, all’adattamento spaziale e il controllo degli spostamenti, all’adattamento temporale e alla coordinazione in un contesto di gioco libero e strutturato;
  • Guidare il bambino nello sviluppo delle competenze comunicative utili al rapporto con gli altri;
  • Aiutare il bambino a sviluppare schemi comunicativi verbali e non verbali;
  • Coadiuvare il lavoro di insegnanti e genitori nel trasmettere i valori di rispetto degli altri e di cooperazione.

METODOLOGIA

Le lezioni si svolgono per fasce d’età omogenee, piuttosto ch

e per sezioni con età disomogenee, per motivi di prerequisiti, competenze, abilità e conseguenti obiettivi differenziati per i 3, i 4 e i 5 anni.

L’attività globale si svolge sempre in un clima giocoso, tenendo conto delle tematiche connesse alla progettazione di scuola, con l’obiettivo di aderirvi. L’organizzazione dei percorsi motori gioca sulla fantasia: essi sono prestabiliti in via generale ma subiscono modifiche e variazioni di tema in base a st

rumenti, spazi e attitudine dei componenti del gruppo. Lo svolgimento degli esercizi per fasce d’età omogenee permetterà di modulare i giochi secondo bisogni simili.

Le attività sono svolte da educatori e istruttori qualificati, formati da UISP.

 

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

 

Calendario STOP Bullismo e Cyberbullismo 2021

Progetto RIMA

Rassegna stampa

Archivio fotografico

Pagine UISP

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER